Condividi su

Archivio

Flash

Il Gruppo European Fintyre Distribution Limited (EfTD) annuncia il cambiamento del nome in Fintyre Group

Il Gruppo European Fintyre Distribution Limited (EfTD) ha annunciato il cambiamento del proprio nome in Fintyre Group e ha svelato il nuovo logo che rappresenterà il Gruppo a livello globale. La società ha deciso di portare avanti un processo di ripensamento del proprio marchio, così da riuscire a raccontare meglio la propria evoluzione. “Negli anni, grazie a un forte focus sulla qualità del servizio e a una strategia sempre orientata al cliente, Fintyre Group è riuscita a crescere in modo stabile e ha costantemente rafforzato il proprio posizionamento distintivo nel settore. L’obiettivo è dare seguito al nostro solido percorso di crescita, grazie alla collaborazione costante e alla consolidata partnership con Bain Capital Private Equity, che condivide i nostri valori fin dal principio”, ha commentato Mauro Pessi, ceo di Fintyre Group. Ivano Sessa, managing director di Bain Capital Private Equity, ha dichiarato che “Bain Capital ha sempre supportato il management di Fintyre Group nella realizzazione della strategia che ci eravamo prefissati: creare una piattaforma paneuropea. La nostra incessante sinergia e il reciproco sostegno ci guideranno verso un’ulteriore espansione nella industry di riferimento”. “In questo scenario, grazie all’integrazione di diversi brand, siamo diventati una famiglia europea di aziende e siamo stati in grado di combinare le nostre competenze come piattaforma di distribuzione con quelle di operatori retailer – ha aggiunto Mauro Pessi –. Il nuovo marchio Fintyre Group permetterà al Gruppo di accogliere tutte le nostre aziende sotto un unico cappello, ma anche di rafforzare singolarmente ogni brand che compone il Gruppo, con la consapevolezza della loro forza e della loro specificità vincente nei rispettivi territori di riferimento. Di conseguenza, ogni azienda parte di Fintyre Group manterrà intatto il proprio nome e continuerà a sviluppare la propria reputazione e il proprio vantaggio competitivo nei mercati locali”.

Driver inaugura a Noranco il primo center svizzero della rete di servizi

Pirelli inaugura a Noranco il primo centro della propria rete Driver in Svizzera. Driver è la catena di officine dove sono disponibili i servizi d’alta qualità Pirelli dedicati alla vendita pneumatici, al cambio gomme, alla manutenzione e riparazione di autovetture: dalle city car fino alle auto di lusso, dai veicoli commerciali alle auto sportive. Lo staff del punto vendita AGOM a Noranco ha una formazione specifica sui segmenti Premium e Prestige. Il punto vendita Driver di Noranco è stato completamente rimodernato, seguendo i canoni identificativi della rete, con un concept architettonico innovativo, che tiene conto della necessità dei flussi interni e della bellezza estetica, con spazi che si compongono di un mix di showroom, technology gallery, area lounge, spazi di vendita e assistenza con vetrate che consentono di seguire in diretta il lavoro dei tecnici specializzati nell’officina, dotati di servizi di accoglienza e intrattenimento dedicati al cliente, che rendono davvero esclusiva l’esperienza dal gommista. Nei centri affiliati a Pirelli, i servizi proposti vanno oltre il mondo del pneumatico e spaziano dal cambio olio alla revisione del veicolo, per abbracciare l’intera meccanica leggera, grazie a personale certificato da enti dedicati e dalle stesse Case automobilistiche. “Sappiamo quanto in Svizzera sia importante l’attenzione al cliente e la cura per la propria auto, per questi motivi abbiamo deciso di investire in formazione e qualità con i nostri partner, per garantire l’eccellenza e il meglio dei nostri servizi ai clienti del punto vendita di Noranco” ha dichiarato Nicolò Leopoldo Pirelli, direttore generale di Driver Suisse. La rete Driver conta 1.030 punti vendita in tutta Europa, offrendo loro il supporto delle avanzate tecniche di gestione del punto di vendita, di marketing, corsi tecnici, oltre che la messa a disposizione di tecnologia e piattaforme di acquisto, creando una vera e propria unione fra l’affiliato e la realtà Pirelli. Nei centri Driver è inoltre possibile conoscere e partecipare alla forte presenza di Pirelli nel mondo dello sport, un legame che nel 2020 vedrà l’azienda tra gli sponsor del Campionato Mondiale di Hockey su ghiaccio in programma in Svizzera.

