Condividi su

Articoli - Archivio

27/06/2012
NUOVO ASSE ITALO-TEDESCO

UNIWHEELS TRADING (ITALY) SRL
Con l’apertura della filiale italiana, si affina il campo d’azione della Uniwheels Group. 

Una realtà più consolidata a livello internazionale, ora ancor più vicina alle specifiche esigenze dei mercati locali, per una pronta risposta alle necessità distributive

Duilio Damiani

SI AMPLIA L’ATTIVITÀ commerciale della teutonica Uniwheels, con l’inaugurazione, a fine 2011, della nuova filiale italiana Uniwheels Trading (Italy) Srl, con sede a Trofarello, nei pressi di Torino. La nuova entità commerciale, che opera a livello nazionale, si occupa espressamente dell’articolata gamma di cerchi in lega leggera distribuiti con i brand Ats e Alutec, i dinamici marchi made in Germany, storicamente presenti nel primo equipaggiamento e nell’aftermarket, oltre che attivamente impegnati nelle principali competizioni motoristiche. 

La flessibile struttura locale della neonata società è in grado di rispondere al singolo cliente con soluzioni adeguate a ogni specifica richiesta, commerciale e di prodotto, disponendo di una gamma estesa, dal modello entry level dal favorevole rapporto qualità/prezzo, realizzati con processi di fusione a bassa pressione e destinati alla più ampia diffusione, ai più sofisticati hi-tech, forgiati e flow forming, dedicati alle super car dalle elevate prestazioni. Operando direttamente sul territorio di destinazione, Uniwheels Trading Italy è così in grado di evadere ogni ordine in 24, massimo 48 ore, disponendo di una tempestiva gestione del magazzino locale, con una potenzialità di stoccaggio outsourcing fino ai 10.000 pezzi attuali. È questa la strategia per consolidare un servizio di assistenza d’efficienza, a disposizione dei rivenditori e delle autofficine specializzate nel tuning, ai quali viene offerto lo standard qualitativo dei prodotti Ats e Alutec: “I nostri cerchi, distribuiti tramite la Uniwheels Trading Italy, sono naturalmente provvisti della certificazione Tüv e omologazione Kba, e la nostra società di distribuzione italiana concede una garanzia di due, oppure cinque anni, sui prodotti di marca del Gruppo Uniwheels” dichiara l’amministratore Simone Maier-Paselk. Alla struttura italiana, che si aggiunge alle realtà locali già costituite in Svizzera e Russia, sono da poco seguite altre due consociate, con sedi operative in Svezia e nell’importante mercato cinese, a Pechino. Il Gruppo Uniwheels, costituito nella sua configurazione attuale nel 2008, con l’acquisizione di Ats dalla Tiger Wheels sudafricana, ha dichiarato nel 2011 un volume produttivo pari a 6,9 milioni di pezzi, di cui il 75% in Oem (Original Equipment Manufacturer), in sinergia con tutti i principali marchi automobilistici del panorama mondiale, e il restante 25% destinato al mercato del ricambio, totalizzando un fatturato di 345 milioni di euro, il 17,6 % in più rispetto all’anno precedente.

 

Qualità über alles

La produzione teutonica è attualmente concentrata su due impianti, in Germania e in Polonia, certificati secondo gli standard ISO 9001 e TS 16949, dalle cui linee esce una gamma al 100% omologata Tüv e dalla Kba (il Ministero dei Trasporti tedesco). Anche in Italia si sta lavorando per una normativa sul settore.

Nell’ottica di una crescente ottimizzazione logistica, in seno alla società tedesca, dalla prossima estate sarà completata la moderna struttura centralizzata di stoccaggio, nei pressi dell’area commerciale di Bad Dürkheim, su una superficie complessiva di 33.000 mq, all’interno della quale – al fianco degli uffici amministrativi – sarà canalizzata la gestione di più di 2.000 differenti tipi di cerchi in lega, mediante le più moderne tecniche esistenti, su un totale di 500.000 pezzi, con un potenziale di consegne giornaliere di oltre 20.000 ruote, gestite attraverso 18 bocche di carico dotate di ponti elevatori. “Grazie al consolidamento di tre magazzini in un unico centro di logistica…” afferma il responsabile finanziario del Gruppo Uniwheels, Eckehard Forberich “… saremo anche in grado di ottimizzare efficienza e costi, incrementando nuove sinergie, sempre nell’intento di migliorare la nostra competitività sul mercato”.

 

Gamma Hi-Tech

Punta di diamante del gruppo e fornitore tra l’altro dei cerchi per il Mondiale Rally Wrc del Team Mini Prodrive, Ats rappresenta la gamma “high technology” con spiccata vocazione sportiva, già impiegata in passato nella Formula 1, tra gli anni 1977 e 1984, vincitrice con Chevrolet del campionato mondiale turismo Wtcc nel 2010.

Tra le ultime proposte, presentate al recente Motor Show di Essen dello scorso dicembre, la neonata linea Twinlight attinge a piene mani da tutte le risorse della factory Ats, per un prodotto particolare, realizzato mediante forgiatura, che offre robustezza e risparmio di peso. Le cinque doppie razze caratterizzano un’estetica raffinata, accompagnando nel design globale i cinque fori, per applicazioni su Lamborghini e Porsche, nelle misure 9x20, 10x20 e 11x20. 

Dagli alti contenuti tecnologici, grazie alla realizzazione monoblocco flow-forming, a Essen è stata mostrata in anteprima anche la gamma Crosslight, che si indirizza verso le più sportive granturismo e sport utility. Disponibile nelle misure 8,5x19, 9,5x19, 10x19 e 11,5x19, con offset compresi tra Et 28 ed Et 60, prevede ad esempio l’applicazione su vetture come Range Rover Evoque, Jaguar, Audi, VW, Bmw, Porsche e i più prestanti Suv giapponesi.

Se Ats si presenta come il più dinamico dei brand del gruppo, non manca il piglio sportivo nemmeno al marchio Alutec, fondato nel 1996 e fornitore ufficiale del Campionato Europeo Drifting e della International Drift Series. Fulgido esempio è il nuovo Black Sun, un cerchio multi raggio a 20 razze convesse, in tinta nero racing e brillante corona lucidata, offerto in una duplice scelta di offset, con Et 30 ed Et 40, fissaggio a cinque fori e dimensioni da 17 a 19 pollici con canale 8 e 8,5j, adatti a una varia gamma di applicazioni.

torna all'archivio