Condividi su

Vetrina tecnica

08/01/2019
Michelin

Alpin6 è il nuovo pneumatico invernale di Michelin, studiato per offrire per tutto l’arco della sua vita prestazioni elevate in trazione, accelerazione, frenata su neve e chilometraggio. Le performance del pneumatico da usurato derivano dall’introduzione di una nuova scultura molto intagliata, che si evolve e rigenera con l’usura del pneumatico grazie a due innovazioni principali: le lamelle a goccia d’acqua autobloccanti in 3D, e il battistrada bi-mescola.

Le lamelle a goccia d’acqua autobloccanti sono un sistema che permette al battistrada di rigenerarsi con l’usura grazie al progressivo apparire di canali a forma di goccia d’acqua che si allargano a mano a mano che il pneumatico si consuma. I canali favoriscono l’evacuazione dell’acqua e della neve quando il pneumatico è usurato e migliorano l’aderenza grazie all’aumento degli intagli e del “contenitore di neve” a forma di goccia. L’allargamento e l’apparizione dei canali rispondono alla necessità di mantenere il tasso di intaglio invariato per tutta la vita del Michelin Alpin6, fino all’indicatore di usura del battistrada.

La rigidità longitudinale e laterale è essenziale per l’aderenza sull’asciutto e per la durata. Così, per Michelin Alpin6, il battistrada evolve grazie a canali che si rigenerano e si allargano (le lamelle a goccia d’acqua) e altri che spariscono. La lamella a goccia d’acqua è circondata da lamelle a metà spessore del battistrada, che spariscono a mano a mano che la goccia si apre.

Inoltre, l’usura del battistrada comporta tipicamente anche un aumento della sua rigidità, il che riduce l’aderenza sulla neve. Nell’Alpin6 questo effetto è contrastato non solo dal battistrada che si rigenera, ma anche da una copertura multistrato: a un certo livello di usura, la mescola del battistrada cambia, a favore di una mescola di elastomeri funzionali, concepiti specificamente per conferire morbidezza al battistrada e migliorare l’aderenza sulla neve. Il pneumatico inoltre non presenta il tradizionale indicatore invernale a 3 o 4 mm, ma un diverso indicatore di usura, con 14 indicatori situati in 7 punti del pneumatico che indicano chiaramente quando il battistrada residuo è al 75%, 50% e 25%. La misura finale (0%), che segna il momento in cui l’automobilista deve sostituire i pneumatici, è il tradizionale indicatore del limite di usura, fissato a 1,6 mm

 - Archivio

torna all'elenco