Webfleet Solutions è il nuovo nome della divisione telematica acquisita da Bridgestone

A seguito dell’acquisizione di TomTom Telematics, avvenuta ad aprile 2019, Bridgestone Europe ha annunciato che il nuovo nome dell’azienda sarà cambiato in Webfleet Solutions a partire dal primo ottobre. L’acquisizione di TomTom Telematics conferma l’ambizione di Bridgestone di rafforzare le proprie competenze digitali, come parte del suo processo di trasformazione da produttore di pneumatici premium ad azienda capace di fornire soluzioni per la mobilità. La nuova azienda del gruppo Bridgestone è un provider che fornisce soluzioni per le flotte, un’industria che vanta tassi di crescita in doppia cifra. Questa acquisizione consolida il ruolo di Bridgestone nel settore delle soluzioni di mobilità basate sull’acquisizione di dati, che rendono la gestione delle flotte più efficace ed efficiente. Webfleet Solutions – il cui nome trae ispirazione dalla piattaforma Webfleet, che offre soluzioni telematiche per le flotte da oltre 20 anni – riflette l’ambizione di Bridgestone di fornire ai suoi clienti una vasta gamma di soluzioni per la mobilità digitale e per le flotte. Grazie a Webfleet Solutions, Bridgestone fornisce ora oltre 1.2 milioni di veicoli nell’area Emea con soluzioni dedicate alle flotte e servizi di mobilità in abbonamento. “Quando abbiamo acquisito Webfleet Solutions all’inizio dell’anno, abbiamo creato un punto di riferimento internazionale per le soluzioni dedicate alle flotte – commenta Paolo Ferrari, ceo e presidente di Bridgestone Emea –. Insieme, abbiamo le competenze per essere leader in quello che pensiamo essere un settore di grande interesse e in fortissima ascesa. Abbiamo ambizione, infrastrutture e risorse, dati, idee e un gruppo di persone con una conoscenza impareggiabile in questo ambito. In un mondo sempre più caratterizzato da un concetto di mobilità connessa e autonoma, Bridgestone e Webfleet Solutions insieme faranno in modo che i nostri clienti possano approfittare di tutti i vantaggi di questa nuova era”.

Seminario Pneus Expert 2019: Continental fissa i nuovi obiettivi di crescita con affiliati e distributori

Come sta evolvendo il mondo dell’automotive? In che modo questo cambiamento impatta sui pneumatici? In quale direzione sta andando il mercato e quali sono le strategie da adottare? Questi e molti altri sono stati gli spunti di riflessione del tradizionale incontro annuale che Continental Italia organizza con Franchising Service Company dedicato agli affiliati Pneus Expert e i distributori Uniroyal del sud Italia. Uno sguardo sul futuro del settore per comprendere meglio il tema dell’innovazione e degli sviluppi tecnologici di prodotto. “Un incontro ma soprattutto un’occasione di confronto – ha spiegato Alessandro Cerutti, direttore commerciale PLT Replacement di Continental Italia –. Teniamo particolarmente a questo appuntamento perché permette di riunire in un unico momento tutta la catena di distribuzione, dai singoli affiliati, ai grossisti sino ai vertici manageriali e il Team Continental. Il nostro obiettivo è quello di fare squadra e creare un forte legame di collaborazione tra tutte le parti. Solo sentendosi realmente parte di un Gruppo e condividendo contenuti e strategie si può guardare a un futuro di crescita”. Durante l’incontro, che si è svolto presso l’IGV Baia Samuele all’interno della splendida Val di Noto in provincia di Ragusa, oltre 50 imprenditori insieme ai loro distributori di riferimento, hanno avuto l’opportunità di relazionarsi e confrontarsi con il management Continental in un’atmosfera ludico formativa, in cui momenti di svago e relax si sono alternati a gruppi di lavoro dedicati agli ultimi trend di mercato, alle strategie di marketing, al futuro delle flotte, ma soprattutto alla condivisione del programma di crescita Pneus Expert. Continental ha anche riservato grande spazio e attenzione al brand Uniroyal, marchio di riferimento della rete ed elemento centrale nella strategia di prodotto del Gruppo. Il meeting è stato una grande opportunità per presentare anteprime di prodotto, come il nuovissimo pneumatico pioggia estivo Uniroyal RainSport 5 che sarà a breve sul mercato. Inoltre, il brand specialista dei fondi bagnati quest’anno ha festeggiato con un’elegante cena di gala l’importante traguardo del 50° anniversario del Pneumatico Pioggia, ricordando il lancio del primo rain tire Rallye 180 avvenuto nel lontano 1969.

