Condividi su

Articoli - Archivio

06/11/2019
Non lo facciamo solo per sport

Pirelli & rally

Sponsorship

 

Dagli sport dei motori al calcio nazionale e internazionale, passando per i giochi olimpici: le molte strade per far conoscere una marca di pneumatici

e farne la scelta del cliente finale

Paolo Ferrini

Comunicare i pneumatici, specialmente all’utente finale, non è mai stata cosa facile. Esteticamente poco attraenti e solo apparentemente tutte uguali fra loro, le gomme hanno contenuti tecnologici poco o nulla comprensibili per la stragrande maggioranza dei consumatori che di mescole e di disegni di battistrada poco o nulla sa e che, probabilmente, non sono molto interessati a sapere. A questo punto ai produttori non resta che concentrare le loro strategie di marketing sul marchio (il “brand” come oggi fa fino dire, n.d.r.) in modo da creare attorno a esso quella immagine o semplicemente quella notorietà che al momento dell’acquisto dovrebbe fare in qualche modo la differenza nella scelta tra questo o quel prodotto.

 

Il motorsport fa la parte del leone

Teatro naturale di queste operazioni sono state fino dalle origini le competizioni motoristiche a due e quattro ruote. Qui è sempre valso infatti l’assioma per cui il massimo impegno immaginabile delle prestazioni è il miglior banco di prova per la qualità del prodotto e, di conseguenza, che il pneumatico che vince è il migliore. Mentre però un tempo si assisteva a epici confronti tra più fornitori di pneumatici, al giorno d’oggi è importante fare una distinzione tra coloro che si dedicano a competizioni aperte a più di un produttore di pneumatici – come, ad esempio, il Mondiale Endurance (WEC) che ha la sua punta di diamante nella 24 Ore di Le Mans (che dal 1998 vede ininterrottamente Michelin al vertice della classifica assoluta) – assicurando a noi spettatori l’intrigante confronto tra tecnologie differenti, e coloro che invece sono fornitori esclusivi di questa o quella serie.

Nella categoria dei campionati internazionali monogomma rientrano quelli riservati oggi alle tre massime formule (F1-F2-F3) che sono territorio riservato di Pirelli, così come, passando alle due ruote, la MotoGP è tutta Michelin, mentre Moto2 e Moto3 sono tradizionalmente un feudo Dunlop e la SuperBike e il mondiale di motocross sono Pirelli. Bibendum però guarda anche al futuro ed è da sempre fornitore esclusivo delle monoposto a propulsione elettrica di Formula E, esattamente come Firestone equipaggia da anni le monoposto dell’americana Indycar che ricordiamo protagoniste, ad esempio, della 500 Miglia di Indianapolis. Restando negli Stati Uniti, Goodyear, che ha alla sue spalle una vittoriosa presenza trentennale in Formula 1, è il tradizionale fornitore della popolarissima serie NASCAR. Sulle corse per vetture turismo sono invece concentrate Yokohama e Hankook: la prima come fornitore esclusivo dei campionati mondiale (WTCC) ed europeo (ETCC) della specialità, la seconda della famosa serie tedesca DTM. Pirelli è invece fornitore esclusivo del Campionato Italiano Granturismo e dei monomarca Ferrari e Lamborghini, così come Michelin lo è di quelli Porsche.

Ancora Michelin e Pirelli sono le principali protagoniste dei grandi rally internazionali con la Casa francese che equipaggia in regime di monogomma tutte le vetture che gareggiano per il successo assoluto e quella italiana le vetture delle altre categorie. Nel campionato italiano invece le due aziende si scontrano con Michelin che equipaggia, ad esempio, la Skoda Fabia di Giandomenico Basso e Pirelli la Citroen C3 di Luca Rossetti, la Ford Fiesta di Simone Campedelli e la Skoda Fabia di Andrea Crugnola. I due monomarca italiani Peugeot e Suzuki sono invece “gommati” rispettivamente di Pirelli e di Toyo Tires. Avon, Cooper e DMack si spartiscono infine la fornitura nelle competizioni internazionali di rallycross la cui serie italiana è da quest’anno sponsorizzata da Toyo Tires.

