Condividi su

Info dalle Associazioni - Archivio

27/10/2011
Revisioni: firmato il protocollo di sperimentazione su MCTCNet2


Il 6 ottobre scorso, presso il Ministero dei trasporti è stato firmato un protocollo di intesa tra Ministero dei trasporti, Aica, Cna e Confartigianato dai contenuti molto innovativi in un'ottica di corretti rapporti tra Pubblica amministrazione, imprese e cittadini. L'occasione è data dalla implementazione del sistema MCTCNet2, studiato per ottenere una maggiore efficacia nei controlli di revisione rendendo più difficili le frodi.
Le finalità che i firmatari perseguono nell'accordo sono quelle di contribuire in maniera proattiva alla sicurezza stradale e alla mobilità sostenibile, qualificare lo stato del parco autoveicoli circolante, attraverso una maggiore efficacia ed efficienza del processo delle revisioni, con particolare riguardo al nuovo protocollo MCTCNet2, promuovere la cultura e la prassi delle procedure di qualità presso i centri privati di revisione.
Il principio generale a cui si ispira l'iniziativa è quello del dialogo costruttivo tra le associazioni nazionali di categoria, officine e costruttori di autoattrezzature e le istituzioni, nell'intento di favorire un contesto consapevole e pienamente ricettivo delle novità introdotte dal nuovo protocollo MCTCNet2 che mira all'effettuazione di revisioni certe, oggettive e controllate secondo gli standard stabiliti.
I firmatari condividono quindi l'opportunità e la necessità di realizzare una capillare azione di informazione verso i centri di revisione, finalizzata ad una chiara conoscenza del nuovo sistema di controllo, del suo processo di realizzazione, da effettuarsi secondo principi di trasparenza ed oggettività; per tale ultimo aspetto le associazioni dei costruttori di autoattrezzature opereranno un'adeguata campagna di sensibilizzazione nei confronti dei loro associati. In particolare, essendo MCTCNet2 un sistema molto avanzato, prima di essere proposto ai circa seimila operatori che effettuano le revisioni, verrà sottoposto ad una sperimentazione presso alcune linee prova che simuleranno sul campo le operatività reali di un centro di revisione. Verranno inoltre effettuate verifiche sul software e sulla trasmissione dati per far sì che MCTCNet2 abbia già vissuto una fase operativa ancor prima di essere posto sul mercato.
Il protocollo ha visto l'adesione di tutta la filiera: autorità, costruttori di attrezzature, società di software e operatori dei centri.

torna all'archivio