Prometeon e Greenroad, siglato l'accordo per migliorare la sicurezza di guida e l'efficienza operativa delle flotte

Prometeon Tyre Group ha siglato un accordo di partnership con GreenRoad, fornitore di soluzioni per la sicurezza e le prestazioni dei conducenti di flotte, per massimizzarne l’efficienza operativa. Grazie al nuovo accordo, Prometeon arricchisce il proprio portafoglio di servizi per le flotte “PRO Services” con l’aggiunta di “PRO-Drive”, la nuova soluzione basata sul know-how e l'esperienza di GreenRoad nel settore della gestione delle flotte e della telematica. PRO Drive consentirà alle flotte di migliorare lo stile di guida dei propri conducenti, con un conseguente significativo risparmio di consumo di carburante, una riduzione del tasso di incidenti e conseguenti nuovi livelli di efficienza di TCO (Costo Totale di Proprietà). PRO Drive sarà progressivamente rilasciato da Prometeon in Europa all'inizio del 2020, e successivamente distribuito in più fasi in tutto il mondo. Commentando l'accordo, Alain Versace, head of global truck services & trade marketing di Prometeon, ha dichiarato: “La collaborazione con GreenRoad ci consentirà di offrire ai nostri clienti in tutto il mondo questa innovativa soluzione di gestione delle prestazioni delle flotte ed è una ulteriore conferma dell'impegno di Prometeon nel supportare i propri clienti con tecnologie all'avanguardia applicate al business quotidiano”. David Ripstein, CEO di GreenRoad Technologies, ha aggiunto: “Questo accordo con Prometeon è in linea con la strategia di GreenRoad di penetrare nuovi mercati attraverso partner strategici. Esiste una forte sinergia tra le tecnologie delle nostre due società, e siamo orgogliosi di lavorare insieme per creare valore per i clienti di Prometeon”.

Hankook Tire premiata all'IDEA Award 2019 per i suoi pneumatici sperimentali

Hankook è arrivato tra i finalisti nella categoria automotive e trasporti in occasione dei Design Excellence Awards (IDEA) 2019, tenutisi il 21 agosto a Chicago, USA. Hankook è stata encomiata per i suoi pneumatici sperimentali Hexonic e HLS-23. L‘Hexonic è un pneumatico pensato per veicoli in car sharing completamente autonomi. Gli scanner integrati analizzano la strada in tempo reale utilizzando sette sensori separati sul battistrada. In questo modo il pneumatico rileva condizioni quali aderenza, temperatura e manto stradale, adattando di conseguenza la propria superficie. L'HLS-23 è stato sviluppato per sistemi logistici automatizzati e sfrutta sensori che monitorano reciprocamente la propria posizione tra i veicoli e mantengono costante la distanza gli uni dagli altri. Han-Jun Kim, Presidente di Hankook Tire Europa, ha affermato: “Siamo lieti del riconoscimento assegnatoci da IDEA. Il riconoscimento ottenuto in occasione di IDEA 2019 ha consentito a Hankook di dimostrare al mondo la propria leadership innovativa nel campo del design. Continueremo a impegnarci per migliorare la nostra tecnologia all'avanguardia e la nostra competitività come azienda leader a livello globale”.

