Condividi su

Articoli - Archivio

16/12/2015
TYRE CITY: IL PNEUMATICO ABITA QUI

Logistica

 

Un polo logistico di 80.000 metri quadri interamente dedicati, capace di gestire ogni anno oltre 3 milioni di pneumatici e 130.000 spedizioni in tutt’Italia. Con Tyre City, CEVA Logistics Italia pone una pietra angolare della sua strategia dedicata al pneumatico, offrendo a produttori, grossisti e grandi distributori l’opportunità di fare della propria logistica una vera leva competitiva

Nicoletta Morizio

 

Elemento vitale e letteralmente alla base del settore automotive, il pneumatico è davvero un prodotto molto più complesso di quanto potrebbe sembrare a un primo sguardo. Lo sanno bene gli addetti ai lavori e, a quanto pare, anche i grandi nomi della logistica. Non è un caso che lo scorso giugno, a Somaglia (Lodi), CEVA Logistics, uno dei principali player del settore a livello globale, abbia inaugurato Tyre City. Dopo la Città del Libro, quella del Farmaco e quella dell’Elettronica di consumo, con la Città del Pneumatico CEVA ha così aggiunto un importante tassello alla sua politica di poli di settore, puntando su uno di quelli ritenuti maggiormente strategici dagli stessi vertici aziendali.

«Il 40% del fatturato di CEVA Logistics Italia viene oggi realizzato nei settori automotive e industria, inteso come auto, moto, truck, mezzi movimento terra, trattori e così via», spiega il sales manager Davide Albanesi. «CEVA ha competenze molto specifiche in questo ambito non solo a livello italiano, dove movimenta più di 10 milioni di pneumatici all’anno, ma anche europeo e mondiale». Il pneumatico non è soltanto un componente fondamentale, ma anche un prodotto che richiede ampi e specifici spazi di stoccaggio ed un “handling” (movimentazione in magazzino) particolare; un prodotto la cui logistica è “stressata” da due grosse stagionalità, che sono quelle legate al cambio gomme estivo-invernale.

 

Spazi e servizi interamente dedicati al pneumatico

Di fronte a questa complessità, la risposta più competitiva è, secondo CEVA, un servizio dedicato e altamente specializzato. Per poter dare vita ad un progetto come una “city CEVA”, spiega Davide Albanesi, servono però volumi enormi. Con i suoi 80.000 metri quadri di superficie coperta suddivisi in due moduli, Tyre City può gestire al suo interno ben oltre 3 milioni di pezzi e più di 130.000 consegne all’anno per un totale di circa 40.000 tonnellate di merce spedita in Italia. Il tutto in tempi certi, con meno costi, più economie di scala, più sostenibilità, maggiore produttività, più efficienza e quindi, in ultima analisi, più soddisfazione dei clienti (multinazionali del settore, grossisti e grandi distributori), dei gommisti e, ultimi ma certamente non meno importanti, anche dei consumatori finali.

Il vero punto di forza di Tyre City è che, sebbene si tratti di una struttura interamente dedicata, permette al contempo di rispondere a esigenze specifiche e anche “on demand”: dalla gestione di stock e degli over stock (eccedenze) fino alla distribuzione su tutto o parte del territorio nazionale, passando per servizi molto particolari e davvero ad alto valore aggiunto come “Tyre Hotel” che permette ai rivenditori di depositare temporaneamente i propri stock di coperture estive o invernali nei cambi di stagione, ottimizzando le proprie scorte nei punti vendita.

 

Parola d’ordine “logistica collaborativa”

Tyre City è dunque un vero e proprio hub logistico mono-settore, ma multi-cliente. Ad oggi cinque aziende hanno scelto di prendere domicilio nella Città del Pneumatico di CEVA Logistics. Tra queste ci sono grandi produttori, come Continental, che attraverso di essa gestiscono i propri stock completi e la distribuzione nel centro-nord Italia o addirittura sull’intero territorio nazionale.

Vi è poi un grande produttore francese per cui CEVA da tempo gestisce logistica e distribuzione in due centri di distribuzione regionali, che si è appoggiata invece a Tyre City per alcune attività a valore aggiunto, come appunto il servizio “Tyre Hotel”. Nella Città del Pneumatico ci sono poi anche grandi distributori come Fintyre. Per quest’ultima, CEVA Logistics si occupa di “freight management” (gestione del traffico e del trasporto) e in particolare delle importazioni dal Far East, e presso Tyre City gestisce il magazzino stock buffer, vale a dire le eccedenze di prodotto provenienti dai nove depositi Fintyre in Italia.

