Condividi su

Articoli - Archivio

24/10/2017
VELOCISSIMA PRECISIONE

Omcn

Ipertecnologici e connessi, questi ponti e assetti totalmente made in Italy uniscono semplicità e rapidità di impiego alle tecnologie di ultima generazione. Utilizzati insieme, semplificano il lavoro e garantiscono grande precisione

 

Massimo Condolo

Un sistema di misura completamente automatico è il modo migliore per garantire un assetto senza errori e in tempi rapidi. La combinazione di due nuovissime attrezzature Omcn, il ponte per assetto totale Xline e l’assetto Vision 3D vanno in questa direzione, proponendo al riparatore un sistema facile da usare e sempre perfetto nelle misure grazie ai sistemi di autocalibrazione.

 

Ponte ipertecnologico

Il livellamento di un ponte è il problema principale di un sistema assetto ruote. Difficilmente il pavimento su cui appoggia è perfettamente piano: ciò avviene soltanto su pavimenti nuovissimi e su mercati evoluti come il nostro, mentre in impianti vecchi anche soltanto di una decina d’anni, o sui mercati della Nuova Europa questo risulta più difficile. Il sistema interno di autocalibrazione dell’Xline, basato su un sistema PLC che riceve segnali dagli inclinometri, risolve questo problema alla base: una volta fatta la prima calibrazione in fase di installazione, questa rimane in memoria come punto zero teorico, a partire dal quale vengono calcolati in maniera estremamente precisa i movimenti di ogni singolo pistone, sia del ponte sia del piano sollevatore, per garantire un piano di misura perfetto. L’elevata tecnologia del ponte, così come la connettività 4.0 hanno consentito all’azienda bergamasca di realizzare una versione con assistenza remota ammissibile al super-ammortamento del 250%, caratteristica piuttosto rara su attrezzature che anno anche organi meccanici. Il progetto meccanico ed elettronico sono protetti da un brevetto europeo con tripla A, a garanzia della totale originalità dell’idea di base. L’Xline è adatto anche ai veicoli commerciali fino ai furgoni grandi, come la versione a passo e sbalzo lungo del Volkswagen Crafter.

 

Un assetto raffinato e robusto

Il Vision 3D è un sistema di assetto elettronico con misurazione tridimensionale, effettuata con due telecamere ad alta definizione. I bersagli ottici alle ruote, di dimensione ridotta e montati su supporti autocentranti in alluminio, sono completamente passivi (è quindi difficile danneggiarli), senza alimentazione elettrica, leggeri e facilissimi da movimentare. Sono adatti a cerchioni da 12 a 24” Il loro disegno gli permette di non deformarsi in caso di caduta accidentale. Grazie al sistema di inseguimento automatico del ponte durante il sollevamento, le telecamere si posizionano automaticamente in modo da garantire una visione ottimale dei target; è quindi possibile effettuare la misura con l’auto posta a qualsiasi altezza. Il sistema ottico funziona anche con poca luce e in spazi ridotti, situazione tipica dei gommisti che operano in centro città. La banca dati con oltre 55mila modelli di autovetture consente una rapida individuazione di marca, modello e versione, con un richiamo immediato dei dati necessari alle varie regolazioni. Montato su un ponte da 4600 mm, il sistema consente di misurare dalle miniutilitarie come la Smart ai grandi Suv come l’Audi Q7.

 

Tante misure e una grande banca dati

Il software non si limita a fornire gli angoli caratteristici delle ruote (convergenza totale e della singola ruota, campanatura, set back, incidenza, inclinazione dell’asse di sterzo, divergenza in curva, offset degli assi) ma contiene anche misure della scocca importantissime per valutare lo stato di sicurezza del veicolo, come le diagonali incrociate, il passo, il raggio di rotolamento delle ruote o la carreggiata. Il software è semplice e intuitivo e guida l’operatore (anche non esperto) con una procedura passo-passo studiata per ridurre al minimo le possibilità di errore; le operazioni sono guidate da segnali a led sul corpo delle telecamere. L’hardware è composto da un personal computer industriale con ambiente operativo Windows fornito con monitor da 27” per una facile osservazione anche da un punto di lavoro distante dal pc e stampante a colori. Il complesso pesa 310 kg e l’angolo di run out è di 20°, con un sistema a spinta accorciato che minimizza lo spostamento del veicolo e consente l’utilizzo di ponti corti. La misura di convergenza, campanatura e angolo massimo di sterzata (che avviene senza l’utilizzo di piatti elettronici) è diretta. Il Vision 3D è fornito di serie con aggrappi per i bersagli, blocca-volante e premi-freno. Optional sono invece i piatti rotanti serie Premium.