Greentire-Activa: polverino da Pfu “additivato” che migliora le prestazioni degli asfalti

Lo scorso anno Greentire aveva reso noto l’avvio di un progetto con Activa, che vedeva impegnato l’ingegner Santella e la sua equipe nella realizzazione di un additivo per bitume contenente polverino derivante da Pfu. E dopo mesi di lavoro la ricerca si è conclusa positivamente, con la realizzazione di un additivo reticolante capace di creare un legame tra bitume e Pfu attraverso un processo definito “dry”, ossia con l’aggiunta del polverino di gomma direttamente al mescolatore. La ricerca è partita da un presupposto: è da tempo nota, infatti, la possibilità di realizzazione di asfalti ad alte prestazioni contenenti gomma recuperata dai pneumatici fuori uso, ma detta realizzazione avveniva con un procedimento denominato “wet”. Caratteristica peculiare del metodo “wet” è che la mescolazione tra bitume e polverino di gomma deve essere eseguita ad alta temperatura e condotta con l’ausilio di speciali apparecchiature. Differentemente, il processo “dry” prevede l’uso del polverino in guisa di aggregato che integra l’inerte tradizionale, aggiungendolo direttamente nel mescolatore dell’impianto d’asfalto, durante la fase di miscelazione del conglomerato bituminoso. Il processo “dry” implica un più massiccio consumo di gomma quantificabile circa dieci volte superiore a quella che ottimizza il processo “wet”. Ciò nonostante, il processo “dry” riscuote un minor successo in campo applicativo a causa della necessità di un’accurata preparazione del conglomerato, dell’adozione di specifiche condizioni di stesa e costipamento e di una idonea e accurata formulazione della curva granulometrica di progetto. La possibilità di disporre di un additivo in grado di risolvere questa problematica costituisce un vantaggio sotto molteplici punti di vista, a partire dai minori costi di produzione e gestione all’ampliamento dei limiti di utilizzo. L’additivo, di nuovissima generazione è ottenuto con un processo tecnologico innovativo. La principale azione è quella di abbassare in modo energico la tensione interfacciale tra bitume e Pfu; quest’azione si manifesta con un efficace legame Pfu/bitume e con un deciso aumento della lavorabilità della miscela bituminosa. Nell’ambito della ricerca si è anche studiato il comportamento elastico e viscoso dell’asfalto realizzato, ovvero la capacità di resistere alle deformazioni permanenti e alla rottura a fatica, attraverso una serie di prove tecnico-scientifiche. In un confronto con gli asfalti tradizionali, emerge come il bitume realizzato con l’additivante contenente Pfu abbia migliori prestazioni fisiche, meccaniche e reologiche rispetto al bitume tradizionale, ovvero: maggiore flessibilità alle basse temperature, maggiore rigidezza alle alte temperature, più ampio intervallo di elastoplasticità, migliore correlazione tra viscosità e temperatura, maggiore resistenza ai carichi e a alla fatica, più elevato recupero elastico. Certamente degno di nota, poi, il significativo vantaggio ambientale derivante dall’utilizzo di rilevanti quantità di una risorsa proveniente da quello che oggi è un rifiuto. Un progetto, quindi, che sposa in pieno i principi cardine dell’economia circolare, come evidenzia anche il presidente di Greentire, Roberto Bianco: “Il progetto di ricerca con Activa incarna al meglio quella che è una delle mission di Greentire, ovvero favorire il mercato del recupero delle materie prime derivate dai Pfu, trovando nuove applicazioni commerciali”.

