Condividi su

Diritto & Rovescio - Archivio

04/11/2013
PRIVACY - Applicazione della normativa alle nuove forme di "spam"

A cura del Dottore Juri Torreggiani - Consulente privacy

Nelle linee guida, il Garante ha voluto dedicare un capitolo a parte alle nuove tipologie di marketing che usufruiscono delle notevoli potenzialità di Internet e delle innovazioni tecnologiche più recenti.
Il Garante ha quindi stabilito, al fine di prevenire ed evitare un uso indiscriminato e illegittimo di dati personali, che è necessario il preventivo e specifico consenso del destinatario anche per inviare messaggi promozionali agli utenti dei social network (Facebook, Twitter, ecc.), ad esempio pubblicandoli sulla loro bacheca virtuale, o agli utenti di altri strumenti o servizi, quali Skype, WhatsApp, Viber, Messenger, ecc.
La circostanza che i dati siano agevolmente accessibili in Rete non implica che i medesimi possano essere indiscriminatamente impiegati per inviare comunicazioni promozionali.

torna all'archivio