 

 

QUASI SESSANT’ANNI DI STORIA

EGAF, nota casa editrice specializzata nel settore della manualistica normativa per l’automotive, ha da poco pubblicato il volume “Pneumatici dei veicoli. Guida pratica con approfondimento tecnico e normativo”, che raccoglie le principali disposizioni relative ai pneumatici, e costituisce un importante e utile strumento di lavoro per tutti coloro che operano nel settore dei pneumatici: un libro che risponde a molti dei quesiti che quotidianamente dai clienti, e che inoltre viene utilizzato spesso anche dalle autorità e forze dell’ordine preposte ai controlli sui pneumatici. Con linguaggio semplice, numerose immagini, esempi e tabelle, la pubblicazione curata da Emanuele Biagetti affronta tutti gli aspetti legati al pneumatico in modo sintetico ma organico, alla luce della copiosa normativa che disciplina la materia (CDS, direttive UE, regolamenti UE, regolamenti UNE-CE, raccomandazioni ETRTO, disposizioni ministeriali, ecc.) che spesso si intersecano e si sovrappongono.

Ha curato la presentazione del volume Federpneus, che in collaborazione con Autopromotec ne ha distribuito gratuitamente una copia a tutte le proprie aziende associate; le aziende che non sono associate a Federpneus possono acquistare il volume contattando direttamente l’editore – gruppo@egaf.it, www.egaf.it –. I capitoli sono suddivisi per tematica e riguardano: le caratteristiche generali dei pneumatici, il montaggio, efficienza e usura dei pneumatici, la sostituzione, l’etichettatura, la gestione dei pneumatici fuori uso, le catene da neve, l’uso di catene e pneumatici da neve, le ruote, e infine i regimi sanzionatori sui pneumatici.

Il libro interessa davvero tutti i soggetti che operano nell’ambito della circolazione stradale: dal conducente al proprietario del veicolo, dall’operatore di polizia stradale al responsabile tecnico revisioni, dal commerciante di veicoli o di pneumatici all’officina di riparazione. Nel complesso mondo dell’assistenza alla ruota, il professionista deve essere in grado di conoscere le disposizioni che si applicano al proprio settore, sia per fornire un servizio corretto alla propria clientela, sia in virtù delle sempre più importati responsabilità (a partire dalla sicurezza stradale) che gravano sulla categoria.

 

 

ECONOMICO D’ALTA GAMMA

L'assetto a 8 telecamere con CCD completa l'offerta Omcn in questo settore. È un apparecchio che unisce un'ottima affidabilità a un rapporto qualità/prezzo piuttosto interessante e a un sistema di riscontro di ultima generazione. Sfrutta testine a 8 CCD per la misurazione del veicolo su tutti i lati e sensori superleggeri montati su alluminio indeformabile e dotati di una batteria al litio con ricarica intelligente; trasmettono il segnale via radio alla frequenza di 2,4 GHz. Come il 3D offre il sistema easy run-out, un software intuitivo basato su una grafica semplice e inequivocabile, la misurazione diretta di passi e carreggiate e un programma per la regolazione della convergenza a ruote sterzate, che consente un migliore accesso alla meccanica dell’avantreno. Può lavorare anche sulle ruote da autocarro. Il kit non prevede il computer; il software è residente su una chiavetta e richiede una licenza per ogni PC utilizzato. L’apparecchiatura funziona con PC o tablet in ambiente Windows 7, 8 o 10 a 32 o 64 bit. Di serie vengono forniti aggrappi autocentranti, due serie di 16 puntali da 45 e 81,5 mm, il premi-freno e il blocca-volante.

torna all'archivio