Nokian Heavy Tyres acquisisce Levypyörä Oy, produttore finlandese di ruote per mezzi pesanti

In linea con la strategia di crescita di Nokian Heavy Tyres, l'azienda acquisisce la società finlandese di ruote per mezzi pesanti Levypyörä Oy. Grazie a due linee di business, ruote e strutture in acciaio, Levypyörä rifornisce diversi clienti sia Original Equipment (OE) che Aftermarket (AM) impegnati nelle applicazioni forestali, agricole e di movimento terra. Il fatturato netto annuo di Levypyörä è di circa 18 milioni di euro. “Con l'acquisizione, Nokian Heavy Tyres può offrire nuove soluzioni innovative ai propri clienti attuali e aumentare il volume delle ruote, oltre a migliorare ulteriormente il suo livello di servizio. Levypyörä è da molti anni nostro partner di fiducia. L'acquisizione offre ulteriori opportunità di crescita e garantisce una soluzione completa per i nostri principali clienti OE e AM”, afferma Manu Salmi, managing director di Nokian Heavy Tyres. “Essere parte di un produttore leader di pneumatici specializzati ci dà una grande opportunità per crescere ulteriormente e sviluppare i prodotti e i servizi di Levypyörä a livello globale rafforzando le nostre attuali relazioni con clienti e fornitori”, afferma Lars Ojansuu, amministratore delegato di Levypyörä. Fondata 64 anni fa, Levypyörä impiega circa 100 persone a Nastola, in Finlandia. L'azienda rifornisce sia gli OE che l’aftermarket nel settore delle ruote per applicazioni pesanti. Si impegna a sviluppare processi eco-compatibili come la riduzione delle emissioni di CO2 e il non l'utilizzo di solventi nella verniciatura. Levypyörä era parte della Weckman Steel Corporation.

Toyo Tires apre un centro ricerche in Europa

Toyo Tire Corporation annuncia che istituirà un nuovo centro ricerca e sviluppo, il primo sito europeo di sviluppo tecnologico, in Germania (a Willich, Renania Settentrionale-Vestfalia). Il centro inizierà l'attività questo autunno con l'obiettivo di costruire una base tecnica solida, attraverso lo sviluppo del prodotto che corrisponda al “movimento” della “next-generation mobility”. Con l’istituzione di questo centro, l’azienda giapponese avrà adesso siti di sviluppo tecnologico negli Stati Uniti, in Giappone e in Europa. Toyo migliorerà la sua capacità di sviluppo combinando e condividendo tra gli attuali centri R&D e il nuovo centro europeo le informazioni e le conoscenze acquisite da ogni sito. Al fine di migliorare la sua tecnologia all'avanguardia in Europa, Toyo aveva annunciato nelle scorse settimane che costruirà una fabbrica di pneumatici in Serbia dove la produzione inizierà a Gennaio 2022. In linea con questa iniziativa, il nuovo centro tecnologico permetterà di espandere la sua capacità di raccogliere informazioni dal mercato relativamente ai materiali e all'ultima tecnologia dei prodotti correlati al movimento della mobilità di prossima generazione. Avere una base in Europa, dove ha sede un gran numero di costruttori automobilistici di alto livello e altrettante importanti aziende sempre legate al mondo dell’automobile, rappresenta un vantaggio per Toyo soprattutto in termini di qualità e di attualità delle informazioni acquisibili. Il centro combinerà la ricerca sui materiali con lo sviluppo della tecnologia e adempierà alla funzione di garantire lo sviluppo e la produzione di pneumatici ad alte prestazioni e alto valore aggiunto nella nuova fabbrica europea. Con l'inizio a pieno titolo delle operazioni nel nuovo stabilimento europeo, Toyo migliorerà continuamente le sue conoscenze relativamente ai vari tipi di tecnologie nel campo delle mescole dei pneumatici, ai metodi di produzione, ai metodi di valutazione, alla tecnologia delle simulazioni, che porterà al miglioramento dei suoi prodotti strategici. Tale obiettivo ha già portato Toyo a iniziare uno studio sulla futura espansione della funzione R&D in Europa che vada oltre questo stesso nuovo sito.

