Condividi su

Articoli - Archivio

05/05/2020
La quadratura del cerchio

Speciale ruote 

 

Leggere, più grandi, con sezioni ridotte ma sempre omologate correttamente. Il comparto italiano delle ruote punta sulla qualità produttiva per accompagnare l’evoluzione dell’automobile con prodotti sicuri, efficienti e naturalmente belli

Nicoletta Ferrini

È tonda e gira e questo lo sanno tutti. C’è però molto altro da dire e da capire quando si parla di “ruota”. Complemento essenziale della mobilità al punto da esserne sinonimo, le ruote assolvono imprescindibili funzioni di prestazioni e sicurezza. Stanno inoltre all’automobile come le scarpe alle persone e, un po’ come le scarpe, contribuiscono all’estetica con inconfondibili note di stile.

Le ruote non sono tutte uguali. Una prima distinzione riguarda la destinazione di uso: per veicoli omologati M1 (trasporto persone) oppure N1 (trasporto merci). Si differenziano inoltre per il materiale di produzione. Quelle destinate al mercato consumer sono in lega di alluminio oppure in acciaio/ferro. Nel mondo racing ci sono soluzioni in magnesio o carbonio decisamente più prestazionali, ma troppo costose per approdare nel mass market. I cerchi in alluminio sono il frutto di un’elevata tecnologia che ne riduce pesi e attriti per ottenere maggiori prestazioni ed efficienza nei consumi. Le ruote in lega per utilizzo su strada possono essere, inoltre, di alluminio fuso oppure forgiato. Queste ultime, grazie a una riduzione delle masse sospese, risultano più leggere a tutto vantaggio delle performance complessive. Il costo però è decisamente superiore rispetto alla versione in alluminio fuso. Con una ruota in ferro si rinuncia a qualcosa in termini di prestazioni, consumi ed estetica a beneficio del portafoglio. Semplice ed economica è una scelta diffusa sia nel primo equipaggiamento (OEM) che per la sostituzione. Sul mercato, però, il cerchio in lega la fa da padrone: in Italia, nel 2019, sono state vendute in aftermarket ben mezzo milione di ruote in alluminio e “solo” la metà in ferro. Il segmento della sostituzione è piuttosto consistente anche a livello europeo. “L’aftermarket è figlio della necessità di avere un secondo treno di ruote complete nei paesi con normative specifiche per il cambio gomme invernale. C’è poi un mercato interessante nell’area Euro mediterranea dove la sostituzione segue ragioni estetiche e prestazionali”, dice Guglielmo Bertolinelli, vice presidente di Assoruote, realtà che raduna alcuni dei principali produttori italiani di cerchi in alluminio. L’associazione è nata circa dodici anni fa quando, come spiega Bertolinelli, si profilava all’orizzonte la necessità di avere un’omologazione specifica: “un tema chiave di cui, insieme ad altre associazioni, ci siamo fatti portavoce di fronte alle istituzioni”.

A partire dal primo ottobre 2015, in Italia possono dunque circolare solo ruote omologate, pena sanzioni piuttosto severe per gli automobilisti (ritiro del libretto, blocco alla circolazione e multe da 400 euro in su). Le omologazioni presenti nel nostro Paese sono due: UN/ECE 124 oppure NAD. La prima è un’omologazione europea e indica che il cerchio ha caratteristiche in linea con quanto indicato dal costruttore per il primo equipaggiamento. L’omologazione italiana NAD è invece prevista dal Decreto ministeriale 20. Le ruote “speciali” omologate NAD possono avere misure diverse dall’originale e consentono quindi di “personalizzare” il veicolo senza compromettere la sicurezza. L’iter per ottenere un’omologazione NAD non è semplice. Tuttavia, proprio la complessità è il prerequisito della garanzia di qualità. Il prodotto viene inizialmente testato presso un centro Dekra o TÜV e i risultati inviati all’ente tedesco per le omologazioni KBA che rilascia una prima omologazione. In Italia, il documento viene accompagnato da ulteriori test presso CPA accreditati. Al termine dell’iter, la Motorizzazione Civile rilascia un codice NAD univoco per il prodotto. Quando si monta una ruota indicata nella carta di circolazione è sufficiente tenere a bordo del veicolo la dichiarazione dell’installatore sul corretto montaggio e il certificato di conformità del cerchio. Se invece si vuole montare una ruota omologata certificata NAD per il proprio modello, ma con misura di pneumatico non indicata nel libretto, è necessario rivolgersi alla Motorizzazione per un ulteriore collaudo e la modifica dei documenti. L’omologazione è uno strumento che garantisce qualità e sicurezza all’automobilista e testimonia la competitività e la professionalità di un settore di riconosciuta eccellenza. “Insieme a quella tedesca, la nostra produzione è uno dei poli di attrazione a livello internazionale – conferma Bertolinelli –. Il nostro comparto marcia con l’evoluzione dell’automobile. Seguiamo un settore che va verso la mobilità elettrica e ibrida e punta alla riduzione dei consumi. La nostra prossima frontiera di sviluppo è realizzare ruote con diametro maggiore e sezione più stretta per bilanciare migliori prestazioni con una crescente efficienza energetica”.

