Condividi su

Articoli - Archivio

21/02/2013
PER ADRENALIN L'OBIETTIVO SOFT TUNING

INTERVISTA A GUY OLIVIER DUCAMP, DIRETTORE VENDITE CONSUMER BRIDGESTONE SOUTH EUROPE
Presentato in sordina circa un anno fa, l’Uhp estivo Potenza Adrenalin Re002 torna alla ribalta: non più riservato solo alla rete First Stop, si apre alla rivendita dell’alto di gamma rivolgendosi ai proprietari di vetture piccole e medie amanti della guida sportiva, promettendo grinta e divertimento

Francesco Lojola

UNA PRIMA PARTENZA con i First Stop come unico canale di rivendita per avvantaggiare e dare uno strumento di diversificazione al family network tradottasi in un provvidenziale test preliminare per saggiare il terreno e individuare il posizionamento più appropriato. Poi, esaurite le riserve legate all’eventualità di una concorrenza interna alla gamma e compresa la possibile consistenza di un target ampio, la decisione di affrontare il mercato a viso aperto.
“Le cautele della vigilia – spiega Guy Olivier Ducamp, direttore vendite consumer Bridgestone Europe South Region – in base alle quali avevamo optato nel 2011 per un approccio protettivo del prodotto, sono venute meno man mano che la cannibalizzazione rispetto al modello Potenza S001 è apparsa come un’ipotesi remota. Del resto, l’Adrenalin Re002 non è un pneumatico adatto alle supersportive di grossa cilindrata, cui è invece destinato l’S001, ma si candida invece alle vetture piccole e medie i cui proprietari, soprattutto giovani, amano guidare in modo brillante e sportivo”. Una copertura Uhp destinata a soddisfare chi si trova al volante delle pepate Fiat 500 Abarth, Ford Fiesta Rs, Alfa Romeo Gt o Opel Astra, e al tempo stesso capace, nell’idea dei progettisti, di contribuire a trasformare l’indole di un’auto, quando si voglia tirarne fuori la grinta. Sia nel caso delle city car che delle berline più paciose, dalla Volkswagen Polo alla Citroën C4 e alla Mercedes Classe C, dalla Fiat Grande Punto alla Volvo S80, tanto per citarne alcune: il nuovo pneumatico di casa Bridgestone promette di renderle più sportive e divertenti nella guida.

Posizionamento aggressivo e comunicazione
Nel riportare l’Adrenalin Re002 sotto i riflettori, il management ha fatto tesoro del responso del mercato, che ha peraltro indicato come prematura la scelta di affidare il lancio al web in termini di acquisto. A fare da traino per l’esordio della nuova gomma, infatti, è stato il concorso online “Adrenalina Pura” (legato all’acquisto di un treno di coperture e veicolato attraverso l’allora debuttante sito 
firststop.it). I risultati dell’iniziativa hanno aiutato Bridgestone nella definizione della nuova politica commerciale legata a questo particolare prodotto. “La distribuzione dell’Adrenalin – ribadisce Ducamp – anche se non a esclusivo vantaggio del network First Stop, non sarà comunque affidata a tutti indiscriminatamente, ma transiterà attraverso punti vendita selezionati. Questo perché riteniamo che il prodotto debba essere presentato con cura e attenzione, da chi è abituato a trattare pneumatici premium Uhp. È inoltre importante suggerire l’Adrenalin Re002 al corretto target di riferimento, affinché l’utente finale possa godere al meglio delle prestazioni sportive che il prodotto è in grado di garantire. “Ora stiamo spingendo con decisione sulla comunicazione del prodotto” riprende il direttore vendite consumer di Bridgestone Italia.

