Condividi su

Pneurama Weekly - Archivio

03/04/2020
Nokian Tyres interrompe temporaneamente la produzione ma continuerà a rifornire i clienti

A causa degli impatti legati alla pandemia di Covid-19, Nokian Tyres ha comunicato in una nota che interromperà temporaneamente la produzione nei suoi stabilimenti per garantire la salute e la sicurezza dei propri dipendenti. L’azienda ha chiuso, a partire dal 27 marzo, la fabbrica di Dayton per almeno due settimane mentre lo stabilimento russo di Nokian Tyres ha sospeso la produzione dallo scorso 30 marzo per almeno una settimana. Nokian Tyres ha comunque assicurato che continuerà a rifornire i clienti attraverso i suoi magazzini locali. “In entrambe le fabbriche, abbiamo completato i preparativi necessari e siamo pronti a seguire le linee guida fornite dalle autorità locali. L’azienda continuerà a prendere tutte le misure appropriate, necessarie per contribuire a limitare la diffusione di Covid-19”, ha detto Esa Eronen, Svp, supply operations in Nokian Tyres. Sul fronte occupazione l’azienda, si legge sempre nel comunicato stampa, ha fatto sapere di aver deciso, a seguito dei negoziati condotti con i dipendenti, licenziare temporaneamente tutti i 1.630 dipendenti in Finlandia. La durata dei licenziamenti temporanei varia a seconda dell’incarico, fino a un massimo di 90 giorni a persona nel corso di quest’anno. In Vianor Oy, i tempi sono estesi fino al mese di febbraio 2021. Il 6 aprile inizierà una chiusura di due settimane nello stabilimento di Nokia, in Finlandia, che riguarda sia la produzione di pneumatici per autovetture passeggeri sia la produzione di pneumatici per mezzi pesanti Nokian Heavy Tyres, con l’obiettivo di prevenire la diffusione di COVID-19. L’azienda ha inoltre emesso regole di auto-quarantena per i dipendenti che viaggiano a livello internazionale in aree in cui l’epidemia è più diffusa. Mentre in Spagna sono stati interrotti i lavori di costruzione del nuovo testing centre.

 - Archivio

torna all'elenco