Condividi su

Archivio

Letto per voi

Nuova rete interstatale per l’Africa

L’Africa ha in cantiere diversi progetti volti a migliorare il trasporto e il commercio fra i vari stati. Uno di essi prevede la costruzione di un collegamento autostradale di 3.300 km fra il Ciad, la Repubblica del Congo e la Repubblica Centrafricana. Sarà inoltre costruito un ponte che attraverserà il fiume Luapula e collegherà la Zambia con la Repubblica Democratica del Congo, favorendo soprattutto l’industria mineraria, una risorsa economica importantissima per entrambi gli stati.

FONTE: E-NEWS WORLD HIGHWAYS, 6/5/2021

Gli effetti della pandemia sulla guida

A seguito di un sondaggio compiuto di recente su 1.819 automobilisti americani, la compagnia assicurativa Root Insurance ha evidenziato nuovi comportamenti alla guida influenzati dalla pandemia. In generale, il brusco e forzato passaggio dagli ambienti reali a quelli virtuali ha portato le persone ad affidarsi sempre più alla tecnologia, con conseguente aumento di distrazioni al volante. Il 68% degli intervistati dichiara infatti di aver utilizzato il proprio smartphone per fare più cose contemporaneamente (specialmente le generazioni più giovani). Il 62% degli automobilisti afferma che al suono di una chiamata o di un messaggio si sente spinto a voler controllare il proprio smartphone. Anche il tempo trascorso in teleconferenza ha dei risvolti poco piacevoli: il 54% dei partecipanti al sondaggio ha infatti riferito di aver avuto problemi di concentrazione mettendosi alla guida dopo una video chat. Infine, il 41% degli automobilisti ritiene che indossare la mascherina in auto sia distraente.

FONTE: E-NEWS AUTOMOTIVE FLEET 26/4/2021

Zero crescita per il riciclo dei pfu in Ucraina

Nonostante l’apertura di diversi impianti di lavorazione negli ultimi mesi, il riciclo dei pfu in Ucraina non registra alcun tipo di crescita, soprattutto a causa della ritardata riforma sulla gestione dei rifiuti e della mancanza di un regime di estesa responsabilità del produttore. Il governo locale sta ora tentando di incentivare la conversione di pfu in polverino di gomma da utilizzare nella costruzione di parchi giochi e campi di calcio. Si stima che in Ucraina vengano generate circa 200.000 tonnellate di pfu l’anno, delle quali si ricicla solo il 10%; il resto di essi (che rappresenta la maggior parte) finisce purtroppo nelle discariche (insieme ai rifiuti domestici) o viene ammassato in pile illegali abbandonate nei boschi.

FONTE: TYRE & RUBBER RECYCLING 2/2021

In ripresa le vendite del ricostruito autocarro in Francia

Nonostante un calo del 4% nell’anno fiscale 2020, le vendite del ricostruito autocarro in Francia hanno registrato un’impennata durante gli ultimi 5 mesi dell’anno, raggiungendo la percentuale record dell’11,1% a dicembre. Secondo il sindacato dei gommisti francesi, l’incremento degli ultimi 5 mesi del 2020 ha impattato favorevolmente il settore del ricostruito, risollevandone in qualche modo le sorti dopo una lunga fase discendente che ha avuto inizio nei primi anni del millennio in corso.

FONTE: RETREADING BUSINESS 2/2021

Dalla strada alla scarpa

Un team di imprenditori sudafricani ha recentemente lanciato un progetto che utilizza il nerofumo ricavato dalla pirolisi dei pfu per realizzare lucido da scarpe. Il prodotto finale è ecosostenibile, ha un odore gradevole, non macchia indelebilmente la cute, e protegge il pellame delle calzature dall’usura dell’acqua conferendogli un’estrema lucentezza. L’ingrediente principale, ossia il nerofumo, è facilmente reperibile nel paese (il Sudafrica genera circa 11 milioni di pfu l’anno, con limitate prospettive di riciclo); il progetto, inoltre, creerà posti di lavoro per l’impiego di operatori locali.

FONTE: TYRE & RUBBER RECYCLING 2/2021