Condividi su

Articoli - Archivio

07/05/2019
Partita la sperimentazione delle auto autonome anche in Italia

Smart Road

 

Approvata all'unanimità la prima domanda di autorizzazione alla sperimentazione di veicoli a guida autonoma sulle strade pubbliche italiane per le Smart Road

Diego Barbera giornalista/ Wired

È stata approvata positivamente e all’unanimità la prima domanda di autorizzazione alla sperimentazione di veicoli a guida autonoma sulle strade pubbliche italiane come comunicato dall’Osservatorio tecnico di supporto per le Smart Road del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Un passaggio ampiamente pronosticato, ma comunque era da ottenere per avviare l’iter che porterà le auto autonome a entrare gradualmente in carreggiata anche nel bel paese nei prossimi anni.

Il trend delle auto a guida autonoma è uno degli ambiti sui quali le società tecnologiche e automotive stanno puntando a testa bassa per il futuro, poggiandosi sulle innovazioni in ambito di rilevazione dell’ambiente (con pedoni, componenti nel traffico e segnali) e su azioni automatiche e repentine in caso di pericolo. Il tutto supportato dall’avvento della tecnologia 5G che connetterà il mondo ad alta velocità e bassa latenza.

La decisione dell’Osservatorio tecnico di supporto per le Smart Road dello scorso 22 marzo ha così autorizzato il primo passo verso l’autorizzazione alla guida autonoma su strada, previsto dal DM 70/2018, partendo da una necessaria prima fase di sperimentazione. In questo ambito, infatti, non è previsto margine d’errore perché quando qualcosa va storto viene implicata la sicurezza e la vita non solo dei passeggeri della vettura in questione, ma anche delle altre vetture, moto, bici e pedoni presenti in strada. Insomma, serve tempo e tanta esperienza per acquisire la necessaria maturità che permetterà – in un futuro non troppo lontano – alle auto di muoversi in autonomia per le strade del mondo. A proposito di auto a guida autonoma, recentemente Tesla ha presentato la nuova Model Y che è già configurabile anche da noi in Italia con l’opzione più avanzata dell’autopilot che dona una certa autonomia alla vettura.

Ma sono tante le società impegnate in questo settore da BMW alla cinese Nio. Al recente Ces 2019 di Las Vegas molte delle migliori vetture (persino moto) puntavano decise in questa direzione.

torna all'archivio