Condividi su

L'Editoriale - Archivio

CI VORREBBE UN ANGELO

Renzo Servadei

Uno dei film cult degli anni ’70 è Grease. Lo abbiamo visto tutti. Vi chiederete cosa “ci azzecchi” con il nostro settore. Ve lo illustro immediatamente. Recentemente ne è stato realizzato un remake, “Grease live” fatto peraltro molto bene, dove insieme ai vecchi successi è stato inserito un nuovo assolo, “All I need is an angel”, ovvero “tutto ciò che mi serve è un angelo”. Lo interpreta Frenchy, la ragazza che – ricorderete tutti – si è ritrovata a un certo punto con i capelli rosa perché ha sbagliato nel suo lavoro presso un centro di bellezza e vorrebbe appunto un angelo che gli suggerisca quale strada intraprendere nel proprio futuro.

Tante volte, nel nostro lavoro, di fronte alle complessità delle scelte vorremmo qualcuno che magicamente ci indicasse la strada giusta per portare avanti la propria attività. Purtroppo, film a parte, nella realtà non ci appare nessun angelo a dirci dove indirizzare i nostri investimenti, quali azioni commerciali e di marketing privilegiare e spesso nemmeno gli esperti e i ritenuti tali sanno indicarci strade che creino effettivamente valore per le nostre imprese. Le decisioni le dobbiamo assumere noi, cercando di capire in prima persona quali sono le idee che circolano, le nuove tecnologie, confrontandoci con colleghi che hanno intrapreso determinate azioni e vedendo cosa c’è di nuovo sul mercato, cosa funzionerà nei prossimi anni. Non esiste nemmeno un negozio dove acquistare le idee.

E allora, dove trovare le indicazioni su quale strada intraprendere? Esiste un luogo dove si può trovare tutto questo ed è la rassegna Autopromotec. Quest’anno sarà un’edizione molto speciale per il settore gomma, perché sono presenti praticamente tutti gli attori sia per quanto riguarda le case sia per quanto riguarda le attrezzature. Vi saranno inoltre anche altri tipi di suggestione, come la rappresentazione dell’Officina 4.0, dove diversi protagonisti ci faranno capire come il mondo dell’auto connessa, insieme a inevitabili elementi di incertezza, potrà rappresentare un’ottima opportunità per coloro che sapranno calarsi in questa nuova realtà.

Per finire, un paio di istruzioni per l’uso. Vista la mole impressionante dell’offerta, il numero degli espositori anche quest’anno batterà ogni record, probabilmente un solo giorno in fiera non basterà per fare al meglio le proprie valutazioni. Un secondo consiglio. Se avete un figlio che ha in animo di continuare la vostra attività portatelo con voi. Per i giovani della “generazione internet” infatti Autopromotec 2017 sarà piena di proposte che potranno farli appassionare ancora di più al lavoro di Rivenditore specialista, che in futuro diventerà sempre più specialista. Buona fiera a tutti. 

torna all'archivio