Condividi su

Articoli - Archivio

19/12/2017
LAZZARINI PNEUSERVICE INAUGURA IL NUOVO CENTRO PNEUMATICI: SERVIZIO A 360 GRADI

Il gommista di domani

 

La storica azienda veronese si trasferisce nella nuova e innovativa sede, pensata per offrire il massimo del servizio ai propri clienti. Ma anche per mettere in pratica una visione ben precisa del gommista di domani: qualità e professionalità prima di tutto

Guido Gambassi

Lazzarini Pneuservice, azienda storica di Verona, che ha festeggiato nel 2015 i suoi 50 anni di attività, ha inaugurato in ottobre la nuovissima sede di via Germania: 7.000 metri quadri di superficie, di cui 5.000 coperti, che ospitano una struttura dedicata al servizio di assistenza inteso a 360 gradi. Infatti, oltre all’area montaggio pneumatici e assistenza meccanica per auto, moto e veicoli commerciali leggeri, l’azienda offre anche il servizio di revisioni auto e moto, con ingresso indipendente, un’ampia area dedicata al servizio truck, con annessi servizi dedicati agli autotrasportatori come docce e area relax, un autolavaggio esterno che resterà in servizio 24 ore su 24, grazie alla funzionalità di self service durante gli orari di chiusura dell’azienda, e ovviamente il grandissimo magazzino pneumatici gestito con le più moderne tecnologie. Il tutto in collaborazione con Bridgestone, di cui Lazzarini Pneuservice è partner.

 

Un investimento importante per l’azienda fondata nel 1965 dal cavaliere Gabriele Lazzarini, oggi guidata dall’amministratore delegato Gianmatteo Scapini. Per questo nuovo corso, la Pneuservice ha deciso di puntare sempre di più sulla qualità e sulla completezza del servizio, come testimonia per esempio anche la scelta di installare in officina una griglia per il lavaggio dei cerchi, che viene effettuato di default su tutte le vetture dopo il lavoro di assistenza, e la presenza nella struttura di una comfort area con bar per i clienti, un’area bambini, una sala multifunzione per meeting e eventi di vario tipo, e l’offerta della connessione Wi-Fi, mentre i moderni uffici open space andranno ad accogliere il cliente nella maniera più trasparente.

 

La nuova sede riunifica i servizi precedentemente svolti nei capannoni di via Francia e di via Salisburgo, ed è stata realizzata puntando sulle più moderne soluzioni di sostenibilità, infatti è servita da 400 metri quadri di pannelli fotovoltaici installati sulle coperture, che forniscono 65 kilowatt all’innovativo impianto di illuminazione automatizzato a basso consumo, e dispone anche di un sistema per il recupero delle acque piovane e di un depuratore all’avanguardia per il lavaggio, oltre che di colonnine per la ricarica delle macchine elettriche.

Innovative anche la autoattrezzature in uso: Pneuservice adesso impiega un procedimento di lavoro che grazie al sollevamento automatico dei pneumatici consente agli operatori di ottimizzare la produttività e ridurre lo sforzo fisico.

Grande attenzione è stata posta inoltre nell’organizzazione delle attività quotidiane, per le ricerca della massima efficienza operativa. Come spiega Gianmatteo Scapini, tutto il sistema di accettazione e restituzione delle vetture è frutto di un attento studio sui flussi dei mezzi, ed è stato quindi progettato in modo tale da evitare retromarce e altre manovre ingombranti: con un passaggio quotidiano di circa cento mezzi, questo si traduce in un risparmio stimato di ben 2.000 ore di lavoro l’anno, con incremento dell’efficienza e riduzione dei tempi di attesa per il cliente. Inoltre tutte le vetture in entrata sono sottoposte a una prova di pre-convergenza effettuata automaticamente dall’attrezzatura installata a pavimento, sempre per aumentare il livello del servizio velocizzando al tempo stesso le operazioni.

La nuova struttura è stata progettata anche rispecchiando l’importanza del servizio all’autocarro, che non a caso – grazie anche alla posizione strategica che insiste sullo snodo logistico di Verona – genera ben il 70% del fatturato di Pneuservice: oltre a disporre di un front office dedicato, l’area truck occupa un ampio capannone attrezzato con una buca da 22 metri, che permette agli addetti di lavorare su due mezzi contemporaneamente; inoltre l’azienda offre all’autocarro il servizio di assistenza 24 ore su 24, la manutenzione in esterna grazie ai 6 furgoni, di cui 3 sono officine mobili, e il servizio di allineamento degli assali e di pre-revisione. Il servizio docce e la zona relax e ristoro per gli autotrasportatori completano l’offerta per il segmento.

 

L’inaugurazione della struttura si è svolta nell’arco di tre giornate: la serata di apertura del 6 ottobre è stata dedicata alle maggiori flotte di autotrasporto, i clienti storici e gli “opinion leader” locali; alla giornata del 7 sono stati invitati tutti i clienti di Lazzarini, mentre domenica 8 è stata un vero e proprio “porte aperte” pubblicizzato anche sulla stampa locale. In occasione della serata con le flotte Gianmatteo Scapini ha accolto gli ospiti spiegando la filosofia di Lazzarini Pneuservice, ovvero le 4 S: “Sogno, Storia, Squadra e Servizi che hanno guidato la nostra impresa”, ha affermato. “Il Sogno, inseguito con tenacia, di realizzare un punto vendita moderno e all’avanguardia come pochi in Europa. La Storia di Lazzarini, iniziata nel 1943, ci ha permesso di diventare un punto di riferimento sul mercato di Verona. La Squadra di tutti i collaboratori, senza i quali tutto ciò non sarebbe stato possibile. I Servizi a clienti privati e flotte, da sempre il nostro elemento distintivo di qualità nell’offerta alla clientela”.

 

Parliamo con il fondatore Gabriele Lazzarini, che racconta come questo importante investimento per rilanciare l’azienda, puntando contemporaneamente sulla diversificazione dell’offerta e sulla qualità del servizio, è anche l’incarnazione di una ben precisa concezione del lavoro del rivenditore. “Abbiamo realizzato la nuova struttura avendo ben in mente quello che sarà il futuro della nostra categoria” spiega Lazzarini. “La crescita tecnologica dell’industria automobilistica, gli sviluppi del mercato della rivendita e dell’assistenza, le rapide evoluzioni in atto ci obbligano a investire per rilanciare il nostro ruolo e la nostra competitività, puntando sempre di più sulla completezza, per offrire un ampio range di servizi allo stesso cliente e quindi fidelizzarlo, e sulla professionalità, per poter offrire un servizio di qualità in tutti i sensi, che è il vero valore aggiunto per un gommista. Le auto connesse sono già in circolazione, così come i sistemi di guida assistita e telecamere di bordo sempre più sofisticate. Chi fa un assetto ruote oggi deve sapere intervenire anche sulle telecamere, necessariamente, altrimenti rimane tagliato fuori dal mercato. È davvero una rivoluzione epocale, non si tratta più di montare semplicemente quattro gomme. Ecco perché il nostro obiettivo è sempre quello di offrire efficienza a 360 gradi. Quando nel 1999 fummo fra le prime aziende nel nostro settore a ottenere la certificazione ISO 9002 alcuni nostri colleghi non ne avevano compreso le motivazioni. Noi crediamo che sia importante mettersi sempre in discussione per cercare di migliorare le proprie performance, guardando con attenzione a quello che potrebbe succedere nel mercato entro i prossimi dieci anni”.

 

 

torna all'archivio