 

Il richiamo del grande calcio

Secondo maggiore “territorio di caccia” degli uomini di marketing dei principali produttori di pneumatici è il calcio che è un’eccellente cassa di risonanza grazie al suo enorme impatto su un pubblico quantomai vasto e articolato. Anche in questo caso è necessario fare alcuni distinguo. C’è chi è “main sporsor” di questo o quel club (ovvero compare, tra le altre cose, a grandi caratteri sulla maglia dei giocatori), c’è chi si riserva spazi minori (le maniche, ad esempio) e chi compare sul campo nelle partite di casa attraverso soprattutto banner pubblicitari a LED e tradizionali cartelloni. E poi chi, come Hankook, sceglie di essere fra gli sponsor di un campionato come la UEFA Europa League.

Passando alle squadre di club, Pirelli è tradizionalmente il main sponsor della FC Internazionale e in quanto tale compare con il suo marchio sulla prima maglia dei giocatori e con quello della rete Driver sulla seconda maglia. Più o meno come fa Yokohama con la squadra londinese del Chelsea. Solo sulle maniche dei giocatori di Everton, Bayer 04 Leverusen e Manchester City ci sono rispettivamente i marchi di Davanti, Kumho e Nexen.

Particolarmente vivace è negli ultimi anni il mercato degli striscioni a bordo campo. Molto attiva da questo punto di vista è Falken che la stagione calcistica 2019-2020 vede impegnata con 18 club diversi in Germania, Inghilterra, Francia, Polonia, Spagna, Belgio e ovviamente Italia negli stadi di Lazio, Roma e Torino. Non meno qualificanti sono senza dubbio le presenze dei cinesi della Linglong negli stadi di Juventus e Wolfburg, due squadre notoriamente vicine ai gruppi automobilistici FCA e VW, di Hankook in quello del Napoli, di Davanti in quello del Bologna, di Yokohama su quello del Brescia e di Tomket in quello della Fiorentina.

 

Non solo calcio e motori

Dallo sport più seguito nel mondo a uno di non meno grande tradizione: il ciclismo. Dal 2018 e sicuramente anche nel 2020 Continental è sponsor del Giro ciclistico d’Italia, ritenuto piattaforma ideale per contribuire ad aumentare la cultura della sicurezza nel mondo delle biciclette che sempre più diventano mezzi di trasporto in ottica, ad esempio, di “sharing mobility”. Non a caso, oltre a produrre pneumatici premium, Continental sviluppa tecnologie e componenti elettroniche che mirano a rendere i veicoli puliti e intelligenti e le infrastrutture connesse a vantaggio di tutti gli utenti della strada. “Insegui il tuo sogno, Non fermarti mai” è la campagna motivazionale Bridgestone che vuole ispirare tutte le persone a credere in se stessi per realizzare i propri obiettivi, nonostante gli ostacoli che si possono incontrare. Tre gli atleti olimpici italiani affiancano il gruppo giapponse in questo viaggio ideale: Gianmarco Tamberi, Gregorio Paltrinieri e Valeria Straneo che, attraverso le loro storie fatte di sogni, difficoltà e obiettivi da raggiungere, raccontano come sono riusciti a restare concentrati per percorrere la propria strada e realizzare i propri sogni.

Sulla strada dell’atletica leggera si è da tempo incamminata anche Toyo Tires che – dopo essere già stata sponsor dei campionati mondiali di Londra 2017 e degli europei svoltisi a Berlino nel 2018 – ha annunciato lo scorso settembre la sua collaborazione con la Federazione Italiana Di Atletica Leggera (FIDAL). L’accordo rientra in più ampio programma internazionale che già da un paio d’anni e fino al 2023 lega Toyo Tires all’atletica leggera in qualità di Official Partner con esclusiva per il settore dei pneumatici in occasione dei principali eventi europei.

 

 

La parola alle aziende

«Siamo orgogliosi di aver intrapreso, come Top Partner, questo percorso con il movimento olimpico internazionale per supportare attivamente tutta la società e le persone che ogni giorno inseguono il proprio sogno» dice Stefano Parisi, vice-presidente di Bridgestone EMEA South Region. «L’impegno della più grande azienda di pneumatici al mondo coinvolgerà centinaia di milioni di persone a partire dai Giochi Olimpici di Tokyo di 2020, le Olimpiadi invernali a Pechino 2022 fino ai Giochi Olimpici del 2024. La campagna verrà attivata su innovative piattaforme digitali e in numerosi eventi dedicati al grande pubblico con particolare attenzione alle future generazioni».

