Condividi su

Pneurama Weekly - Archivio

22/02/2019
Mercato veicoli commerciali e industriali, a gennaio -1,3%

Secondo i dati diffusi da ACEA, l’Italia inizia il nuovo anno con le immatricolazioni di veicoli commerciali e industriali che a gennaio totalizzano 16.435 unità contro le 16.646 unità di gennaio 2018, pari ad un decremento del -1,3%. In particolare, nel mese scorso il segmento dei commerciali leggeri fino a 3,5t ha registrato una lieve flessione del -0,4% mentre quello dei veicoli medi e pesanti sopra le 3,5t è calato pesantemente del -10,2% rispetto al pari periodo 2018. A livello europeo, ad eccezione del nostro Paese, la crescita è stata sostenuta in tutti i segmenti dei principali mercati dell'UE: Germania +15,8%, Regno Unito +9,7%, Francia +8,4% e Spagna +8,3%. Gianandrea Ferrajoli, Vice Presidente di Federauto e Coordinatore del Gruppo Trucks, ha dichiarato “Come preventivato l’avvio del 2019, dopo la flessione del mercato delle autovetture nuove registrata a gennaio, si presenta in salita anche per le vendite di veicoli commerciali ed industriali, aggiungendo le tessere finali a completamento di un quadro complessivamente negativo per il settore automotive, uno dei pilastri dell’economia italiana”.  Aggiunge Ferrajoli “L’anno si presenta difficile: ai timori legati all’andamento dell’economia italiana, si aggiunge la preoccupazione per la mancanza di interventi strutturali e la scarsa attenzione in generale da parte del Governo, che rischiano di isolare ancora di più l’Italia dai giochi dell’Unione Europea. Un vero peccato che in Italia, la filiera del trasporto non sia ritenuta centrale e strategica nello sviluppo del Paese”. Conclude Ferrajoli “Insieme alle altre associazioni di settore abbiamo richiesto un incontro al Ministro Toninelli, per cercare di capire e decifrare la strategia e la visione del Governo sul nostro settore e comprendere come il Ministero intenda applicare la norma contenuta nella legge di bilancio riguardo le operazioni di revisione dei veicoli sopra le 3,5t”.

 - Archivio

torna all'elenco