Condividi su

Pneurama Weekly

02/08/2021
Pneumatici ricostruiti, incrementata del 30% la riserva d'acquisto per le pubbliche amministrazioni

Buone notizie per il settore dei pneumatici ricostruiti. Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 30 luglio della Legge 29 luglio 2021, n. 108 è entrata in vigore la norma che vincola le amministrazioni dello Stato, delle regioni, degli enti locali e i gestori di servizi di pubblica utilità, pubblici e privati, a riservare ai pneumatici ricostruiti almeno il 30% degli acquisti di pneumatici di ricambio. Non solo la nuova norma amplia la quota superando il 20% previsto dalla precedente normativa del 2001, ma inserisce anche un ulteriore novità: la possibilità, qualora non venga rispettata la quota di almeno il 30%, di chiedere l’annullamento della procedura per la parte riservata all’acquisto di pneumatici ricostruiti. Un elemento in più a favore degli operatori del settore che possono così far rispettare la normativa da parte delle pubbliche amministrazioni, spesso poco attente alle quote. Infatti, stando a un’indagine condotta qualche tempo fa dall’AIRP (Associazione italiana ricostruttori di pneumatici) soltanto il 35% delle amministrazioni interpellate e obbligate per legge a rispondere all’atto di interpello aveva documentato il rispetto della normativa. Il risultato dell’atto d’interpello, come è emerso dai dati raccolti dall’AIRP, è stato che ben il 65% delle amministrazioni pubbliche tenute a riservare il 20% dei loro acquisti di pneumatici di ricambio ai ricostruiti non lo faceva, o quanto meno non ne ha dato evidenza. La nuova misura è stata presentata come emendamento dall'onorevole Gianluca Benamati in fase di conversione del decreto-legge 31 maggio 2021, n. 77, recante governance del Piano nazionale di ripresa e resilienza e prime misure di rafforzamento delle strutture amministrative e di accelerazione e snellimento delle procedure. La norma di interesse per il settore dei pneumatici ricostruiti è l’articolo 35, comma 3-bis: nel testo si legge che il comma 14 dell’articolo 52 della legge 28 dicembre 2001, n. 448, è sostituito dal seguente: «14. Per finalità di tutela ambientale, le amministrazioni dello Stato, delle regioni e degli enti locali e i gestori di servizi pubblici e di servizi di pubblica utilità, pubblici e privati, nell’acquisto di pneumatici di ricambio per le loro flotte di autovetture e di autoveicoli commerciali e industriali, riservano all’acquisto di pneumatici ricostruiti una quota almeno pari al 30 per cento del totale. Se alla procedura di acquisto di due o più pneumatici di ricambio di cui al primo periodo non è riservata una quota di pneumatici ricostruiti che rappresenti almeno il 30 per cento del numero complessivo degli pneumatici da acquistare, la procedura è annullata per la parte riservata all’acquisto di pneumatici ricostruiti. Le disposizioni del presente comma non si applicano agli acquisti di pneumatici riguardanti i veicoli di emergenza, i veicoli in uso al Ministero della difesa e i veicoli delle Forze di polizia». Il pdf della Gazzetta Ufficiale del 30 luglio 2021 è disponibile al seguente indirizzo: 

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2021/07/30/181/so/26/sg/pdf
L’articolo sopra citato si trova a p. 67 del documento.

 - Archivio

torna all'elenco