 

Alcar (Aez-Dotz)

Pneumatici, cerchio e TPMS: è la triade perfetta su cui Gruppo Alcar concentra le proprie competenze tecniche. Qualità e sicurezza non precludono però lo stile. Il design incontra le prestazioni nel cerchio Dotz Suzuka. Disponibile in nero lucido e nero frontale lucido in cinque dimensioni da 18 a 20 pollici, la ruota offre molte possibilità di montaggio.

Sviluppato per i “piccoli”, come FIAT 500, Opel Corsa, Ford Fiesta e Fiesta ST, Renault Clio, Citroen C3 e DS3, Dotz LimeRock è disponibile nelle applicazioni quattro fori, nelle dimensioni 6, 5x16 pollici e 7x17 pollici con applicazioni ECE e nelle finiture canna di fucile e canna di fucile lucidata frontalmente.

Un design a stella e a doppio raggio caratterizza Dotz Interlagos. La ruota è disponibile lucida o canna di fucile lucidata frontalmente, nelle dimensioni più popolari da 17 a 19 pollici per VW Polo, Golf e Jetta, Audi A1 e A3, Skoda Oktavia, Seat Leon e Toledo. Dotz 4x4 ha, infine, sviluppato un nuovo cerchio in acciaio fuoristrada con un design beadlock. Disponibile nella dimensione 7.5x18 inclusa una certificazione VTA, Dotz Modular Beadlock è perfetta per modelli quali Suzuki Jimny, Mercedes X-Class, Renault Alaskan o Nissan Navara NP 300.

 

Alkatec

Gruppo Alkatec sviluppa e vende cerchi in lega aftermarket e OE per autovetture che uniscono design e alti livelli di ingegnerizzazione. Con il marchio Tekno, nome storico nel settore dei cerchi in lega leggera, l’azienda propone una vasta gamma di prodotti con diametro da 16 fino a 22 pollici e diverse finiture di colore. A questi si aggiungono le ruote in lega leggera Mille Miglia. Modello di punta della linea è il nuovo modello MME-1 che nasce per equipaggiare, in particolare, le vetture a propulsione elettrica e ibrida di nuova generazione. Le batterie di questo tipo di veicolo sono particolarmente pesanti. Per questa ragione, Alkatec MME-1 ha un indice di carico elevato, compatibile anche con i nuovi SUV elettrici. Anche lo spazio per le pinze freno è stato maggiorato per poter ospitare anche gli impianti frenanti più grandi e performanti. Il design di MME-1 riprende l’inconfondibile stile Italiano 1000 Miglia. MME-1 è disponibile in sette diverse misure (7.5x17, 7.5x18, 8.0x18, 7.5x19, 8.0x19, 8.5x19, 9.0x20) e due finiture di colore (gloss black polished e dark anthracite high gloss).

