Condividi su

Pneurama Weekly

26/06/2018
Il Cda di Pirelli riporta a 1 mld di euro l'ammontare di future emissioni obbligazionarie

Il Cda di Pirelli, riunitosi lo scorso 22 giugno, ha esteso la scadenza e ripristinato la dimensione della precedente autorizzazione consiliare in materia di prestiti obbligazionari, il cui ammontare residuo risultava pari a 200 milioni di euro su 1 miliardo di euro originariamente autorizzato in data 21 dicembre 2017. In virtù della nuova autorizzazione, Pirelli avrà facoltà di emettere – entro il 31 dicembre 2019 (31 gennaio 2019 la precedente scadenza) – uno o più prestiti obbligazionari di nuova emissione da collocare presso investitori istituzionali fino a un importo massimo di 1 miliardo di euro, soglia che viene pertanto ripristinata in linea con la precedente autorizzazione.

Le eventuali emissioni consentiranno di cogliere tempestivamente favorevoli finestre di mercato e avverranno  nell’ambito del programma EMTN (Euro Medium Term Note) da complessivi 2 miliardi di euro, adottato in data 21 dicembre 2017. A oggi i prestiti obbligazionari già emessi a valere su tale programma ammontano complessivamente a 800 milioni di euro.

Il Cda ha inoltre deliberato la sottoscrizione di un finanziamento “Schuldschein” con scadenze fino a 7 anni. Tale operazione è destinata a rimborsare debito esistente, ottimizzandone ulteriormente la struttura e controllandone il costo in un contesto di mercato del credito volatile.

Il Cda, preso atto delle deliberazioni dell’assemblea degli azionisti dello scorso 15 maggio 2018, ha inoltre valutato – sulla base delle informazioni disponibili e delle dichiarazioni rese dall’interessato – la sussistenza dei requisiti di indipendenza (sia ai sensi del d.lgs 58/1998 sia del Codice di Autodisciplina delle società quotate) del nuovo consigliere Giovanni Lo Storto (nominato anche componente del Comitato Controllo Rischi, Sostenibilità e Corporate Governance e del Comitato Remunerazione).

Il Cda ha altresì preso atto – sulla base delle informazioni disponibili e delle dichiarazioni rese dagli interessati – che il Collegio Sindacale composto da Francesco Fallacara (Presidente), Fabio Artoni, Antonella Carù, Luca Nicodemi e Alberto Villani (Sindaci effettivi), Franca Brusco, Elenio Bidoggia e Giovanna Oddo (Sindaci supplenti,  risulta in possesso dei requisiti di indipendenza previsti dall’art. 148, comma 3, del Testo Unico della Finanza nonché dei requisiti di indipendenza previsti dal Codice di Autodisciplina delle società quotate.

 - Archivio

torna all'elenco