Condividi su

Normative: Fisco

30/12/2016
FISCO - Legge di Bilancio 2017

A cura di Alberto Piombo Dott. Commercialista

 

La legge di Bilancio 2017 è al momento ancora in una fase embrionale, l’iter di approvazione è stato infatti appena intrapreso e le modifiche che potranno caratterizzare il disegno di legge sono molteplici. Tuttavia è già possibile trarre alcune indicazioni di cui è opportuno tenere conto anche per il 2016.

 

Assegnazioni e cessioni agevolate di beni ai soci

È prevista la riapertura dei termini per l’assegnazione, la cessione agevolata di beni ai soci, la trasformazione in società semplice e l’estromissione degli immobili strumentali dell’imprenditore individuale. Le operazioni in questione potranno essere attuate successivamente al 30 settembre 2016 ed entro il 30 settembre 2017, versando le imposte sostitutive entro due scadenze:

il 60% entro il 30 novembre 2017

il residuo 40% entro il 16 giugno 2018.

 

Auto, acquisto agevolato entro fine anno

Saranno riproposti i superammortamenti al 140% per i beni strumentali e verranno introdotti gli iperammortamenti al 250% per gli investimenti a elevato contenuto tecnologico.

Tuttavia tali agevolazioni non si applicheranno più all’acquisto di autoveicoli. Pertanto chi al momento sta valutando di cambiare auto, deve tenere in considerazione che la maggiorazione del costo della stessa ai fini fiscali si applicherà alle autovetture acquistate entro la data ultima del 31 dicembre prossimo.

Si ricorda che per stabilire se l’acquisto è agevolabile o meno è necessario avere riguardo al momento della consegna dell’auto, indipendentemente dal pagamento. Potrà pertanto beneficiare del superammortamento l’auto consegnata il 31 dicembre 2016, mentre ne sarà esclusa l’auto consegnata nel 2017, ancorché pagata nel 2016.

 

Riapertura dei termini per la rivalutazione di partecipazioni e terreni

Anche per il 2017 sarà consentito a persone fisiche, società semplici, enti non commerciali e soggetti non residenti privi di stabile organizzazione in Italia di rivalutare il costo o valore di acquisto delle partecipazioni non quotate e dei terreni posseduti alla data del 1° gennaio 2017, al di fuori del regime d’impresa.

In caso di cessione a titolo oneroso il beneficio fiscale si sostanzia nel ridurre, in tutto o in parte, la plusvalenza tassabile. Questo avviene assumendo, in luogo del costo o valore di acquisto, il valore risultante da perizia di stima redatta da un professionista abilitato entro il 30 giugno 2017, data entro la quale va assolta anche l’imposta sostitutiva dell’8% dell’intero valore rivalutato

Torna alle normative