 

Arcasting

Unire tendenze di stile e qualità costruttiva è la direzione di sviluppo dei principali produttori di cerchi. In tal senso, tra le ultime proposte del marchio Arcasting spiccano Gladio, Enea, Ary e Mammut. Già apprezzata per il suo stile multirazza e realizzata con tecnologia low pressure, Gladio è disponibile in vari adattamenti da 18 a 21 pollici nelle finiture antracite lucido, nero diamante e le nuove nero lucido e nero bordo diamantato. Realizzata anch’essa con tecnologia low pressure, la nuova Enea è già disponibile nelle misure 19 e 20 pollici (e in seguito 18, 21 e 22), nei colori nero diamante, antracite diamante opaco, silver o nero lucido. Linee semplici caratterizzano il cerchio in lega Ary che può essere scelto nelle misure 8,0x19 e 9,0x19, e presto anche 20 e 22 pollici e in tre finiture (silver, nero lucido e nero bordo diamantato). Nata per rispondere alle esigenze dei veicoli dai carichi importanti che necessitano di ruote in grado di sostenere sollecitazioni elevate, Mammut è disponibile nelle misure 16, 17, 18 e 20 pollici, a 5 razze per i 5 fori oppure a 6 razze per i 6 fori, nei colori chrome look, nero lucido e nero diamantato.

 

AVUS Racing

La gamma di cerchi in lega AVUS Racing comprende alternative in grado di accontentare gusti estetici diversi. Dedicato al marchio Mercedes, AC-515 può essere montato su altre vetture con attacco 5x112. AC-518 offre un elaborato gusto estetico grazie alle 5 razze doppie asimmetriche. AC-M07 è uno dei “must” dell’azienda: L’effetto “a turbina” delle 14 razze simmetriche è accentuato dalla scanalatura presente su ogni singola razza. AC 518 e AC-M07 sono entrambi predisposti per cap OE Mercedes.

Ora disponibile nella versione Black, AC-MB5 si ispira allo stile BMW. È disponibile per i modelli del marchio, anche quelli meno recenti, nonché per Audi e VW. AF16 si distingue per le sue 5 razze doppie squadrate. Progettato per Audi, può adattarsi alle vetture di numerosi altri marchi. S’ispira al mondo Audi anche AF18. A partire dal 2020, oltre alla finitura Black Polished, questo cerchio è disponibile anche Black e Bronze Edition. Infine, AF19 punta ad accontentare più gusti. È compatibile con Audi nelle finiture lucide (Anthracite, Black e Hyper Silver), BMW nelle finiture diamantate (Black Polished e Anthracite Polished), Mercedes nella colorazione Black Polished Lip.

 

Brock & RC

Tecnologie efficienti, cicli produttivi innovativi e qualità avanzate sono gli ingredienti alla base della produzione Brock & RC che comprende decine di cerchi in lega disponibili con diametro da 14 a 22 pollici e molteplici varianti di colore. Tra questi spiccano i più recenti Brock B32, un cerchio in lega compatibile con la nuova Porsche 911 (992) e con Mercedes GT AMG, e Brock B40 ruota che, invece, incontra le esigenze di Porsche Cayenne (9YA), Mercedes GLE (167 / H1GLE) e Hyundai I30N. Per Cayenne, in particolare, B40 è disponibile nella misura 9.0 × 20 per l’asse anteriore e 10.5 × 20 per quello posteriore con ABE ed ECE corrispondenti. Per GLE è possibile la combinazione Brock B40 in 9.0 × 20 e Brock B32 in 8.5 × 20. B37 nella misura 9.0 × 20 è invece la proposta Brock & RC per Audi SQ8. Per Mercedes A35 AMG sono invece disponibili le proposte RC-Design RC32 nelle misure 7.5 × 18 e 8.0 × 19 e RC-Design RCD17 in 8.0 × 18 con ECE e ABE corrispondenti.

 

G.M.P. Italia

Una vasta collezione per un’infinità di combinazioni stilistiche: la gamma di ruote in lega G.M.P. Italia comprende oltre venti modelli in diverse misure e finiture. Tra le novità c’è Matisse una ruota in lega dedicata agli automobilisti Ford e Renault. È disponibile con diametro da 17 a 19 pollici e in tre colori (nero diamantato, nero lucido, antracite opaco diamantato). Quattro misure (da 17 a 20 pollici) e altrettanti colori (nero diamantato e lucido, antracite opaco, silver) caratterizzano l’offerta per Fasten, cerchio ispirato al brand Mercedes. Sparta è invece una ruota pensata per il mondo SUV di BMW con diametro da 20 a 22 pollici e tre colori disponibili (nero diamantato e lucido, antracite opaco). Si ispira al mondo BMW anche Swan, proposta con diametro da 17 a 20 pollici e ben cinque differenti opzioni di colore: nero diamantato, nero lucido, antracite lucido, silver e “Dark Touch”. L’effetto diamantato lucido scuro di quest’ultima colorazione – disponibile anche per Enigma (cerchio dedicato ad Audi) – è ottenuto grazie a un’innovativa tecnica di verniciatura.