Come già per gli analoghi impianti di CEVA, la Città del Pneumatico si basa sul concetto di “logistica collaborativa”. Attraverso la condivisione di competenze tecniche, infrastrutture fisiche e trasporto, le aziende che scelgono Tyre City possono beneficiare di economia di scala che consentono di ridurre i propri costi fissi di stock e “outbound” (flussi di merce in uscita), contare su tempi certi nelle fasi distribuzione, più velocità, maggiore flessibilità e un livello di servizio più elevato. I vantaggi di questa soluzione scendono a cascata lungo l’intera “supply chain”. I benefici diretti non sono solo per i produttori, che possono contare tra le altre cose su tempi davvero ridotti di distribuzione (dalle 24 alle 72 ore, isole escluse, e in alcuni casi anche con modalità “same day serving”), ma anche per grossisti e grandi distributori la cui logistica di distribuzione è più stressata.

 

Servizi e vantaggi per tutta la filiera

Il più recente corso strategico di CEVA Logistics non è infatti incentrato solo sulle esigenze dei grandi produttori multinazionali di pneumatici, ma, come spiega Davide Albanesi, guarda sempre più al lato della distribuzione. «È una direzione che ci indica il mercato. Ci sono importanti grossisti che sono cresciuti in questi anni, gestendo internamente la propria logistica, ma ora si stanno orientando verso l’outsourcing totale o parziale». Appoggiandosi a Tyre City e alle competenze di CEVA, questi ultimi possono concentrare i propri stock, riducendo un’importante voce nei propri costi fissi, e avere consegne una o anche due volte al giorno.

Al di là della Tyre City, l’offerta CEVA si articola dalla gestione della logistica del cliente presso uno degli impianti CEVA, a quella “in house” direttamente nelle strutture del cliente, passando per la consulenza, spesso utile a strutturare un logistica già vincente, ovvero per l’informatizzazione e l’applicazione di “tool” informatici specifici per realizzare, ad esempio, reportistica e analisi previsionali. Alcuni distributori multi-regionali inoltre non riescono ad assumere una dimensione nazionale semplicemente per via dei costi fissi che richiederebbero un’espansione.
Grazie alla propria presenza capillare sul territorio italiano, CEVA può offrire un supporto fisico estremamente flessibile e non solo in tal senso.

L’azienda sta quindi ora puntando a estendere la propria logica di “logistica collaborativa” anche a linee di prodotto complementari oppure affini al pneumatico nella convinzione che si possano creare economie di scala e

vantaggi per tutti gli attori coinvolti. «Quello che stiamo facendo è davvero un primo tentativo di ‘logistica collaborativa’ nel settore automotive» sintetizza il sales manager di CEVA Logistics Italia.

 

Non solo Città del Pneumatico

Tyre City è però solo manifestazione ultima e simbolo della invece assai più ampia strategia logistica pensata da CEVA per il mondo del pneumatico. Il prossimo focus, come racconta Davide Albanesi, è la “reverse logistics”, intesa come supporto allo smaltimento oppure al ricondizionamento dei pneumatici esausti. CEVA sta entrando in maniera strutturata anche in questo particolare ambito della filiera del pneumatico. Diverse sono le ipotesi al vaglio. Una possibilità analizzata è la gestione di alcune fasi, quali il ritiro delle gomme, il loro convogliamento in un centro del costruttore e quindi successivamente la distribuzione del prodotto ricostruito o il suo smaltimento. Un’altra ipotesi è quella di un accentramento dell’attività presso un impianto specializzato CEVA, dove i clienti possano avere delle loro aree tecniche per effettuare sulle coperture le valutazioni necessarie a stabilirne l’idoneità o meno al ricondizionamento.

Se il mezzo è ancora da decidere, il fine invece è noto ed è lo stesso alla base delle scelte fatte finora, tra cui Tyre City. Obiettivo ultimo è creare efficienza logistica attraverso la condivisione di strutture e competenze di alto livello, innalzando così i livelli di competitività e soddisfazione di tutti gli interessati. 

 

Tyre City in numeri

80.000 metri quadri coperti in 2 moduli

+ 3.000.000 di pezzi all’anno

+ 130.000 spedizioni all’anno

+ 40.000 tonnellate di merce spedita sul territorio nazionale

 

Chi è CEVA

CEVA Logistics, uno dei principali operatori logistici al mondo, caratterizzato da una strategia non-asset based (basata sul non possesso di asset), propone soluzioni all’avanguardia per aziende di grandi e medie dimensioni, nazionali e multinazionali. Circa 44.000 dipendenti in oltre 170 paesi sono impegnati nel fornire soluzioni per supply chain efficienti e solide in diversi settori, in cui CEVA fa leva sulla propria competenza operativa per garantire eccellenti servizi attraverso un network integrato.

Fonte: CEVA  - www.cevalogistics.com 

torna all'archivio