Condividi su

Pneurama Weekly

12/06/2018
Yamaha sbanca Brno; per Pirelli ancora conferme dalla posteriore in misura maggiorata

Incetta di punti per Yamaha sul Circuito di Brno, che ha ospitato nel corso del fine settimana il settimo round del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike. La casa di Iwata ha infatti realizzato una doppietta in Gara 2 della classe WorldSBK con Alex Lowes e Michael Van Der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) e si è aggiudicata sia la classe WorldSSP600 con il francese Jules Cluzel (NRT) e la categoria WorldSSP300 il giovane pilota indonesiano Galang Hendra Pratama (BIBLION YAMAHA MOTOXRACING). Per Pirelli, da Gara 2 sono arrivate soprattutto conferme in merito alle soluzioni già utilizzate ieri in Gara 1, in particolare per quanto riguarda la nuova posteriore in mescola morbida X0175 nella innovativa misura maggiorata 200/65 su cui l’azienda di pneumatici italiana sta facendo diversi test e che, in futuro, potrebbe diventare la nuova misura posteriore di riferimento. 
 In Gara 2 il pilota della casa dei tre diapason Michael Van Der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) parte dalla pole position, alla sua destra il compagno di squadra Alex Lowes e, in terza casella, Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia). Van Der Mark parte bene ma alla fine dell’ultimo giro viene superato prima da Lowes e poi da Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati), quest’ultimo autore di un’ottima partenza dall’ottava casella in griglia..
Nel corso del terzo giro Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK), vincitore di Gara 1 e quindi in nona posizione al via, scivola, finisce sulla ghiaia ed è costretto al ritiro. Nel corso del quinto giro, la stessa sorte tocca a Marco Melandri, che si trovava in seconda posizione, ma fortunatamente il pilota ravennate riesce a rientrare in corsa in ultima posizione.
Alle spalle di Lowes e Van Der Mark conquista così la terza posizione Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati). Al sesto giro è la volta di Tom Sykes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) che, in quinta posizione, scivola rovinosamente a terra ma, a differenza del compagno di squadra, riesce a riconquistare la pista. Nel frattempo Eugene Laverty riesce a mantenere la quarta posizione anche se con un distacco notevole dai primi.
Alla fine a trionfare, per la prima volta in Campionato, sarà il britannico Alex Lowes dopo aver condotto una corsa sempre in testa. Alle spalle il compagno di squadra e vincitore di Donington Park, Michael Van Der Mark, e, sul gradino basso del podio Chaz Davies.

Alle 11.30 ora locale si è svolta la gara del Campionato Mondiale FIM Supersport. La prima fila della griglia è ancora una volta appannaggio dei piloti Yamaha con Sandro Cortese (Kallio Racing) in pole position seguito da Randy Krummenacher (BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team) e da Jules Cluzel (NRT). Alla partenza il francese del team NRT scatta sùbito bene e si prende la testa della corsa che, nel corso del terzo giro, perde Federico Caricasulo (GRT Yamaha Official WorldSSP team) a causa di una caduta.Alle spalle di Cluzel c’è Sandro Cortese che lo segue a ruota e, in terza posizione, Raffaele De Rosa (MV Agusta Reparto Corse by Vamag). In quarta posizione il Campione del Mondo in carica Lucas Mahias (GRT Yamaha Official WorldSSP team) e in quinta Randy Krummenacher che, partito dalla seconda casella in griglia, perde alcune posizioni e fatica a mantenere il ritmo del quartetto di testa. Alla fine del quinto giro Cortese si fa pericoloso alle spalle di Cluzel ma il francese riesce a respingere gli attacchi del tedesco. Nel giro successivo si registro due cadute, quelle di Sheridan Morais e Stefan Hill che sono costretti ad abbandonare la corsa.
Nella seconda parte di gara si forma un terzetto di testa compatto composto da Cluzel, Cortese e De Rosa, tutti racchiusi in tre decimi di distacco. Negli ultimi quattro giri De Rosa non riesce a tenere il ritmo dei primi due e viene distanziato, Cortese mette costantemente sotto pressione Jules Cluzel (NRT) e nell’ultimo giro gli sferra diversi attacchi che però il francese riesce sempre a respingere andando così a tagliare il traguardo per primo dopo una gara condotta in testa dall’inizio alla fine. Alle sue spalle Sandro Cortese (Kallio Racing) che, grazie a questo secondo posto riesce a mantenere la leadership in Campionato, e Raffaele De Rosa (MV Agusta Reparto Corse by Vamag).

 - Archivio

torna all'elenco