Condividi su

Letto per voi - Archivio

03/07/2014
Varata in Francia la "carbon tax"

Dall’inizio di quest’anno è in vigore in Francia la “carbon tax”, la tassa sulle risorse energetiche che emettono CO2 nell’atmosfera, allo scopo di abbassare al 3,6% il deficit del PIL e spianare la via alle energie rinnovabili riducendo la dipendenza dall’energia nucleare. La tassa ammonta attualmente a 7 euro per tonnellata d’inquinamento da CO2, e passerà poi a 14,5 euro nel 2015 e a 22 euro nel 2016. Saranno inoltre eliminate le agevolazioni fiscali, che faranno risparmiare al governo altri 85 milioni di euro. L’obiettivo per il 2030 è di ridurre l’uso di carburanti fossili del 30%, e il fabbisogno energetico generale del 50%, incrementando del 23% l’impiego di risorse rinnovabili (che attualmente si aggira sul 13%) e aumentando notevolmente i posti di lavoro verdi.

 

FONTE: E-NEWS SUSTAINABLEBUSINESS.COM 6/5/2014

torna all'archivio