Condividi su

Pneurama Weekly

25/09/2018
Motor Show 2019, la nuova edizione a Modena sarà un "Festival"

Dino Collazzo

La rivoluzione Motor Show non si arresta. Dopo l’annuncio dello spostamento di sede della storica location da Bologna a Modena, arriva anche la novità relativa al cambio del nome e del format: Motor Show Festival – Terra di Motori. Dal 16 al 19 maggio 2019 – annullate le date di dicembre – la manifestazione si trasferirà tra i padiglioni della Fiera di Modena – di cui Bologna Fiere controlla il 51% – e punta tutto sullo spettacolo. Non ci sarà più Rino Drogo, o almeno non sarà lui a guidare la rinnovata edizione, anche se, assicura Antonio Bruzzone Direttore generale di Bologna Fiere, resterà all’interno del gruppo per coordinare il lavoro di restyling.

“La decisione di spostarci a Modena è definitiva e rientra in un progetto industriale più ampio– ha spiegato Bruzzone durante la conferenza stampa tenutasi oggi a Milano –. L’idea è quella di coinvolgere tutta la Motor Valley con le sue aziende. In pratica abbiamo deciso di portare l’evento fuori dai padiglioni e ripensarlo più in un’ottica di festival e meno di fiera espositiva”. Un format, quest’ultimo, che aveva da tempo mostrato tutti i suoi limiti: l’ultima edizione del Motor Show pur risultando in crescita in quanto a visitatori e visibilità ha chiuso con un rosso di 1,7 milioni di euro. Un risultato che ha di certo pesato sulla scelta di spostare la manifestazione di pochi chilometri più giù lungo la via Emilia, all’interno di una struttura più piccola e quindi meno costosa.

Ciò non significa sminuire, precisa Bruzzone, per il quale Modena rappresenterà una seconda vita per questa manifestazione. Riguardo alle novità che i visitatori troveranno a maggio nei padiglioni per ora sono trapelate poche cose. Oltre alla classica esposizione delle auto, il rombo dei motori uscirà dalla fiera per invadere l’autodromo cittadino dove tra esibizioni e test si potranno assistere a diverse gare. Per ora è tutto work in progress e l’appuntamento per avere un programma completo e capire chi sarà il nuovo direttore operativo è rinviato a fine ottobre.

 - Archivio

torna all'elenco