Condividi su

Pneurama Weekly - Archivio

06/02/2020
Progetto SmartBUS, Prometeon fornirà i pneumatici sviluppati per il trasporto elettrico

Prometeon Tyre Group partecipa al programma di sperimentazione di SmartBUS al fianco di E-CO Hev, lo spin-off del Politecnico di Milano attivo nello sviluppo di sistemi innovativi di elettromobilità per la diffusione della mobilità sostenibile. Dopo la collaborazione dello scorso anno a La Spezia, il programma di sperimentazione continua con la messa in strada e circolazione dello SmartBUS nella città di Torino a partire dal 1 marzo, in accordo con Gruppo Torinese Trasporti S.p.A. per un periodo di 3 mesi seguendo il percorso della Linea 19 con la stazione di ricarica in Via Cavalli (Palazzo Giustizia). L’autobus elettrico sarà equipaggiato con i nuovi pneumatici a marchio Pirelli MC: 01TM e-Urban sviluppati da Prometeon per il trasporto elettrico nella misura 275/70 R 22,5, un pneumatico che coniuga alto chilometraggio ed elevata silenziosità con un ridotto consumo carburante, in linea con le esigenze del trasporto urbano sostenibile. “Prometeon è sempre più coinvolta nella ricerca di soluzioni tecnologiche che minimizzino l’impatto ambientale attraverso prodotti sempre più performanti e allo stesso tempo più sostenibili, sia in termini di sicurezza che nel rispetto dell’ambiente ”, ha dichiarato Gregorio Borgo, Chief Operating Officer di Prometeon Tyre Group. Il Presidente della Eco-Hev, l’Ing. Paolo Bernardini, ha dichiarato: “Siamo molto lieti di proseguire la collaborazione con Prometeon al progetto SmartBUS. Dopo il successo di ATC La Spezia, anche GTT Torino - operatore leader del TPL piemontese - accorda fiducia al nostro concetto di mobilità elettrica intelligente. SmartBUS, oltre ad essere sicuro, confortevole, affidabile e conveniente, possiede caratteristiche vantaggiose sia sotto il profilo ambientale che sociale. La sua peculiarità sta nella ricarica veloce senza dover richiedere imponenti infrastrutture in deposito, ma semplici stazioni ai capolinea e senza alcun degrado del sistema di accumulo perché utilizza l’innovativo Ultracondensatore con diverse capacità di autonomia, in grado di rispondere a tutte le esigenze della mobilità urbana.”

 - Archivio

torna all'elenco