 

MAK

Le ruote nate per “calzare ai piedi” delle automobili di alcuni marchi in particolare hanno un ruolo sempre più centrale nel mercato nazionale. Per andare incontro ai desideri di un crescente numero di consumatori, MAK ha scelto di ampliare la propria gamma di cerchi in lega specifici per alcune vetture, cioè perfettamente compatibili con la bulloneria e i coprimozzi originali, oltre che con gli stilemi dei rispettivi marchi.

E sono dunque ben undici le novità annunciate dall’azienda bresciana per il 2020: MAK Evo - Evo D (Mercedes), MAK Fabrik - Fabrik D (BMW), MAK Lario (Alfa Romeo), MAK Leipzig - Leipzig D (Porsche), MAK Main (VW), MAK Mark (BMW), MAK Monaco - Monaco D (Porsche), MAK Rapp - Rapp D (BMW), MAK Union (Audi) e soprattutto le due novità in esclusiva per le vetture Jeep e Tesla, vale a dire MAK Liberty e MAK Voltage. Tutti i modelli sono stati disegnati da esperti designer con cui MAK ha una collaborazione di lunga data e progettati seguendo i più elevati standard qualitativi e di sicurezza, per poter così conseguire le omologazioni NAD per il mercato Italiano e TUV/KBA per quelli europei.

 

MC Wheels

MC Wheels è un marchio nato in Italia ma molto apprezzato anche all’estero. L’azienda trevigiana vende all’estero l’80% della propria produzione di cerchi in lega “after-market”. La gamma MC Wheels comprende diversi modelli disponibili in più colorazioni e misure per i principali marchi auto. Olympia è un cerchio per SUV, generalmente venduto per BMW X, ma molto apprezzato anche per VW T6. È disponibile nelle misure 10x20, 11x20 e 9x19. Pensati per essere montati su Audi, Nelson e Five sono, invece, disponibili rispettivamente con diametro da 19 e 18 pollici. Nella misura 17 pollici c’è Mistral, molto richiesto per Mini. Per chi guida Mercedes è stato sviluppato Circuit nelle misure 7,5x18, 8x18 e 8,5x18. Ultimo arrivato nella famiglia MC Wheels, ma già modello di punta della gamma è Konzert. Questo cerchio è pensato per equipaggiare le vetture BMW ed è, in particolare, molto apprezzato dai proprietari di Serie 1. È disponibile nelle misure 8x18, 9x18, 8x19 e 9x19. Tutte le ruote MC Wheels sono omologate ECE R-124 e hanno la sede coppetta ingegnerizzata per ospitare la coppa originale.

 

Momo

Da oltre cinquant’anni sinonimo di design e alte prestazioni, Momo mescola nella sua produzione tradizione e innovazione. Nel 2020, la gamma di cerchi in lega del marchio italiano si allarga con un’importante novità. Avenger è il nuovo design multirazza della collezione: una diamantatura a cinque punte si staglia su un disegno geometrico in finitura nero opaco, in un gioco di incroci e sovrapposizioni che conferisce alla ruota dinamicità e movimento. Avenger è già disponibile nella misura 8,0”x18 pollici.

RF-01 si riconferma, invece, il modello di punta della gamma RF-Series omologata NAD per l’Italia. Realizzata grazie alla tecnologia “Rotary Forming”, in grado di garantire un’elevata resistenza strutturale a fronte di un peso ridotto del 20% rispetto a una ruota tradizionale, RF-01 si caratterizza per un design a razze sdoppiate, esaltato dalle scanalature che percorrono l’intero perimetro del cerchio. Ciò conferisce alla struttura un look agile e snello che sottolinea il carattere sportivo e dinamico di RF-01. Il cerchio è disponibile in otto misure da 19 a 20 pollici e tre finiture (stardust glossy black, titan-ice e golden bronze).

