Condividi su

Articoli - Archivio

24/06/2021
Perché tutto scorra

Magneti Marelli

 

Da Magneti Marelli Parts & Services arriva una nuova linea di oli lubrificanti, sviluppata con Shell e destinata alla rete Checkstar e alla distribuzione attraverso i ricambisti

Massimo Condolo

Un nuovo olio motore arriva sul mercato. Si chiama Oiltek e nasce dalla collaborazione tra Magneti Marelli Parts & Services e Shell; oltre che essere fornito alle 1800 officine della rete Checkstar (per le quali costituisce un completamento dell’offerta di prodotti di consumo), viene commercializzato dal network di ricambisti dell’azienda. “Abbiamo scelto Shell come partner”, spiega Aldo Porro, head of product management di Magneti Marelli Parts & Services, “per la sua capacità produttiva e per le indiscusse capacità tecnologiche. Gli oli Oiltek nascono da specifiche Marelli; non sono quindi un semplice rebranding di un prodotto già esistente. Hanno come riferimento il parco circolante europeo, sul quale coprono sia le applicazioni su veicoli con motori e sistemi post-trattamento delle ultime generazioni come i diesel Euro 6 stage D sia i casi più comuni di veicoli più datati”. Hanno come base oli prodotti in Europa, con un’additivazione specifica realizzata con prodotti di livello premium. Possono essere utilizzati per i tagliandi fuori rete ufficiale in quanto rispettano molte specifiche dei marchi di Case quali BMW, Daimler, Ford, Renault-Nissan, Stellantis e Volkswagen oltre che le norme Acea, Api e Sae. Le applicazioni per motori più tecnologici sono coperte dalla gamma Performance, che copre le specifiche Acea A3, B3, A4, A5, B5, C2, C3, C4 e C5; quelle per le auto di classe ecologica più bassa dalla gamma Expert (Acea A1 e B1). Ogni confezione riporta in un riquadro specifico le approvazioni degli enti internazionali e delle Case. Un QR Code permette di consultare immediatamente le schede di sicurezza e quelle tecniche; le indicazioni di sicurezza sono riportate anche sul retroetichetta sfogliabile.

 

Dieci formulazioni, quattro formati

Tutte e cinque le gradazioni a catalogo riducono gli attriti e puntano alla pulizia del motore. Sono a base sintetica, eccetto la 10W40 che è a base semisintetica. L’offerta parte dal 5W30 che è richiesta da circa un terzo del mercato, prosegue con le 5W40 e 10W40 che coprono gran parte delle applicazioni degli ultimi due decenni (50% del mercato circa) e prosegue con le due low Saps a bassa viscosità a freddo, 0W20 e 0W40 adatte ai motori di ultimissima generazione con sistemi di post-trattamento complessi e che oltre a ridurre i consumi abbattono di conseguenza le emissioni di anidride carbonica, contribuendo a raggiungere il target di meno di 95 grammi al chilometro. I formati disponibili sono quelli classici dei lubrificanti motore: taniche in plastica da 1, 4 e 5 litri (la 4 litri è richiesta soprattutto in Italia, anche se la richiesta si sta spostando verso la 5 litri anche a causa dell’aumento delle cilindrate medie dei motori) e fusto metallico da 209.

 

Pensati per l’Europa

Per la gamma Oiltek, spiega il responsabile del mercato Sud Europa Andrea Anfossi, “Abbiamo non solo studiato un nome internazionale, facile da ricordare e pronunciare in qualsiasi lingua europea (per ora è distribuita in Italia, Polonia e Spagna, altri paesi seguiranno), ma abbiamo curato l’immagine attraverso una grafica accattivante e predisposto cartellonistica e ambienti d’attesa in officina (per esempio con le poltroncine ricavate dai fusti da 209 litri) per comunicare i valori del brand all’automobilista”. Il cliente di riferimento per Magneti Marelli Parts & Services è il ricambista, e la logistica segue quella dei componenti: ai magazzini di Novara, Pero (MI), Padova, Roma e Cagliari si affianca quello di Lodi, nato in collaborazione con un’azienda specializzata nella distribuzione dei lubrificanti. Le consegne sono gestite con un “giro” che comprende due passaggi giornalieri, con trasportatori e veicoli dedicati a questo compito in quanto i lubrificanti sono soggetti alle norme sul trasporto stradale dei prodotti pericolosi e a quelle sui trasporti di materiali soggetti ad accise; serve quindi un’organizzazione specifica. Il Sud Italia invece è coperto dagli storici distributori e ricambisti locali. Il sistema logistico permette nella maggior parte dei casi di avere gli oli entro il giorno successivo a quello dell’ordine. Il fabbisogno normale delle officine, spiega ancora Anfossi, “è di avere pronti due fusti per le gradazione più richieste e un mix di taniche delle altre”. Questo permette di non sottostare alle licenze per lo stoccaggio che servono quando il materiale supera i 500 kg.

 

Posizionamento In Fascia Alta

Immagine e packaging nero con caratteri in oro sottolineano il posizionamento da alto di gamma, così come la scelta di non avere una “combinazione” nel marchio: Oiltek è un prodotto Magneti Marelli, con un’identità propria, degno della fiducia che meccanico e automobilista ripongono in un marchio storico della componentistica italiana. Nonostante il mondo dei lubrificanti sia molto competitivo, Magneti Marelli non ha puntato su un prodotto a basso prezzo: il posizionamento è pari a quello dei brand premium della lubrificazione motore. La differenza nasce dall’abbinata tra qualità e servizio: tra gli strumenti per la ricerca dell’olio giusto, per esempio, c’è il Lubefinder, strumento on line che permette di individuarlo con la targa del veicolo. A questo si aggiunge un call center con una sezione dedicata alle esigenze della lubrificazione e altri strumenti digitali come i citati sito e QR Code. Questo permette di colmare e superare eventuali gap dovuti a lacune di conoscenza del mondo lubrificanti da parte dei ricambisti: non tutti sono infatti esperti in questo settore. Il lancio sul mercato è stato seguito da consegne di prodotti con un’attenta regia che ha badato molto all’immagine, con furgone brandizzato e personale in divisa Oiltek. Ancora in tema di “digitalizzazione dell’olio”, il nuovo prodotto è stato promosso soprattutto tramite i canali social di Magneti Marelli Parts & Services. Le prime consegne sono state un’occasione per un breve training del personale tenuto da figure specializzate dell’azienda e per la consegna di totem, poster, espositori e delle vasche di contenimento indispensabili per lo stoccaggio in officina.

torna all'archivio