Condividi su

Articoli - Archivio

20/04/2011
Pronti all'apertura tra conferme e novità

In arrivo Autopromotec 2011

 

La rassegna, crocevia internazionale per il mondo dell’aftermarket automotive, si caratterizza con un’ampia presenza internazionale di espositori e delegazioni di buyer e il nuovo progetto AutopromotecEDU: un’arena per l’approfondimento su post-vendita e assistenza.

di Mauro Paternò

Per distinguersi dall'offerta generale vale un fattore ormai imprescindibile: i saloni non possono più considerarsi esclusivamente un insieme di espositori riuniti in alcuni padiglioni fieristici, ma devono proporsi come un vero e proprio crocevia per tutti gli operatori del settore.

 

A meno di un mese dalla prossima edizione di Autopromotec, la più specializzata rassegna internazionale delle attrezzature e dell'aftermarket automobilistico, la cui 24^ edizione biennale si terrà nel quartiere fieristico di Bologna dal 25 al 29 maggio 2011, gli organizzatori possono affermare che i dati relativi agli espositori presenti nell'ultima edizione del 2009 sono confermati con oltre 1.400 aziende presenti in qualità di espositori.
Ad Autopromotec 2011 il 35% di aziende sono estere, a riprova della sempre maggiore internazionalizzazione.
Sul fronte nazionale, è da sottolineare come Autopromotec veda la presenza di tutte le principali associazioni che operano nel comparto aftermarket automotive, siano esse legate alla produzione di veicoli, ricambi e componenti come Anfia e Unrae, operanti nella distribuzione indipendente come Adira o rappresentanti del mondo della rettifica motori come Fir.
Non solo, ad Autopromotec sarà naturalmente presente Federlavaggi con un proprio spazio istituzionale, che vedrà tra l'altro la ratifica di accordi di intesa con associazioni consorelle a livello internazionale; allo stesso modo non mancherà la presenza di tutti gli operatori del settore riuniti sotto le confederazioni di categoria come Cna e Confartigianato, che animeranno workshop specifici. Un capitolo particolare meritano i comparti pneumatici e autoattrezzature, da sempre radice e origine stessa della manifestazione. Questi settori vedranno la presenza di tutte le istituzioni nazionali e internazionali, da Assogomma e Bipaver ad Egea, che verranno accolte dai padroni di casa Airp, Federpneus e Aica.
La presenza di queste organizzazioni è di strategica importanza per Autopromotec, poiché al contempo ne sottolinea il valore come momento di aggregazione qualificato per tutti gli attori della filiera e svolge un ruolo di veicolo comunicativo molto importante verso i propri associati e tutti i segmenti coinvolti.
Fondamentali, per la crescita internazionale, sono stati l'accordo tra Ministero dello Sviluppo Economico, Istituto per il Commercio Estero e Aica ma anche il roadshow di promozione che quest'anno ha toccato varie città del mondo, dal Giappone al Sud e Nord America, per la presentazione della manifestazione e delle sue peculiarità alle più importanti associazioni nazionali e ai principali media locali e che, negli scorsi mesi invernali, è proseguito nelle capitali europee Londra, Parigi e Madrid.
Sempre in ottica internazionale, uno dei focus di Autopromotec 2011 sarà il bacino del Mediterraneo con il suo crescente mercato. L'ultimo ciclo di roadshow internazionali ha fatto tappa, tra febbraio e marzo 2011, proprio in alcune importanti città e capitali dell'area, quali Beirut, Casablanca, Istanbul.
Per quanto riguarda la presenza di delegati esteri, oltre ai gruppi organizzati in collaborazione con Ice, Autopromotec curerà la partecipazione e l'agenda incontri di buyer e dealer provenienti in particolare da Argentina, Brasile e Turchia. Gli espositori verranno avvisati con preavviso circa il profilo dei diversi operatori professionali esteri che costituiranno questi gruppi, in modo da organizzare più efficacemente le diverse agende di incontri professionali.
Il panorama internazionale delle Expo del settore aftermarket automotive vede in atto una dinamica molto particolare: alcuni eventi confermano la loro forza, altri stentano a recuperare l'importanza del passato dopo la crisi mondiale dello scorso biennio. Pare acuirsi la tendenza che vede una progressiva riduzione delle rassegne ritenute strategiche per una partecipazione diretta delle aziende, per lo meno a livello europeo, a vantaggio di nuove partecipazioni negli emergenti mercati asiatici o del Sudamerica.
A maggior ragione, per distinguersi dall'offerta generale vale un fattore ormai imprescindibile: i saloni non possono più considerarsi esclusivamente un insieme di espositori riuniti in alcuni padiglioni fieristici, ma devono proporsi come un vero e proprio crocevia per tutti gli operatori del settore.
A tal fine, occorre predisporre in ogni edizione specifici progetti basati sulle necessità richieste dal mercato.