Performance e divertimento in sicurezza
L’Adrenalin Re002 è disponibile in 24 misure e spazia dai cerchi da 15”, a partire dalla misura 195/60 R15 88H, a quelli da 18”, fino alla 245/40 R18 97W. Solo quattro di esse appaiono in sovrapposizione con la gamma dell’S001, che peraltro vanta codici di velocità Y. Più della metà delle stesse dimensioni sono invece disponibili anche per il disegno Turanza T001, la cui indole dichiaratamente touring lo esclude dai sospetti di concorrenza interna. 
“Al divertimento di guida garantito dall’Adrenalin – aggiunge Ducamp – si somma anche la piacevolezza estetica: il disegno asimmetrico del battistrada è inedito e assai accattivante, con i blocchi della spalla a mo’ di artigli, a rimarcare il carattere aggressivo della gomma. Che può contare su una struttura avanzata, grazie alla quale offre un buon livello di tenuta e di controllo sia in condizioni di asfalto asciutto che su fondo bagnato”.
Sotto il profilo tecnico il pneumatico adotta una doppia cintura d’acciaio, anelli al tallone di nuova generazione a beneficio della stabilità e un avvolgimento di nylon a spirale che ne contrasta la deformazione. La nervatura del battistrada presente tra i cordoli esterni e la spalla è concepita per aumentare la rigidità dei tasselli, così da fornire una più pronta risposta allo sterzo e una maggiore aderenza in curva, mentre la scanalatura centrale abbandona la forma rettilinea consueta per adottare un profilo ondulato.

Tracciati misti a prova di aderenza
Due gli effetti dichiarati: da un lato, rispetto al precedente modello Re001 caratterizzato da un disegno a quattro incavi longitudinali anziché tre, una più ampia area di contatto e una maggiore rigidità che avvantaggia l’handling e la reattività nella guida sportiva; dall’altro, su fondi bagnati, un drenaggio dell’acqua più rapido proprio grazie al particolare profilo ondulato dell’incavo centrale e ai piccoli deflettori ricavati al suo interno: una soluzione derivata dall’esperienza in Formula 1, dimostratasi capace di limitare le turbolenze che favoriscono l’aquaplaning. Il loro disegno sfrutta con chiaro vantaggio l’effetto Venturi.
A contribuire al miglioramento del grip e della frenata sul bagnato, poi, l’uso di una mescola con un elevato contenuto di silice che combina componenti ad alta rigidità (a favore dell’aderenza) e a bassa isteresi (utili per abbassare la resistenza al rotolamento). “L’Adrenalin Re002 – sottolinea Ducamp – ha senza dubbio un grosso potenziale. Per comprenderlo, però, è necessario provare il pneumatico. Le maggiori soddisfazioni non vengono dalla guida alle alte velocità, ma dal percorrere tracciati misti, ricchi di curve, dove la sfida principale è rappresentata dall’aderenza. La gomma è progressiva e ciò si apprezza particolarmente nelle condizioni limite”. Caratteristiche, queste, che definiscono bene il posizionamento sport performance del prodotto nell’ambito della gamma Potenza.

• Dalla potenza del Motorsport tecnologie per la strada
I disegni S001, Re050, Re050A e l’ultimo arrivato Adrenalin Re002 danno corpo all’attuale gamma sportiva Potenza. Per il suo sviluppo Bridgestone ha attinto a piene mani alle soluzioni e ai ritrovati tecnici sperimentati nell’ambito della Formula 1. Un periodo di 14 anni, conclusosi nel 2010, che ha fatto da formidabile volano al trasferimento tecnologico sui molteplici versanti che concretano i contenuti prestazionali dei pneumatici. Oggi i terreni di sfida del motorsport sui quali Bridgestone dà seguito al suo impegno nelle competizioni a quattro ruote si chiamano SuperGt, Formula Nippon e IndyCar. Di quest’ultimo campionato, cui il colosso giapponese prende parte con pneumatici a marchio Firestone, sarà fornitore unico fino al 2018. E sempre in linea con una tradizione pluridecennale, rimarrà pure il brand ufficiale della 500 Miglia di Indianapolis. Nei 96 anni di storia della competizione, per 63 volte è risultato vincitore un equipaggio con pneumatici Firestone.

torna all'archivio