Condividi su

Scuola professionale Federpneus

21/05/2020
Riparare i pneumatici in sicurezza Parte 2

Scuola Professionale Federpneus 

 

Alcune indicazioni illustrate per procedere in modo professionale alle fasi di riparazione

In collaborazione con la Commissione Tecnica Federpneus

La redazione di Pneurama propone ai propri lettori il secondo approfondimento sulla formazione dedicati agli aspetti più tecnici della professione di gommista, realizzati in collaborazione con la Commissione Tecnica Federpneus. La seconda parte, dedicata all’attività di riparazione dei pneumatici, mostra come il lavoro svolto con professionalità serva a garantire la sicurezza del cliente. Svolte le fasi preparatorie si procede a un’accurata riparazione; le foto sono state scattate durante i corsi sulla riparazione organizzati da Federpneus per i propri associati, in collaborazione con Rema Tip Top.

 

La misurazione con dima serve per la riparabilità della zona battistrada, con combi/fungo

ed eventuale percentuale dell’inclinazione del foto per la verifica del danno.

 

L’individuazione della zona interna forata con la segnalazione a croce è necessaria per effettuare la centratura del combi/fungo

sul danno.

 

L’alesatura del foro con fresa in proporzione al danno deve seguire la direzione del danno.

 

L’aspirazione del pulviscolo interno va effettuata prima e dopo le varie operazioni.

 

L’uso del raspatore chimico per la pulizia silicone/innerliner serve per predisporre alla raspatura con fresa.

 

La raspatura con la fresa e la preparazione dell’area di riparazione va effettuata in rapporto alle dimensioni del rappezzo. (Attenzione a non asportare il liner durante l'operazione).

 

Stesura del chimico nell'area debitamente preparata con conseguente attesa del tempo necessario all'attivazione.

 

Prima dell'introduzione del combi/fungo va aggiunta del cement nel foro. (Lubrificazione foro).

 

Inserimento del combi/fungo nel foro debitamente preparato.

 

Estrazione del combi/fungo dall'esterno fino a farlo aderire.

 

Effettuare la rullatura sulla base del combi/fungo.

 

Riparazione completata. L’ultimo passaggio da eseguire è l’applicazione del sigillante innerliner nella parte della raspatura eccedente il rappezzo.

 

Ripristino del sigillante innerliner nella parte di raspatura eccedente il rappezzo.

 

“I corsi di formazione professionale per gommisti, riservati ai soci Federpneus, riprenderanno a settembre 2020 presso la sede della federazione di Bologna. Nei prossimi incontri la Commissione tecnica di Federpneus approfondirà ulteriori aspetti legati alla riparazione di pneumatici per autovetture, trasporto leggero e veicoli industriali”.

Archivio