Condividi su

Articoli - Archivio

25/10/2012
L'INVERNO SI AFFRONTA CON LE SCARPE GIUSTE

INVERNO IN SICUREZZA 2012/2013
Si rinnova l’“Inverno in Sicurezza”, l’iniziativa di Pneumatici sotto Controllo sulla circolazione stradale durante il periodo invernale e sull’importanza del corretto equipaggiamento ai fini legali e di sicurezza stradale

Paolo Castiglia

UN INVERNO in sicurezza e in regola. È quello che Assogomma, insieme a Federpneus e in piena collaborazione, come di consueto, con la Polstrada, sta preparando per la stagione fredda, nella quale il pneumatico torna a giocare un ruolo decisivo sul fronte della sicurezza stradale e non solo.
Uno dei primi stereotipi che Assogomma vuole sfatare, e sul quale si batte da anni, è quello che il pneumatico invernale serva solo in caso di neve: “Il pneumatico invernale – spiegano gli organizzatori della campagna – è decisivo per tutta la stagione, e non solo in caso di neve: i pneumatici invernali sono la miglior soluzione possibile durante tutta la stagione fredda, in cui le avverse condizioni meteo, freddo, ghiaccio, brina e neve mettono maggiormente a rischio la mobilità”.
È poi vero che su neve esaltano le loro prestazioni riducendo gli spazi di frenata fino al 50% rispetto a un pneumatico estivo. Un pneumatico invernale si contraddistingue legalmente dalla marcatura M+S sul fianco. “Spesso l’identificazione M+S, richiesta dalle normative – ci spiega Fabio Bertolotti, direttore di Assogomma – è seguita da una marcatura aggiuntiva raffigurante tre montagnette a testimonianza di più alte prestazioni invernali”.
“Dieci anni fa il mercato dei pneumatici invernali era limitato ad aree montane o comunque a zone abitualmente interessate da forti innevamenti: si trattava di pneumatici ‘da neve’ che andavano a sostituire i pneumatici chiodati di lontana memoria – continua Fabio Bertolotti –. Infatti, solo nel 2005/2006 le vendite di pneumatici invernali al ricambio si attestavano a circa un milione di pezzi contro un mercato complessivo di oltre 25/26 milioni. In buona sostanza solo 5 anni fa era un mercato di nicchia. Negli ultimi due anni, il mercato ha registrato incrementi del tutto significativi fino a raggiungere quota di 7.5/8 milioni di pezzi. La crisi in atto non consente di effettuare previsioni, anche se la validità tecnica del prodotto e il gradimento riscontrato tra gli automobilisti farebbero pensare a spazi di crescita. Infatti, chi usa pneumatici invernali percepisce un vantaggio evidente in sicurezza e continua a utilizzarli trasferendo ad altri un ‘passaparola’ virtuoso sulla validità del prodotto”.
Vale ricordare che l’Italia è considerata una “best practice” a livello europeo per i progetti associativi di indagine e di sicurezza stradale legata ai pneumatici. Sul fronte delle ordinanze di obbligo, il cambio di terminologia e l’equivalenza con le “catene a bordo” consentono ai proprietari e/o gestori delle strade di emanare apposite ordinanze prevedendo che tale obbligo sia accompagnato da uno specifico periodo temporale senza più il vincolo della presenza di neve sul manto stradale.
L’inosservanza di queste ordinanze, comporta la contestazione di sanzioni pecuniarie da parte degli organi di polizia con l’aggiunta anche del provvedimento di interdizione del transito fino a quando il conducente non provveda a disporre di pneumatici invernali o di catene da neve. Sono state centinaia le Province, i Comuni e le autostrade che lo scorso anno hanno imposto con specifiche ordinanze l’obbligo di utilizzare pneumatici invernali o catene. In questo senso, il Gruppo Produttori Pneumatici di Assogomma, si impegna anche quest’anno ad aggiornare sistematicamente l’utenza attraverso il sito 
www.pneumaticisottocontrollo.it, dove saranno riportati i diversi provvedimenti consultabili in relazione al loro ambito di applicazione e la relativa durata.
Assogomma e Federpneus hanno predisposto, come ogni anno, il materiale relativo alla normativa sulla circolazione stradale durante l’inverno e alle performance del pneumatico invernale (il depliant e la locandina, in distribuzione ai rivenditori specialisti, sono anche presenti su questo numero della rivista. Il depliant è allegato, mentre la locandina da utilizzare nel proprio negozio è pubblicata nelle pagine centrali della rivista ed è utilizzabile per l’affissione).

 

• Codice della strada e attività di controllo
“Il corretto equipaggiamento del veicolo costituisce il primo passo per un viaggio sicuro – sottolineano gli organizzatori dell’iniziativa ‘Inverno in Sicurezza’. – È dal 2003 che Assogomma e Federpneus promuovono mirate campagne di sicurezza per controllare lo stato dei pneumatici e le loro condizioni di pressione e usura. Il nostro impegno si fa più intenso con l’approssimarsi della stagione invernale, quando con pioggia o neve il manto stradale può farsi scivoloso e il ruolo dei pneumatici diventa ancora più importante”.
Anche quest’anno le pattuglie della Polizia Stradale saranno impegnate in una capillare attività di verifica del rispetto delle ordinanze vigenti, a beneficio di una mobilità sicura in un periodo dell’anno nel quale, proprio a causa delle condizioni meteo avverse, la circolazione stradale può farsi più complessa e difficoltosa. Il Nuovo Codice della Strada ha recepito la centralità di questo prodotto per migliorare la sicurezza stradale. Infatti, l’articolo 6, comma 4, così come modificato, prescrive che “…i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio…”. Con questa modifica il legislatore ha recepito il cambiamento tecnologico/produttivo riconoscendo il termine “pneumatici invernali” al posto di “pneumatici da neve” in quanto si tratta di prodotti che offrono migliori prestazioni nella stagione fredda, non solo in caso di neve. Inoltre, la norma introduce una equivalenza tra pneumatici invernali e “catene a bordo”, senza il limite “in caso di neve”.

torna all'archivio