Condividi su

Articoli - Archivio

15/03/2018
LA CORSA CONTINUA...

Hankook Italia

 

Hankook punta i riflettori sul mercato italiano: il 2018 sarà un anno decisivo fatto di novità di prodotto, investimenti in visibilità e soprattutto una rete di punti vendita capillarmente distribuita sul territorio.

Nicoletta Ferrini

Hankook aggiusta la rotta, ma non cambia destinazione. Nonostante i recenti cambi strategici al vertice, l’obiettivo dichiarato è rimasto lo stesso: “essere riconosciuti come un brand premium a livello mondiale, mantenendo inalterata la nostra value proposition, vale a dire proporre prodotti e servizi innovativi”, spiega Stefano Alessiani, marketing manager di Hankook Italia. Il passo per ora sembra quello giusto. “Siamo tra i primi sette produttori di pneumatici a livello mondiale e in Italia cresciamo rapidamente”, conferma Alessiani.

“Il 2017 è stato un anno intenso e altalenante. Dopo un’ottima partenza, l’aumento del costo delle materie prime, ha costretto anche noi come molti costruttori a rivedere al rialzo i nostri prezzi al cliente finale e questo ha frenato le vendite. Quando i costi si sono riallineati, ci siamo ripresi e, complice anche un’ottima stagione invernale siamo comunque riusciti a recuperare e chiudere l’anno molto bene”.

 

UNA NUOVA LEADERSHIP

Tra la fine dello scorso anno e l’inizio di quello in corso, c’è stato inoltre un ampio avvicendamento tra figure top level del gruppo, che ha portato, tra le altre, anche alla nomina di Soo-Il Lee quale nuovo presidente e amministratore delegato del gruppo e di Han-Jun Kim, nuovo direttore operativo per i mercati dell’Europa e della CSI, nonché responsabile della sede centrale europea. Anche nella sede italiana c’è stata una svolta decisiva al vertice: dallo scorso mese di Luglio, sul ponte di comando è salito Carlo Citarella. “Puntare per la prima volta su un amministratore delegato italiano è una scelta simbolicamente importante non solo per la storia di Hankook in Italia, ma anche alla luce della più recente strategia del gruppo: crescere su scala globale, puntando sui singoli paesi e quindi su manager locali. In pratica ci stiamo localizzando con una visione globale”, spiega Stefano Alessiani. Questo processo di “glocalizzazione” è partito non a caso dall’Italia: il nostro Paese – che ha la responsabilità anche di Cipro, Croazia, Grecia, Malta e Slovenia – è infatti nella “top 5” dei mercati europei più importanti per Hankook e l’esperienza sarà dunque particolarmente indicativa per capire se e come questo nuovo approccio organizzativo possa essere replicato anche in altri mercati. “L’Italia è chiamata a essere un benchmark – conferma Alessiani –. Il 2018 sarà per noi un anno particolarmente denso di sfide oltre che di visioni”. L’obiettivo è aumentare non solo il fatturato, ma anche i volumi e quindi – va da sé – la propria presenza sul territorio.

 

UN NETWORK “SU MISURA” DI GOMMISTA

Quest’ultimo è dichiaratamente uno degli obiettivi centrali per lo sviluppo del marchio sul mercato italiano e quindi anche in cima all’agenda delle priorità per l’anno in corso. “Alla fine del 2017 abbiamo inaugurato in Piemonte i primi due centri della nostra nuova rete Hankook Masters: Azzurra Gomme a Oleggio (Novara) e Bolla Pneumatici a Pinerolo (Torino). Entro il 2018, puntiamo a un vero e proprio exploit del network con un complessivo aumento della visibilità della rete a livello nazionale”, definisce Alessiani. Il network di centri specializzati Hankook Masters è nato con l’idea di offrire al consumatore finale un servizio capillare in linea con la filosofia del brand. “Abbiamo messo a punto un nuovo concetto di rete, ispirandoci a quanto fanno i nostri principali concorrenti. Rispetto a molti di questi ultimi, abbiamo scelto volutamente un nome familiare ai nostri rivenditori già dal 2010, ma soprattutto che contiene la parola “Hankook”. Questo pensiamo contribuisca a creare continuità d’immagine e identificazione con il marchio”. I primi a essere coinvolti nella nuova avventura sono stati i clienti più fedeli. “Siamo andati alla ricerca di quelli che, tra i nostri clienti, potessero essere interessati al progetto. Trovare realtà pronte a fare questo passo non è così semplice perché la stragrande maggioranza dei gommisti italiani di un certo livello sono già affiliati di una rete concorrente e molti lo sono da oltre dieci anni”. Per rendere la propria proposta allettante Hankook punta sui propri valori di crescita nazionale e su un’offerta in continua espansione. “Vogliamo sviluppare la rete così come la desiderano i nostri gommisti, aggiungendo servizi innovativi e qualcosa che magari la concorrenza non offre – illustra il marketing manager di Hankook Italia –. Uno dei driver fondamentali è il fatto che non chiediamo al gommista alcun fee d’ingresso. Inoltre ci facciamo carico noi della personalizzazione del punto vendita. Questo dimostra quanto crediamo in questo progetto e in chi ci segue”. La proposta Hankook Masters è inoltre rivolta a rivenditori grandi e piccoli. “La dimensione non è fondamentale, la cosa importante è che si tratti di un cliente solido che valorizzi il nostro prodotto. In questo senso, valutiamo ciascun caso singolarmente e ogni ingresso deve essere approvato dai vertici del gruppo”.

