Condividi su

Pneurama Weekly - Archivio

28/01/2020
Rigdon GmbH inizia l'anno con un nuovo macchinario per la ricostruzione

Poco prima della fine dell’anno, all’interno dello stabilimento di TRM è stato eseguito il test di collaudo della più recente linea sviluppata alla luce dell’accordo siglato l’anno scorso fra TRM e la tedesca Rigdon GmbH: il Robotic Cell Black Constrictor Twin, un’unità di produzione per la ricostruzione a freddo. La cooperazione tecnologica fra Rigdon GmbH e TRM fa parte del piano Rigdon 2020, che punta a migliorare qualità ed efficienza nel processo di ricostruzione per meglio rispondere ad un mercato competitivo e alle esigenze dei clienti. La combinazione fra l’uso di Black Swan, un estrusore verticale dotato di tecnologia di avvolgimento dei nastri e di Twin, un doppio mandrino idraulico su una torretta rotativa, entrambe tecnologie esclusive TRM, ha reso possibile separare le attività in diverse stazioni con un alto livello di efficienza. L’unità di produzione è assistita da un robot antropomorfo che effettua le attività di movimentazione delle carcasse fra la monorotaia automatica e la macchina costruttrice. La linea di produzione sarà installata nello stabilimento di Rigdon all’inizio di quest’anno, mentre l’avvio della produzione è stimato per il primo quarto dell’anno. 

 - Archivio

torna all'elenco