Condividi su

Articoli - Archivio

03/09/2018
Quattro stagioni: un'offerta in continua evoluzione

All season

 

Cresce la penetrazione sul mercato dei pneumatici “quattro stagioni” le cui caratteristiche si vanno evolvendo rapidamente al fine di offrire un miglior compromesso tra quelli estivi e invernali.

Paolo Ferrini

Bridgestone è l’ultimo grande produttore in ordine di tempo a entrare nel “club dei quattro stagioni” ovvero delle aziende che producono pneumatici All Season. Ci troviamo quindi di fronte a una decisione ben ponderata, il cui risultato, frutto del lavoro dei progettisti (in gran parte italiani) del Technical Center di Castel Romano, si annuncia di prim’ordine, come confermano peraltro i test effettuati da enti indipendenti. Uno degli aspetti più interessanti del progetto è però che Weather Control A005 nasce, come peraltro capita sempre quando si tratta di Bridgestone, dai risultati di una ricerca di mercato condotta in questo caso a livello europeo sulle esigenze e sulle aspettative di 15.000 consumatori nei confronti di un potenziale pneumatico quattro stagioni nel corso della quale è stato chiesto loro quali fossero le sfide quotidiane da affrontare alla guida. “Gli automobilisti vogliono essere sicuri che i pneumatici All Season siano in grado di affrontare tutte le condizioni meteorologiche” spiega Stefano Parisi, amministratore delegato Bridgestone South Region, sottolineando che Weather Control A005 rispetta le norme vigenti tutto l'anno, riportando non solo la marcatura M+S ma anche la certificazione 3PMSF (3 Peak Mountain Snow Flake), “La ricerca ha infatti dimostrato che la sicurezza, in particolare sul bagnato, è la preoccupazione principale per i consumatori europei”.

 

Quota di mercato in aumento

Questo improvviso interesse del produttore mondiale di pneumatici non è ovviamente casuale. In tutta Europa le vendite degli All Season sono in continuo aumento (in Italia rappresentano ormai il 10-15% delle vendite al ricambio). Le motivazioni alla base di questa tendenza del mercato sono essenzialmente di ordine economico e pratico. Se da un lato infatti non tutti possono oggi permettersi di acquistare, conservare e cambiare periodicamente due treni di pneumatici (con i quali magari non effettuano complessivamente più di 20.000 chilometri all’anno), dall’altro l’estate o l’inverno che tardano ad arrivare – per non parlare dei sempre più frequenti improvvisi cambiamenti meteorologici – ci dicono che non c’è un tempo e un luogo per montare o smontare i pneumatici invernali. Una nevicata o una forte grandinata può arrivare in qualsiasi momento e cambiare all’improvviso l’aderenza del fondo stradale.

Inoltre, mentre per certe categorie di utenti il prodotto All Season non è certamente il più indicato, non dobbiamo dimenticare tutti coloro – e sono forse una buona parte degli automobilisti – che si spostano su brevi distanze e con impieghi non particolarmente impegnativi, per i quali disporre di due treni di gomme risulta eccessivamente dispendioso.

Si spiega così la crescente penetrazione sul mercato dei pneumatici “quattro stagioni”, le cui caratteristiche si vanno evolvendo rapidamente al fine di offrire un sempre miglior compromesso tra quelli estivi e quelli invernali, i quali restano sicuramente la soluzione ideale per condizioni di guida estreme, e comunque per tutti coloro che devono spostarsi quotidianamente o quantomeno spesso con strade innevate o ghiacciate.

La ricerca Bridgestone ci dice anche che oggi gli automobilisti europei cercano un prodotto in grado di garantire loro quella mobilità a 360 gradi per cui ha acquistato il suo veicolo e di godersi il viaggio, in qualsiasi stagione. “Per gli automobilisti che cercano la sicurezza, con gli stessi pneumatici, tutto l'anno e indipendentemente dalle condizioni meteorologiche – con il sole, la pioggia o la neve occasionale – abbiamo sviluppato un pneumatico All Season che permette loro di viaggiare senza compromettere la sicurezza. Questo è ciò che abbiamo ottenuto con Weather Control A005”, prosegue Stefano Parisi.

 

La novità della proposta Bridgestone

Presentando il loro nuovo pneumatico quattro stagioni, in Bridgestone parlano volentieri di “mobilità totale” perché il lavoro dei tecnici di Castel Romano e i chilometri di collaudi effettuati in tutte le condizioni di impiego possibili e immaginabili hanno permesso di sviluppare un prodotto che non si limita a garantire sicurezza in ogni stagione dell’anno. Nell’ampia gamma già disponibile sul mercato (68 misure da 15” a 20” subito disponibili alle quali se ne aggiungeranno altre dal prossimo inverno) ce ne sono già 4 con tecnologia DriveGuard (il run-flat Bridgestone di terza generazione) che permette di muoversi per 80 chilometri a 80 km/h anche con un pneumatico forato. Non solo. Il nuovo Weather Control A005 è stato sviluppato per offrire una prestazione elevata anche in termini di resa chilometrica, e garantisce infatti lo stesso chilometraggio di Turanza T005, pneumatico di riferimento nella gamma Touring estiva di Bridgestone, introdotto all’inizio del 2018. Alla base di questo risultato ci sono tra le altre cose il battistrada caratterizzato da un disegno direzionale a “V”, l'innovativa forma a "Z" delle lamelle, il volume delle scanalature sulla spalla, l’ottimizzazione della costruzione della carcassa e della distribuzione della pressione di contatto, oltre alla tecnologia Bridgestone Nano Pro-Tech ad alto contenuto di silice.

