Condividi su

Dai nostri partner - Archivio

08/05/2019
Vacu-Lug punta a una crescita del 20% nei prossimi due anni

Harjeev-Kandhari, amministratore delegato del gruppo Zenises

David Wilson • Retreading Business

Il Gruppo Zenises ha annunciato a fine luglio l’acquisizione del ricostruttore britannico Vacu-Lug Traction Tyres. Parlando con Retreading Business dalla sua sede nel Regno Unito, Harjeev S Kandhari, amministratore delegato di Zenises, ha espresso la sua convinzione di un futuro positivo in Europa per la ricostruzione e si è impegnato ad ammodernare lo stabilimento della società a Grantham e ad aggiungere nuovi macchinari e attrezzature nel sito inglese nei prossimi anni. Inoltre, al momento dell’acquisizione Zenises ha effettuato diversi investimenti di capitale in attrezzature e tecnologia al fine di assicurarsi che Vacu-Lug emerga come il più avanzato ricostruttore indipendente in Europa in futuro.

 

Qual è stato il pensiero dietro all’acquisizione di Vacu-Lug?

“Crediamo che Vacu-Lug sia una realtà molto ben gestita con un grande potenziale di crescita. Crediamo che far parte della famiglia Zenises offrirà a Vacu-Lug lo spazio e gli strumenti per raggiungere questa crescita”.

 

Può dirci qualcosa dei volumi attuali di ricostruzione di Vacu-Lug e i vostri obiettivi per il prossimo futuro?

“Lavoriamo oltre 230.000 carcasse l’anno e vogliamo crescere del 20% nei prossimi due anni. L’azienda è il maggiore ricostruttore indipendente in Europa e controlla una delle maggiori quote del mercato europeo”.

 

Ci sono piani di espansione o di investimento per ingrandire lo stabilimento del sito inglese?

“Abbiamo effettuato importanti impegni di capitale con Vacu-Lug e intendiamo sia espandere che ammodernare lo stabilimento. Al momento siamo nella fase di pianificazione con il comitato per gli investimenti del consiglio di amministrazione di Vacu-Lug”.

 

C'è qualche piano per aggiungere nuovi macchinari nel sito esistente nel 2019?

“Sì, ma non è ancora finalizzato poiché siamo ancora nel mezzo del piano spese biennale”.

 

Vacu-Lug ricostruisce su licenza in 32 paesi. Avete dei piani per aprire nuovi mercati?

“No, non ancora. Siamo concentrati sul mercato del Regno Unito”.

 

Che cosa rende unico il sistema di fleet management VMS?

“Il sistema VMS permette a Vacu-Lug di gestire oltre 30.000 veicoli, rimorchi e macchinari a livello nazionale. Raccoglie informazioni dettagliate su tutti pneumatici e i servizi, compresi i dettagli sulle transazioni e sui ricavi per ogni singola ruota. Offre una soluzione agli autotrasportatori che necessitano di un servizio pneumatici affidabile che garantisca sicurezza ed efficienza in ogni circostanza. Il sistema consente ai clienti di visualizzare e analizzare i dati delle flotte in tempo reale, con dei report completi sull’uso dei pneumatici per ogni veicolo e rimorchio, e permette una tracciabilità del 100%. Il sistema VMS permette di gestire 320 spedizioni al giorno, consentendo ai clienti di accedere ai dati dei pneumatici delle loro flotte ovunque e in qualsiasi momento. L’usabilità è stata ulteriormente migliorata nel 2017, quando Vacu-Lug è stata la prima, nel settore, a rilasciare un’app per la gestione mobile dei pneumatici (VMS Mobile), ponendosi come riferimento per l’intera industria”.

 

Qual è il numero di clienti VMS? Avete obiettivi per incrementarli?

“Abbiamo oltre 75 contratti, che gestiscono circa 30.000 beni. I contratti dalle 50 alle 2.500 macchine/rimorchi. Oltre a questi, seguiamo altri 75 contratti diretti a cui forniamo i nostri pneumatici ricostruiti. Gestiamo anche flotte OTR nel settore cave e cantieri. Ci sono diversi obiettivi di crescita, ma si tratta di un lungo processo che il team commerciale dovrà seguire”.

 

Cosa pensa del futuro della ricostruzione in Europa?

“Con le misure antidumping sui prodotti cinesi, credo che il futuro per la ricostruzione sarà ottimo in Europa. Credo anche con la crescita della consapevolezza ambientale in Europa, le industrie che come noi sono amiche dell’ambiente avranno grandi benefici”.

 

Riproduzione riservata – Diritti Retreading Business.

torna all'archivio