Condividi su

Pneurama Weekly - Archivio

19/02/2020
Motor Valley Fest, si scaldano i motori della seconda edizione del festival

È cominciato il countdown per la seconda edizione di Motor Valley Fest, il festival diffuso della “Terra dei Motori” emiliano romagnola che si svolgerà a Modena dal 14 al 17 maggio 2020. Il programma, ricco di eventi, è stato pensato per venire incontro alle esigenze di tutti: famiglie, turisti, amanti delle auto sportive, di storia, del collezionismo a due e quattro ruote, di arte, di cultura e del buon cibo. La presentazione di Motor Valley Fest 2020, tenutasi a Milano il 14 febbraio, è stata anche l’occasione per annunciare due nuove preziose collaborazioni di cui la Terra dei Motori dell’Emilia-Romagna si arricchisce: il Motor valley development (associazione che opera in sinergia con la Regione per la valorizzazione in chiave turistica internazionale di questo patrimonio unico di brand a due e quattro ruote) e la Federazione motociclistica italiana. Ma anche la sigla di un protocollo d’intesa tra Aci Italia e Apt servizi Emilia-Romagna (ente di promozione turistica regionale), per la promozione congiunta della Motor Valley nelle iniziative sportive nei circuiti motoristici regionali, nonché di mostre nei musei d’impresa e aziende dei soci fondatori di Motor valley development. Sulla scia del successo dello scorso anno, ritorna il format dedicata ai giovani talenti e all’innovazione. Si parte il 14 maggio con il talk inaugurale di Motor Valley Fest al Teatro Comunale Luciano Pavarotti dove è atteso un parterre di grandi nomi del mondo e dell’industria automotive nazionale ed internazionale. Un’occasione per un’analisi generale dei macro-trend del settore, realizzata in collaborazione con McKinsey e con la partecipazione dei rappresentanti delle più importanti aziende della Motor Valley emiliana. Oltre a Claudio Domenicali, presidente dell’associazione e ceo Ducati motor holding, presenti Stefano Domenicali, Automobili Lamborghini; Horacio Pagani, ceo Pagani Automobili; Andrea Pontremoli, ceo Dallara e Harald Wester, FCA chief technical officer e Maserati chairman executive. Si parlerà di veicoli high performance, con le prestigiose testimonianze della Motor Valley di Stoccarda, con un key note di Markus Heyn, member of the board of management, Robert Bosch GmbH. Tra i temi di analisi anche la digitalizzazione nel settore automotive, con un particolare focus sulla customer experience al customer service, e con un secondo focus sulla digitalizzazione tecnica di prodotto (connettività, assicurazione, A.I.), l’impatto dell’elettrico nella Motor Valley, nel racing, nello sport, connessi al tema della sicurezza. Sempre in tema di formazione, grazie al Muner Motorvehicle University of Emilia-Romagna, unico nel panorama italiano e straniero, progetto che coinvolge le Università di Bologna, Università di Ferrara, Università di Modena e Reggio Emilia e Università di Parma, i giovani avranno l’opportunità di scegliere tra sei nuovi corsi di formazione universitaria, ideati per rispondere alle richieste di specializzazione delle case automobilistiche. Un’attenzione quella per le nuove generazioni che sarà oggetto anche dell’evento promosso da Unrae e Autopromotec con la collaborazione di GMedu, nel pomeriggio sempre al Teatro Pavarotti, al quale parteciperanno circa 800 studenti provenienti dalle scuole superiori e Università del territorio per parlare delle opportunità occupazionali e formative offerte dal settore automotive. Expo sarà ancora una volta il filo conduttore di tutte le iniziative in calendario, un vero e proprio percorso emozionale che valorizzerà le eccellenze di questo territorio, protagonisti i musei, le collezioni e i costruttori della Motor Valley, le vie e le piazze. Sta entrando nel vivo anche l’organizzazione delle attività dinamiche del Motor Valley Fest. Per chi vuole sentire da vicino il ruggito e il rombo dei motori, da non perdere il Parco Novi Sad dove saranno protagonisti le case auto, Ferrari, Pagani, Dallara e Lamborghini e le moto di Ducati. Da segnare in agenda anche lo spettacolo del pit stop Ferrari con l’esibizione delle vetture del Cavallino Rampante, le F1 e le più affascinanti vetture da competizione. Domenica 17 maggio, in scena, il motorismo storico con “La Terra dei Motori” sfilata e prove di regolarità turistica dei club e delle associazioni di appassionati e collezionisti di auto d’epoca. La passione per l’adrenalina e per la velocità saranno di scena all’Autodromo di Modena che ospiterà nel weekend del 16 e 17 maggio il parco divertimenti del Motor Valley Fest, la quarta edizione dei Motor1Days.

 - Archivio

torna all'elenco