 

Il progetto AutopromotecEDU

Tra le novità di Autopromotec 2011, ci sarà un'importante iniziativa denominata AutopromotecEDU: un'arena della cultura automotive in cui, nei giorni della rassegna, verranno approfonditi numerosi temi con lo scopo di fornire concreti strumenti di lavoro ai professionisti del settore. Si spazierà dalla formazione alla manutenzione, al marketing non convenzionale, alla sicurezza e agli approfondimenti legati alle normative e alle future tendenze del mercato a livello europeo. Molti di essi, avranno una traduzione simultanea in lingua inglese.
Autopromotec ha comunicato il calendario degli eventi e degli incontri che caratterizzeranno AutopromotecEDU.
AutopromotecEDU rappresenta un'iniziativa nuova per la fiera e assolutamente innovativa anche nell'ambito delle altre manifestazioni mondiali di settore, in grado di porsi come un melting pot di esperienze e professionalità, con lo scopo di aiutare gli operatori nell'attività quotidiana del post-vendita automobilistico e dell'assistenza.
Sarà una vera occasione di confronto e approfondimento delle tematiche del settore che coinvolgerà tutti gli attori del mondo automotive, senza trascurare nessuna categoria e nessun elemento della filiera.
Aprirà la serie di incontri di AutopromotecEDU l'appuntamento con il convegno inaugurale del 25 maggio, durante il quale verranno discussi temi attuali quali il rapporto tra manutenzione, sicurezza e revisioni e che vedrà la presenza di rappresentanti di Anfia, Unrae e del Ministero dei Trasporti e che verrà moderato da un giornalista di prestigio.

 


EAAS 2011
In questo contesto si inserisce anche un altro importante appuntamento, ovvero il simposio europeo dell'aftermarket Eaas11, giunto alla terza edizione, con la partecipazione di esperti ed operatori internazionali del settore, il cui tema sarà "Trends e opportunità dell'aftermarket automotive in Europa".
Eaas11, insieme all'assemblea dell'Associazione Internazionale dei ricambisti Indipendenti Figiefa, oltre a quelle storicamente fissate ad Autopromotec come l'assemblea Egea e quella Bipaver, unitamente a molti altri momenti di approfondimento organizzati durante la manifestazione, confermano quanto Autopromotec sia divenuto il riferimento di istituzioni e associazioni di livello internazionale.
Gli altri workshop in programma ad AutopromotecEDU toccheranno tutti i temi fondamentali e attuali del postvendita grazie alla partecipazione di insigni relatori del mondo accademico e dell'industria, che approfondiranno argomenti quali la qualificazione professionale dell'autoriparatore, la sostenibilità nella filiera, le attività di marketing, anche le più innovative, per la fidelizzazione del cliente.
Tutti gli appuntamenti inseriti nel calendario AutopromotecEDU, che prenderà vita all'interno del padiglione 15, saranno gratuiti previa registrazione all'ingresso: ad ogni modo è fin da ora possibile consultare il calendario aggiornato degli eventi AutopromotecEDU nella sezione dedicata sul sito www.autopromotec.it.
L'appuntamento per tutti gli operatori desiderosi di conoscere le novità di prodotto e le opportunità di business legate a nuovi mercati è dunque a Bologna, dal 25 al 29 maggio 2011.

 

Autopromotec Industrial Vehicles Service 

Autocarro protagonista

Oltre 700 espositori hanno aderito alla iniziativa riservata agli operatori autocarro. Un'apposita guida ed altre iniziative faciliteranno gli incontri tra operatori di questo importante segmento della manutenzione.


Autopromotec 2011 ospiterà una nuova iniziativa denominata Autopromotec Industrial Vehicles Service: un percorso espositivo caratterizzato, una guida esclusiva destinata agli espositori del comparto assistenza e manutenzione ai mezzi dell'autotrasporto, un logo speciale per identificare gli espositori di attrezzature, componenti e ricambi per l'autocarro all'interno dei padiglioni. Numerosi espositori infatti offrono prodotti (attrezzature, pneumatici, ricambi ecc...) e servizi per l'assistenza ai veicoli industriali.
Il nuovo progetto nasce dalla consapevolezza dell'importanza del settore del trasporto merci e della sempre maggiore attenzione che dovrà essere rivolta alla manutenzione in tale comparto.
Con Autopromotec Industrial Vehicles Service si vogliono favorire le relazioni commerciali e ospitare incontri tra operatori, produttori e fornitori autocarro. È stata inoltre prevista una specifica attività convegnistica che coinvolgerà i principali costruttori e le associazioni nazionali ed internazionali del settore.
Autopromotec 2011 manterrà il focus hall-by-hall per permettere ai visitatori di pianificare percorsi personalizzati a seconda degli interessi professionali. L'iniziativa nasce proprio da una richiesta degli stessi espositori coinvolti in questo settore.
 

torna all'archivio