Condividi su

Pneurama Weekly

28/09/2018
Pneulife chiama a raccolta anche i Pfu più nascosti

Un Dna unico nasce dall’esperienza consolidata di un sistema di consorzi che dal 2006 opera sviluppando filiere totalmente tracciate e certificate per garantire ai soci e ai loro clienti, la condizione di rischio zero. L’esperienza comincia con i Raee (Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) e i consorzi Ecoped e Ridomus voluti da aziende del settore elettrodomestici come Delonghi, Mulinex e Termozeta.

Nel 2010 è la volta di Ecopower che apre al mercato dell’automotive con le batterie esauste al piombo per arrivare poi agli altri rifiuti generati dalle attività di autoriparatori e car dealer. Al centro del sistema, un modello innovativo, ancora unico a livello europeo, per condividere e trasferire tutte le competenze maturate e permettere lo sviluppo di filiere speciali quali per esempio quella dedicata agli airbag e alle batterie al litio tutte protette da protocolli di garanzia della legalità. Quando la gestione dei Pfu comincia a manifestare criticità nei processi di valorizzazione delle risorse naturali che diventeranno materie prime seconde e nella raccolta che dovrebbe raggiungere in modo omogeneo ogni parte di Italia, il sistema Ecoped è già pronto per fare qualcosa di concreto.

È il 2016 e come racconta Giuliano Maddalena, amministratore delegato del consorzio Pneulife Yokohama e Magri Gomme, viene scelto proprio questo sistema per dare vita insieme a qualcosa che nessuno ha ancora realizzato. Si comincia da una struttura pensata per erogare i servizi previsti senza limiti geografici, raggiungendo anche i punti vendita delle aree del centro e sud Italia spesso trascurate per gli elevati costi di gestione e per portare al minimo il processo di termovalorizzazione. I Pfu non devono uscire dai percorsi previsti dalla legge, in ballo c’è la reputazione dei brand dei soci in fatto di ambiente. La filiera creata da Pneulife garantisce la totale tranquillità e aiuta tutti i punti vendita ovunque essi siano.

 - Archivio

torna all'elenco