Condividi su

Pneurama Weekly - Archivio

01/04/2020
Pirelli, Brembo e il miliardario cinese Niu Yishun entrano nell'azionariato del gruppo della P lunga

Brembo entra in Pirelli. Il gruppo controllato da Alberto Bombassei e attivo nella produzione di sistemi frenanti ha annunciato di aver acquistato una quota del 2,43 della società guidata da Marco Tronchetti Provera. Ma non è l’unica novità. Infatti, oltre a Brembo si è registrato anche l’annuncio di Niu Yishun, miliardario cinese fondatore del Hixih Rubber Industry Group, già partner di Pirelli con una joint venture iniziata nel 2005, di realizzare una partecipazione all’interno dell’azienda della P lunga. Secondo le comunicazioni Consob, Niu è entrato nel capitale Pirelli con un potenziale del 5,19 per cento attraverso la controllata Longmarch Holding. Oltre all’ingresso dei due nuovi soci in Pirelli c’è poi da segnalare anche la decisione di ChemChina, già azionisti del gruppo milanese, di rafforzare la loro posizione al 46,036% per cento acquistando nell'ultima settimana, attraverso Marco Polo International, lo 0,5 per cento.

È notizia di ieri poi la decisione di Pirelli di sottoscrivere con un pool di primarie banche italiane e internazionali una nuova linea di credito da 800 milioni di euro con scadenza a 5 anni. La nuova linea bancaria è interamente “sustainable”, ossia parametrata agli obiettivi di sostenibilità economica e ambientale del gruppo. Questo nuovo finanziamento, che sarà principalmente utilizzato per rimborsare debito esistente, permette al gruppo di aumentare ulteriormente la già consistente copertura delle proprie scadenze di debito finanziario almeno fino ai prossimi 3 anni circa a condizioni economiche leggermente migliorative rispetto a quanto rappresentato nel Piano Industriale. Nei giorni scorsi Pirelli ha, inoltre, allungato la scadenza di una linea di credito da 200 milioni di oltre un anno portandola a settembre 2021, rispetto all’originaria scadenza fissata nel mese di giugno 2020.

 - Archivio

torna all'elenco