Condividi su

Articoli - Archivio

05/03/2012
SULLE ORME DI MARCO POLO

GT RADIAL
Una missione per promuovere la cultura e i prodotti indonesiani, da Giakarta fino a Roma, percorrendo il tragitto del famoso esploratore veneziano. Impareggiabile test per i pneumatici per 4x4 GT Radial Savero che hanno equipaggiato le quattro Toyota impegnate nell’avventura

Duilio Damiani

TEST SUI PNEUMATICI se ne effettuano in quantità, pratici o empirici che siano, nei laboratori dei costruttori o sui circuiti di collaudo sparsi per il mondo. Ma il più autentico banco di prova è poi l’atto pratico delle percorrenze quotidiane, che sottopone le gomme alle intemperie, allo stress e alle ruvidità delle strade comuni. Ancor di più se i pneumatici in questione sono destinati all’utilizzo misto, stradale e fuoristrada, come la gamma 4x4 by GT Radial, impiegata nella massacrante maratona che ha portato lo scorso autunno quattro Toyota dall’Indonesia fino all’Italia, percorrendo a ritroso l’antica via della seta. 

È stata proprio la Silk Road il terreno per la missione affrontata dalla Fastron Europe-Asia Expedition: un team composto da tredici avventurosi indonesiani, salutati dalle autorità di Giakarta il 17 agosto – festa dell’Indipendenza dell’Indonesia – e partiti ufficialmente il 28 agosto per questo lungo e periglioso itinerario. Il viaggio è stato sponsorizzato dal governo indonesiano allo scopo di promuovere la cultura, i prodotti e il business del paese del Sud-est asiatico. Veicoli d’eccezione quattro Suv Toyota Fortuner messi a disposizione dalla sede Toyota in Indonesia, motorizzati con il quattro cilindri di 2.7 litri a benzina da 160 cv (veicoli realizzati in Indonesia sulla base del pick up Hi-Lux e non importati ufficialmente in Europa) e dotati di equipaggiamenti specifici, tra cui assetto rialzato di 2 pollici e sospensioni rinforzate, robuste bagagliere sul tetto, protezioni meccaniche e verricello anteriore Warn 9.5 pronto a trarre d’impaccio gli equipaggi nelle peggiori situazioni. 

Assieme a Fastron, produttore indonesiano di lubrificanti motoristici ad alte prestazioni, partner dell’iniziativa è stata Gajah Tunggal, il più grande costruttore di pneumatici del paese, che ha dotato i veicoli dei GT Radial Savero A/T Plus, nella misura di 265/75 R17. Savero A/T presenta un profilo misto adatto tanto alle lunghe percorrenze sull’asfalto quanto alle escursioni in off road, in grado di terminare gli oltre 27.000 chilometri di tragitto senza alcuna rottura o foratura nonostante i rigori incontrati sui terreni himalayani e sugli sterrati delle repubbliche ex sovietiche. Il successo dell’iniziativa viene sottolineato dalle parole di Christopher Chan, presidente dell’azienda: “Essendo Gajah Tunggal basata in Indonesia e rappresentando il più grande produttore di pneumatici nel Sud-est asiatico, abbiamo accettato con piacere di sostenere questo progetto, nato non solamente per promuovere le bellezze turistiche e artistiche dell’Indonesia, ma anche per far conoscere nel mondo la qualità dei prodotti realizzati nel paese, fra cui i pneumatici GT Radial. I nostri pneumatici si sono infatti dimostrati performanti in tutte le condizioni di guida che hanno dovuto affrontare, e sono contento che i ragazzi alla guida dei Suv Toyota abbiano avuto subito un feeling positivo con questi pneumatici, sentendoli sicuri e performanti”.

Sedici nazioni in tre mesi e mezzo, a partire dall’Indonesia per poi attraversare Malesia, Thailandia, Laos, Cina, Kirghizistan, Kazakistan, Uzbekistan, Turkmenistan, Iran, Turchia, Bulgaria, Serbia, Ungheria, Austria e arrivare ufficialmente a Venezia il 16 dicembre. Un viaggio condotto dal Team Leader Bucek Deep, seguita dalla televisione indonesiana Metro Tv, accolta con un “GT Radial welcome day” organizzato a Carpenedolo (BS), dove ha sede la Magri Gomme Spa, dal 1995 distributore GT Radial per l’Italia. All’importante appuntamento con gli equipaggi sono intervenuti anche William Gozali, general manager e sales export manager di Gajah Tunggal, Corrado Moglia, direttore marketing Europa per la GT, e Miquel Staal, dell’ufficio Pr & Communication di GT in Indonesia. Il presidente della Magri Gomme, Luigi Magri, ha colto l’occasione per presentare la propria organizzazione alla delegazione indonesiana. Un incontro salutato da tutta la forza vendita, quaranta agenti e cinque area manager, che hanno accolto calorosamente il team della spedizione, giunta fin qui come penultima tappa della missione iniziata quattro mesi prima.

Infine l’arrivo a Roma, il 20 dicembre, per il saluto presso l’Ambasciata dell’Indonesia con le autorità nazionali e italiane, per la conclusione definitiva di questa avventura al 100% “Made in Indonesia”.

torna all'archivio