«La collaborazione con il Giro ciclistico d’Italia rappresenta per Continental un’occasione unica per diffondere la cultura della sicurezza nell’ecosistema strada e sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della condivisione della strada partendo proprio dai ciclisti, la categoria tra le più penalizzate all’interno dei contesti urbani» dice Alessandro De Martino, amministratore delegato di Continental Italia. «Ecco perché, usando le parole che sintetizzano il claim che abbiamo creato per questa sponsorizzazione, Continental è Safety Partner of Giro, Safety Sponsor of the road».

«Diventare parte della famiglia Juventus è per noi un grande onore per noi» commentò all’epoca Wang Feng, presidente di Linglong Tire, annunciando l’accordo la Juventus. «Con questo accordo, rafforziamo la nostra posizione sul mercato e abbiamo la possibilità di raggiungere oltre 300 milioni di tifosi bianconeri. Ci uniremo per sviluppare attivazioni dedicate ai numerosi fans e ai consumatori presenti nel territorio asiatico e nel resto del mondo, lavorando anche per migliorare l’influenza di Linglong a livello globale».

«L’atletica Leggera e Toyo Tires hanno molti obiettivi e valori in comune. Competere non significa soltanto vincere sugli altri, ma soprattutto, dare il meglio di sé stessi» ha sottolineato Fabio Merli, presidente di Toyo Tires Italia, anticipando che l’azienda sta studiando una serie di iniziative di marketing dedicate ai tesserati Fidal/Runcard e ai club. «Gli oltre 200.000 atleti italiani rappresentati da FIDAL sono molto diversi in termini di sport e livello di successo, ma condividono il comune obiettivo di promuovere e celebrare le prestazioni».

Tyres Italia, importatore esclusivo nel nostro Paese del marchio Davanti Tyres, ha confermato la collaborazione con il Bologna Football Club per la stagione 2019-2020. Anche quest’anno l’accordo siglato prevede la visibilità del brand Davanti durante tutti gli incontri casalinghi che si disputeranno allo Stadio Renato Dall’Ara con Led luminosi perimetrali. «Era fondamentale dare continuità a questa “partnership” che considero strategica per la crescita e la penetrazione nel territorio nazionale del nostro marchio» commenta Aldo Ercole, CEO di Tyres Italia «Il calcio resta lo sport più seguito in Italia e dunque lo strumento comunicativo per eccellenza. Non ci resta che tifare per il Bologna!».

«Il calcio è una grande opportunità per la nostra azienda» gli fa eco Markus Bögner, presidente di Falken Tire Europ «perché unisce prestazioni e passione, i valori fondamentali del nostro marchio. Siamo coinvolti nel massimo livello del calcio europeo dal 2014 e abbiamo beneficiato in particolare della grande presenza sui media».

«Siamo felici di aver siglato questa la collaborazione con il Bayer 04 Leverkusen, poiché il club è sinonimo di affidabilità, ambizione e prestigio internazionale» commenta Jun Ro Song, amministratore delegato di Kumho Tire Europe GmbH. «Questi sono criteri decisivi per le nostre partnership nello sport. Speriamo di aumentare significativamente il riconoscimento del nostro marchio con l’aiuto di questa partnership. In qualità di Premium Partner ufficiale, quest’anno Kumho Tyres non solo è una presenza importante sui LED a bordo campo, ma anche nell’area TV del BayArena dove sono visibili due pannelli 3D con marchio Kumho e nel tabellone digitale che porterà anche il logo Kumho Tire. Il pacchetto di sponsorizzazione include anche la possibilità di ospitare clienti di Kumho e la presenza nelle attività media del club, inclusi il sito web e i social».

«Siamo lieti di conservare il titolo di Official Sleeve Partner del Manchester City per la terza stagione consecutiva» dice Travis Kang, amministratore delegato globale di Nexen Tire. «La nostra azienda ha attivamente supportato il Manchester City nel corso degli anni, accompagnando la squadra nelle vittorie in Premier League. Siamo determinati a creare una maggiore sinergia con il Club, puntando gli occhi sul continuo successo con i ‘Citizens’».

torna all'archivio