Pirelli assegna i Supplier Award ai migliori fornitori della propria catena

Qualità, capacità innovativa, velocità, sostenibilità e copertura globale della fornitura. Sono questi gli elementi principali che hanno guidato l’assegnazione dei Supplier Award 2019, il riconoscimento che Pirelli assegna annualmente a 9 degli oltre 10.000 fornitori della propria catena a livello globale. A premiare i 9 fornitori di materie prime, servizi e macchinari che si sono distinti nell’ultimo anno sono stati il general manager operations, Andrea Casaluci, e il chief procurement officer, Pierluigi de Cancellis, nel corso di una cerimonia nella sede di Pirelli a Milano. Tra le aziende premiate, sono presenti fornitori divenuti nel tempo veri e propri partner in grado di sviluppare insieme all’azienda progetti e applicazioni particolarmente impegnativi e fornitori che, pur avendo avviato una collaborazione più recentemente, hanno già dimostrato potenzialità per poter sviluppare in futuro progetti strategici. Queste le aziende premiate nell’edizione 2019 dei Pirelli Supplier Award: Hevea-Tec Industria e Comercio Ltda (Brasile); Quechen Silicon Chemical (Cina); Kordsa (Turchia); Nynas AB (Svezia); Nuova Ciba S.p.A. (Italia); Cassioli (Italia); Accenture; Arval Service Lease (Francia). Pierluigi de Cancellis, Chief Procurement Officer, ha commentato: “Pirelli persegue un modello di business focalizzato sul Global High Value. Per raggiungere gli obiettivi è necessario, dunque, intraprendere il cammino con partner in grado di garantire non solo un servizio eccellente e sempre innovativo, ma anche condividere i valori qual attenzione alle persone, all’ambiente, al cliente e al brand value. Per questo abbiamo voluto premiare le aziende che condividono con Pirelli questi aspetti e che sono diventate veri e propri partner di Pirelli e non solo semplici fornitori di beni o servizi.

Alligator, la società investe su nuove applicazioni

Dopo l’annuncio di Alligator Ventilfabrik GmbH, a inizio settembre, di cedere parte della sua attività commerciale a Wegman automotive, l’azienda ha annunciato un investimento di circa un milione e mezzo di euro nell’impianto di produzione a Giengen (lo stesso dove oggi vengono realizzati valvole e sistemi di monitoraggio per pneumatici). La società utilizzerà la struttura per fabbricare prodotti che rendono i pneumatici per autoveicoli ancora più precisi e rispettosi dell'ambiente. “Alligator si concentra ancora di più su applicazioni promettenti al di fuori del tradizionale settore delle valvole per pneumatici – ha dichiarato Renato Palaoro, responsabile delle applicazioni automobilistiche presso Alligator –. Circa il 50% del business complessivo dell'azienda è già in queste aree. La necessità di rendere i veicoli e le macchine più rispettosi dell'ambiente ed ergonomici offre una varietà di opportunità di crescita”. Le attività dell'azienda si concentreranno su prodotti che hanno un impatto positivo sulla compatibilità ambientale dei veicoli, su valvole e componenti per componenti idraulici e pneumatici, su sistemi di sospensione pneumatica, su prodotti speciali in elastomero, su antivibranti e su componenti per i sistemi di monitoraggio della pressione dei pneumatici nei veicoli.

Goodyear premiata come miglior marchio aziendale del mondo del licensing

Goodyear ha ottenuto il premio di miglior marchio aziendale concesso in licenza agli International Licensing Awards 2019, l’evento che celebra le migliori licenze internazionali, si è svolto durante il Licensing Expo al Mandalay Bay Convention Center di Las Vegas. Il programma di prodotti concessi in licenza da Goodyear genera nuove opportunità commerciali e di engagement in tutto il mondo, concedendo il marchio Goodyear in licenza per aumentare la conoscenza e la fidelizzazione dei consumatori ed espandersi ad altre categorie di prodotto, diverse dal core business aziendale dei pneumatici. “Goodyear è una delle principali aziende costruttrici di pneumatici del mondo da oltre 120 anni ed è un marchio iconico noto in tutto il mondo – afferma Christian Jurado, direttore mondiale dei prodotti su licenza di Goodyear –. Nel tempo, Goodyear si è costruita una forte reputazione e ha associato il suo marchio al concetto di viaggio, di mobilità e alla capacità di affrontare tutte le condizioni meteo”.