Condividi su

Pneurama Weekly

12/04/2018
Porsche e Michelin battono la F1 di Hamilton sul giro della pista a Spa

Nonostante il ritiro dalla classe LMP1 del FIA World Endurance Championship (dove rimarrà presente con una 911 Turbo equipaggiata Michelin Pilot Sport Cup 2, in qualità di Safety Car), Porsche non ha accantonato le 919 hybrid. La casa tedesca si è presentata sul circuito di Spa-Francorchamps con una versione ‘evo’ della 919 hybrid LMP1 che ha trionfato a Le Mans per tre anni di fila insieme al costruttore francese.

La vettura, sviluppata nell’aerodinamica e con speciali pneumatici sviluppati da Michelin, ha siglato il nuovo record sul giro della pista belga con il tempo di 1’41.770.

Neel Jani, pilota ufficiale Porsche a Le Mans, ha quindi battuto il precedente record di Lewis Hamilton dello scorso agosto, grazie al quale il pilota inglese conquistò la pole position del GP del Belgio con la Mercedes di Formula 1 girando in 1’42.553, tempo risultato il migliore di sempre su una vettura di Formula 1 a Spa.

“La 919 è una vettura brutalmente impressionante, ha dichiarato Jani. Sicuramente l’auto più veloce che abbia mai guidato, così veloce che i tempi di reazione sono stati ben diversi rispetto a quelli a cui ero abituato nel WEC. Non siamo stati solamente più veloci della pole di Hamilton in Formula 1, ma abbiamo migliorato qui di ben 12 secondi la nostra ultima pole nel WEC. Sono stati tre giorni molto intensi a Spa: gli ingegneri hanno fatto un ottimo lavoro e le gomme Michelin sono state sensazionali.”

Si tratta di un ulteriore tassello della partnership tecnologica tra Porsche e Michelin, nata nel lontano 1961 e che ancora oggi ha origine nelle competizioni per passare al prodotto di serie, con l’omologazione in primo equipaggiamento di numerosi prodotti sia estivi sia invernali, tra cui il nuovo Pilot Sport 4 S e Pilot Sport Cup2 per le supersportive.

 - Archivio

torna all'elenco