Condividi su

Normative: Fisco

10/11/2014
FISCO - Requisiti obbligatori delle schede carburante

A cura del Dott. Commercialista Alberto Piombo

La Corte di Cassazione, con la recente sentenza n. 16.338 del 17 luglio 2014, ha ribadito il consolidato principio di diritto per cui la possibilità di detrarre dall’imposta sul valore aggiunto dovuta quella assolta per l’acquisto di carburanti destinati ad alimentare i mezzi impiegati per l’esercizio dell’impresa è subordinata al fatto che le cosiddette “schede carburanti”, che l’addetto alla distribuzione è tenuto a rilasciare, siano complete in ogni loro parte.

Ciò implica che la scheda carburante, per ogni singolo rifornimento, deve riportare la firma dell’esercente, la data e l’ammontare del corrispettivo al lordo dell’imposta sul valore aggiunto, nonché, a mezzo di apposito timbro, i dati e l’ubicazione dell’impianto stesso.

La sottoscrizione costituisce elemento essenziale senza il quale la scheda non può assolvere alla finalità prevista dalla legge.

Torna alle normative