Condividi su

Normative: Fisco

10/12/2013
FISCO - Deducibilità dei compensi corrisposti agli amministratori

A cura del Dottore Commercialista Alberto Piombo

La Cassazione, con un recente intervento (sent. 17673/2013) è ritornata sul tema dei compensi degli amministratori di società di capitali, ribadendo la necessità che tali compensi siano deliberati espressamente dall’assemblea, ai fini della deducibilità degli stessi.
Nel tempo infatti aveva preso piede un orientamento della Cassazione, peraltro minoritario, secondo cui era sufficiente l’approvazione del bilancio dell’esercizio in cui i compensi erano stati attribuiti e quindi contabilizzati a conto economico. Tale impostazione avrebbe come conseguenza una semplice ratifica da parte dei soci sull’auto attribuzione dei compensi determinati dagli amministratori.
Bene ha fatto quindi quest’ultima sentenza nel mettere fine (si spera!) a queste  impostazioni non corrette, statuendo che “il compenso dell’amministratore di società di capitali non è deducibile dall’impresa in assenza di una specifica delibera dell’assemblea. Infatti il beneficio fiscale è ammesso solo nel caso in cui il pagamento in favore dei manager sia prestabilito nello statuto o nel consesso dei soci”.
È inoltre il caso di ricordare di convocare l’Assemblea dei Soci entro il 31/12/2013 per deliberare sui compensi degli Amministratori, qualora siano stati corrisposti compensi senza una precedente delibera che esplichi i suoi effetti anche per l’anno 2013.

Torna alle normative