 

Principali alternative sul mercato

Il crescente interesse del pubblico verso i pneumatici All Season ha, come detto in apertura, stimolato l’impegno dei produttori del settore che hanno presentato le loro proposte. Fra queste merita una particolare attenzione Michelin CrossClimate, un “estivo dotato di certificazione invernale”, come lo propone Bibendum, che “concentra in un solo pneumatico le tecnologie estive e invernali che in precedenza risultavano incompatibili tra loro”. CrossClimate beneficia infatti di una combinazione di tecnologie di avanguardia su tre componenti indissociabili come l’architettura, la struttura e i materiali. In particolare: le mescole di gomma, la scultura del battistrada e le lamelle autobloccanti.

Parlando di pneumatici All Season non si può non citare Goodyear, che nel lontano 1927 propose per prima un pneumatico di questo tipo cui fecero seguito numerosi altri prodotti fino alla serie Vector lanciata nel 1985. Passo dopo passo si è arrivati all’attuale Vector 4Seasons che combina il disegno SmartTRED del battistrada, un’innovativa mescola termodinamica e speciali lamelle 3D che assicurano eccellenti prestazioni durante tutte le stagioni e in qualsiasi condizione climatica. In estate, gli speciali intagli 3D offrono maneggevolezza e stabilità elevate e una rigidità ottimale del battistrada. Sul bagnato invece il disegno direzionale a “V” del battistrada offre resistenza all’aquaplaning e stabilità direzionale, consentendo un’efficace dispersione d’acqua e fanghiglia. In inverno, infine, trazione su neve e ghiaccio sono garantite dalla mescola ad alto contenuto di silice e dalle lamelle 3D nella fascia centrale del battistrada.

Yokohama ha debuttato sul mercato europeo degli All Season con BluEarth-4S AW21, un pneumatico caratterizzato da un battistrada di nuova concezione in grado di offrire un equilibrio ottimale tra tutte le aree della propria superficie e garantire così tenuta tanto in appoggio curva quanto nella guida alle alte velocità. Le scanalature a “V” divergenti e quelle a incrocio stretto offrono alte prestazioni su fondo bagnato. Oltre all'ampia larghezza del battistrada, i tasselli delle spalle e le lamelle offrono prestazioni affidabili anche su strade asciutte. Per quel che concerne la mescola, l’impiego di un composto polimerico a base di silice migliora le prestazioni su strade bagnate. Inoltre, il suo profilo ampio e piatto contribuisce alle eccellenti prestazioni sull’asciutto e alla resistenza all'usura.

Nel mercato degli All Season Pirelli è presente con Cinturato All Season Plus e con Scorpion Zero All Season. Il primo è disponibile in 8 misure, che coprono il 70% del settore di quelle da 15” a 17” ovvero di quelle che rappresentano la maggior parte del parco circolante di piccole e medie dimensioni, alcune delle quali sono dotate di tecnologia Seal Inside che consente di proseguire la guida anche dopo una foratura. Il secondo è un prodotto UHP per i segmenti premium e prestige del mercato dei SUV. È caratterizzato da un disegno del battistrada asimmetrico con alcuni blocchi conici nella zona della spalla per migliorare il controllo e la risposta in frenata e da quattro ampie scanalature longitudinali assicurano un’eccellente dispersione dell’acqua e riducono il rischio di aquaplaning.

Un cenno particolare merita anche Quatrac 5, quinta generazione del prodotto realizzato da Vredestein una ventina di anni fa, quando presentò il suo primo quattro stagioni, e che abbina al disegno asimmetrico del battistrada le tecnologie utilizzate negli attuali Apollo Vredestein estivi e invernali.

 

Prossimamente sul mercato

L’offerta delle marche premium non si esaurisce qui. Il mercato degli All Season è in pieno fermento. A settembre arriverà ad esempio sul mercato italiano il nuovissimo Hankook Kinergy 4S² che è stato completamente ripensato nella sua quinta generazione. «Per il suo sviluppo la nostra squadra di ingegneri ha potuto contare su oltre vent’anni di esperienza nel settore dei pneumatici per tutte le stagioni» spiega Klaus Krause, direttore del centro di sviluppo Hankook di Hannover. «Il risultato è un prodotto completamente nuovo, che mette a disposizione delle prestazioni particolarmente stabili indipendentemente dalle condizioni atmosferiche e dalle temperature grazie all’innovativa mescola del pneumatico e allo speciale design del battistrada».

I blocchi del battistrada direzionale a forma di “V” fanno presa gli uni negli altri e sono separati da larghe scanalature a due livelli che spostano l’acqua di lato anche in presenza di forti piogge. Questo sistema di drenaggio contrasta l’aquaplaning ed elimina la fanghiglia nevosa dal battistrada, mentre una nuova mescola composta da un’unione di silicio e polimeri ottimizza la presa sul bagnato grazie a una quota elevata di materie prime naturali rinnovabili.

Al momento del lancio sul mercato, Hankook Kinergy 4S² sarà disponibile in 17 misure da 14 a 17 pollici nelle serie da 45 a 65 e larghezze della superficie di rotolamento da 175 a 255 nelle gamme degli indici di velocità T, H ovvero V, W. Dal 2019 la linea sarà ampliata fino a 66 misure da 14 a 20 pollici, in parte con indice di velocità Y.

torna all'archivio