Condividi su

Normative: Fisco

07/04/2011
FISCO - Elenco soggetti autorizzati alle iniziative intracomunitarie

a cura del Dott. Commercialista Alberto Piombo

È di poco tempo fa l'emanazione del provvedimento che fa seguito alle novità introdotte con il D.L. 78-2010, con particolare riferimento agli adempimenti necessari per poter porre in essere operazioni intra comunitarie.
Il presupposto per poter porre in essere tali operazioni è l'acquisizione dello status di soggetto comunitario che, ai fini Iva e secondo il nostro ordinamento, si concretizza nell'inserimento della partita Iva nell'archivio informatico c.d. VIES.
Fino ad oggi tale inserimento era automatico nel senso che accadeva, quale effetto immediato e diretto, alla dichiarazione di apertura della partita Iva.
Come del resto stabilito dal provvedimento sopra richiamato, "entro la data del 28 febbraio 2011, dall'archivio dei soggetti autorizzati alle operazioni intracomunitarie sono esclusi (quindi non potranno più effettuare operazioni intra) coloro che non abbiano presentato elenchi INTRASTAT negli anni 2009 e 2010 o che, pur avendoli presentati, non abbiano presentato la dichiarazione Iva 2010 (sul 2009).
Questi soggetti, qualora intendano porre in essere operazioni intracomunitarie, possono richiedere l'inclusione nel suddetto archivio, mediante istanza in forma libera, da presentare ad un qualsiasi ufficio delle entrate. L'iscrizione avviene decorsi 30 giorni.
In sostanza vi sono due tipologie di soggetti:
1) Nella prima categoria rientrano quelli che hanno presentato gli elenchi Intrastat per il 2009 e per il 2010 e che hanno ovviamente presentato dichiarazione Iva.
Orbene per costoro non c'è alcun adempimento in quanto il loro nominativo continuerà a restare nell'archivio;
2) Nella seconda categoria rientrano tutti gli altri.
Per questi si dovrà verificare attentamente se esistono i presupposti affinché pongano in essere operazioni comunitarie e, in caso affermativo, presentare l'istanza per poter ottenere il mantenimento dell'iscrizione nell'archivio. Diversamente non potranno più fare nessuna operazione intracomunitaria. Nel dubbio suggerirei comunque di procedere con istanza.

Torna alle normative