Goodyear lancia un nuovo pneumatico Otr e completa la gamma premium per autocarro

L’azienda del piede alato accresce gli investimenti nei penumatici di grandi dimensioni, potenziando sia il segmento Otr, per le flotte con mezzi a impieghi intensi, che la gamma stradale per rimorchio. L’ultimo arrivo in casa Goodyear per quanto riguarda i pneumatici da trasporto fuori strada per mezzi di grandi dimensioni è l’RH-4A+. Si tratta di un prodotto realizzato per offrire un basso costo orario di esercizio e una maggiore produttività su terreni di roccia dura. Il suo battistrada ultra-profondo E-4+ ha un elevato rapporto pieni-vuoti e una pressione dell’impronta al suolo ottimizzata per assicurare la durata del pneumatico. Gli ingegneri di Goodyear, partendo da modelli precedenti, hanno migliorato le caratteristiche strutturali del RH-4A+ introducendo una serie di innovazioni tecnologiche. Nello specifico è stata migliorata la durata del fianco e la stabilità laterale grazie alla Goodyear Durawall Technology, a un cerchietto più ampio e una carcassa più resistente. Per quanto concerne il battistrada i progettisti hanno lavorato sulla lamellatura del canale centrale, sui ramponi sulle spalle e sugli intagli laterali dei ramponi delle spalle così da riuscire a mantenere basse temperature in esercizio. “Il basso costo operativo orario è un requisito importante per chi usa questi pneumatici e in particolare per gli operatori del settore minerario – spiega Eric Matson, global Otr field engineering manager –. I clienti richiedono anche altri vantaggi in termini di prestazioni, come un battistrada e una carcassa che garantiscano lunghe ore di esercizio, resistenza ai tagli e massima trazione su terreni di roccia dura. Il nuovo RH-4A+ offre tutti questi vantaggi per aiutare le flotte delle miniere a ottimizzare la produttività e ridurre i costi d’esercizio”. RH-4A+ è attualmente disponibile nelle misure 59/80R63, 46/90R57 e 27.00R49 in tutta la rete mondiale di rivenditori Otr autorizzati Goodyear. Viene proposto con carcasse con strutture personalizzate e mescole del battistrada sviluppate appositamente da Goodyear per soddisfare le condizioni del trasporto nelle miniere. “RH-4A+ si completa con Goodyear EMTrack, un software per il monitoraggio delle prestazioni dei pneumatici, che offre agli operatori la possibilità di tracciare i dati relativi ai parametri dei pneumatici per ridurre i costi d’esercizio – precisa Matson –. Con il sistema EMTrack, gli operatori delle miniere possono tracciare le prestazioni dei pneumatici, comprese quelle del nuovo RH-4A+, per programmare i tempi di rotazione, sostituzione e gestire il loro stock”.

 

 

Kmax T Gen-2

Per quanto riguarda invece la gamma stradale per rimorchio, Goodyear ha arricchito il suo portafoglio di prodotti premium con il pneumatico Kmax T Gen-2. Destinato prevalentemente alle flotte, il Kmax T Gen-2 presenta una resa chilometrica maggiore rispetto al predecessore, ha la marcatura 3PMSF (comprende una misura da 19,5” e quattro misure da 22,5”, (con la misura 385/65R22.5 in versione High Load) ed è provvisto della tecnologia Rfid. Il nuovo disegno del battistrada presenta, in base alla misura, 5, 6 o 7 costolature e offre resistenza ai danni e all’usura, per garantire elevata resa chilometrica e durata anche nelle applicazioni più severe. Sono presenti lamelle profonde che consentono aderenza sul bagnato e prestazioni migliorate in tutte le condizioni meteorologiche. La tecnologia Intellimax Groove presenta un disegno con lamelle a forma di goccia, progettate per evitare rotture delle scanalature nei rimorchi a elevato attrito e in altre applicazioni più impegnative. La mescola facilita la partenza a freddo e, precisano da Goodyear, offre resistenza all’abrasione, garantendo così un elevato chilometraggio ed efficienza dei consumi. La composizione e la disposizione dei polimeri assicurano una minore resistenza al rotolamento e contribuiscono alla riduzione del consumo di carburante e delle emissioni, oltre a una resistenza all’usura del battistrada e allo sfregamento laterale. I pneumatici Kmax T Gen-2 possono essere riscolpiti per permettere alle flotte di ottimizzare ulteriormente il loro costo, anche grazie al processo di ricostruzione TreadMax Moldcure, che utilizza lo stesso disegno del battistrada e lo stesso materiale dei pneumatici appena fabbricati. La connessione con i sistemi di gestione dei pneumatici come eJob e Fleet Online Solutions è assicurata dal sistema di identificazione a radiofrequenza (Rfid) integrato nei pneumatici.