 

NOVITÀ, NOVITÀ E ANCORA NOVITÀ

Nel 2018 di Hankook Italia ci saranno anche tante novità di prodotto e di servizio. “Saranno presentati e commercializzati un nuovo pneumatico quattro stagioni e due estivi, entrambi tecnologicamente avanzati, ma competitivi nel prezzo – dichiara Stefano Alessiani –. Nel 2018 vorremmo anche consolidare il successo del nostro support brand Laufenn”. E le flotte? “Siamo stati scelti come primo equipaggiamento da alcuni dei principali marchi del trasporto pesante come Man, Mercedes-Benz e Scania, per cui ora vogliamo e dobbiamo allinearci alle proposte fatte dai nostri competitor al settore. Stiamo definendo un progetto a riguardo”.

Il 2018 sarà anche l’anno della svolta per quanto riguarda lo sviluppo in Italia di Alphatread, marchio Hankook dedicato ai pneumatici ricostruiti, e della partnership con BR Pneumatici. Annunciata a Bologna in occasione dell’ultimo Autopromotec – biennale internazionale dedicata alle attrezzature e all’aftermarket automobilistico – l’accordo tra le due aziende ha sancito definitivamente una collaborazione di lunga data, affidando a BR la produzione e la gestione logistica dei prodotti autocarro ricostruiti commercializzati da Hankook in Italia. Nel corso dell’anno, la famiglia di pneumatici Alphatread, che al momento comprende due coperture per asse motore, il quattro stagioni R-DH31 nella misura 315/80R22,5 e la gomma R-DM09 nella misura 13R22,5 destinata all’impiego misto su strada e fuoristrada, potrebbe quindi crescere: “stiamo portando avanti uno studio per capire se ci sono i presupposti per lo sviluppo della gamma”.

 

INVESTIMENTI IN VISIBILITÀ

La crescita del marchio Hankook passa infine attraverso un fondamentale incremento della popolarità del marchio. La strategia di “brand awarness” di Hankook a livello europeo trova nelle sponsorizzazioni uno dei suoi pilastri. Anche quest’anno, il marchio Hankook sarà fornitore unico per le squadre che partecipano al DTM, campionato tedesco dedicato alle vetture a ruote coperte. Quest’ultimo, dal 2016, non conta più solo tappe competitive in Germania e nella stagione 2018 avrà anche un appuntamento italiano sul circuito di Misano Adriatico. A livello locale, nel 2018 Hankook supporterà il pilota Luca Panzani, il team Balbosca e il team femminile composto da Rachele Somaschini e Alessandra Benedetti nel CIR (Campionato Italiano Rally). Ma l’impegno sportivo di Hankook non si limita al motorsport: “siamo official partner della competizione calcistica internazionale UEFA Europa League e global partner della squadra di calcio Real Madrid. Siamo inoltre gold sponsor del team Olimpia Milano Basket. L’ultima sponsorizzazione in ordine di tempo è quella della popolare corsa a ostacoli Spartan Race, di cui siamo gold sponsor”.

Elemento centrale della strategia di aumento della visibilità del marchio saranno tuttavia i social: “è l’asset di marketing principale per gli obiettivi di quest’anno – conferma Alessiani –. Continueremo a insistere su tutte le leve della comunicazione utilizzate finora, ma grazie al lancio della pagina Facebook ci auguriamo di fare un decisivo salto di qualità. Aperta qualche settimana fa, abbiamo ottenuto quasi 10.000 like. Si tratta di uno strumento, a nostro avviso, determinante per veicolare promozioni, ma soprattutto incrementare la brand awarness”.

 

torna all'archivio