 

MSW

MSW è un marchio OZ nato per offrire il miglior rapporto qualità-prezzo. Novità 2020 del brand è MSW 50, cerchio in lega “design inspired”: 20 razze incrociate danno vita a un gioco di forme aggressivo e accattivante. MSW 50 si adatta a berline di medie e grandi dimensioni e a vetture cross-over. MSW 50 è disponibile con diametro da 18 a 21 pollici e nelle finiture matt gun metal full polished e gloss black.

MSW 48 è, invece, il nuovo cerchio in lega destinato a van e light track e estende la gamma con nuove misure 6.5 x 16 e 7 x 17 che si aggiungono alla già disponibile 6,5 x 17. MSW 48 VAN ripropone infatti un design di grande successo già destinato a SUV e crossover, andando a irrobustire la parte centrale e in parte anche le razze. Il cerchio è così in grado di sostenere un peso massimo di 1.350 kg per ruota.

 

OZ Racing

La componente sportiva è già nel nome. Leggere, prestazionali e 100% “made in Italy”, le ruote in lega OZ Racing vantano infatti contenuti tecnologici mutuati dal mondo delle competizioni. Nasce dall’esperienza nella mitica Parigi-Dakar il nuovo OZ Rally Raid, originale cerchio in lega il cui design è ispirato ai cerchi da competizione utilizzati nei raid più impegnativi. OZ Rally Raid è dedicato alle vetture off-road, 4x4, van e pick-up. Le ruote Rally Raid sono studiate per resistere: il bordo esterno del canale è stato rinforzato e la progettazione è stata curata in modo da poter agevolmente essere installata su mezzi molto pesanti, fino a 1.200 kg di max load. OZ Rally Raid è disponibile in 5 e 6 fori, nelle misure 8 x 17” E 8,5 x 18” nelle finiture matt black e gloss bronze. Fiore all’occhiello del marchio, Superforgiata CL (OZ Atelier Forged) è un’icona per gli amanti dello stile “racing”. Per questo modello è possibile scegliere tra due misure di diametro, 20 o 21 pollici, e tre colori (grigio corsa, matt black, ceramic polished).

 

Sparco wheels

Il progetto Sparco Wheels nasce dall’incontro di due nomi riconosciuti nel mondo del motorsport: OZ e Sparco. Tra le ultime novità lanciate dal marhio c’è Dakar, primo modello Sparco pensato per il mercato dell’off-road. Sparco Dakar applicazione speciale per Suzuki Jimny, in particolare, è disponibile in due finiture, matt black lip polished e matt dark grey lip polished, e nell’applicazione 5.5 x 16 - 5x139,7 appositamente realizzata per Jimny. L’applicazione speciale Jimny di Sparco Dakar è anche OE Cap Ready, cioè progettata per poter ospitare il coprimozzo originale Suzuki. Sparco FF1 è invece un cerchio in lega tecnico e leggero, nonché la prima ruota Sparco realizzata con la tecnica della flowformatura del canale che rende la ruota ancora più leggera, ma sempre resistente. Studiato per le compatte sportive, come Mazda MX5 “Miata”, Sparco FF1 è disponibile nella finitura gloss black in due diametri con un vasto range di larghezza canale: 7x15”, 8x15”, 9x15” e 7x17”, 8x17”, 8,5x17”.

 

Spath

Spath Wheels è il risultato di un’esperienza ultra ventennale nella progettazione e nella costruzione di cerchi in lega leggera per autovetture, furgoni, SUV, Van, fuoristrada e trailer. Con una vasta gamma di cerchi omologati da 17 a 24 pollici costruiti col profilo EH2, EH2+ HUMP, idonei al montaggio su pneumatici run flat, Spath offre un elevato livello qualitativo e un prodotto totalmente costruito in Italia, con un programma che copre anche le applicazioni di nicchia. La più recente novità del marchio è SP 48, un cerchio dal design moderno che può essere montato in doppia misura con due profili differenti – leggermente concavo per l’asse anteriore e molto di più per quello posteriore – per un look distintivo. Diverse finiture offrono differenti attributi di “carattere”: nella colorazione total black gloss SP 48 ha un aspetto aggressivo e tipico del tuning, mentre la diamantura delle razze rende questo modello elegante e adatto a vetture di prestigio. SP 48 è disponibile in misure da 18 a 22 pollici.

torna all'archivio