Condividi su

Pneurama Weekly

02/08/2019
Toyo annuncia il primo stabilimento in Europa: sarà operativo in Serbia nel 2022

Toyo Tire Corporation aprirà una filiale in Serbia per la costruzione e la conduzione operativa nella città di Indijia del primo stabilimento europeo di produzione del produttore giapponese di pneumatici. Toyo Tire intende rafforzare continuamente le proprie attività attraverso la produzione di prodotti ad alto valore aggiunto e una distribuzione puntuale al mercato globale. Infatti, il produttore giapponese ha annunciato nel suo “2017 Mid-Term Plan” di valutare l’opportunità di un nuovo stabilimento con l’obiettivo di sostenere la crescita dei volumi previsti dal 2020 in avanti.

Toyo Tire fornisce pneumatici al mercato europeo e a quello russo direttamente dalle proprie fabbriche situate in Giappone e in Malesia. A partire dal 2022 il nuovo sito produttivo in Serbia avrà un ruolo chiave nell’assolvere questo compito. Questo nuova realtà rafforzerà i sistemi globali di produzione e logistica deòl produttore.

Il nuovo impianto utilizzerà la tecnologia IoT (Internet of Things), funzionerà quindi come una sofisticata “fabbrica intelligente”. Toyo Tire raccoglierà la sfida per un nuovo modello di sistema produttivo che sia competitivo ma che allo stesso tempo permetta di produrre pneumatici ad alto valore aggiunto per veicoli ad alte prestazioni non solo per il mercato europeo.

La Repubblica di Serbia ha tutte le caratteristiche ricercate da Toyo Tire: personale altamente specializzato, integrazione con l’industria automobilistica grazie agli investimenti fatti da altre aziende straniere in questo territorio e, non ultima, una ottima relazione di scambi commerciali con il Giappone. Tutti questi elementi contribuiscono alla creazione di un ambiente imprenditoriale particolarmente attrattivo.

Nel Maggio 2020 Toyo Tire poserà la prima pietra della nuova fabbrica in Serbia con l’obiettivo di iniziare la produzione entro Gennaio 2022 per poi raggiungere una capacità globale di 5 milioni di pneumatici all’anno (principalmente vettura) entro il 2023.

 - Archivio

torna all'elenco