Condividi su

Pneurama Weekly - Archivio

06/02/2020
Kawasaki sceglie Pirelli Diablo Rosso III come primo equipaggiamento della sua hypernaked Z H2

Recentemente presentata alla stampa internazionale a Las Vegas, la Kawasaki Z H2 rappresenta la moto più potente mai prodotta della serie di modelli Z. Ora il cavallo di battaglia di questa famiglia, la naked sovralimentata della Casa di Akashi prova a soddisfare i motociclisti più esigenti grazie a una lunga lista di caratteristiche tecniche ed elettroniche d’avanguardia. La più caratterizzante è il propulsore quattro cilindri in linea di 988cc e sovralimentato tramite un compressore di tipo centrifugo che permette di erogare fino a 200 CV a 11.000 giri/min. Per scaricare a terra l’elevata potenza generata dal motore, la Z H2 ha selezionato come primo equipaggiamento Pirelli Diablo Rosso III, nelle misure 120/70 ZR 17 M/C (58W) TL (K) per l’anteriore e 190/55 ZR 17 M/C (75W) TL (D) per il posteriore. La versione del pneumatico anteriore (K) è stata progettata dagli ingegneri Pirelli specificatamente al fine di soddisfare gli obbiettivi della casa giapponese in termini di agilità e facilità di guida. La versione del posteriore (D) riesce a gestire la potenza del motore sovralimentato garantendo un’elevata stabilità e gestione della trazione. All’interno della gamma Diablo i prodotti Diablo Rosso identificano quei prodotti dedicati all’utilizzo sportivo su strada e il Diablo Rosso III nasce da questo background per continuare la storia di questo marchio. Dal 2004 Pirelli ha fatto del Campionato Mondiale FIM Superbike per derivate di serie il banco di prova per sviluppare non solo i prodotti Diablo utilizzati nelle competizioni ma anche molti degli pneumatici utilizzati quotidianamente da molti motociclisti in tutto il mondo. Le principali caratteristiche tecniche del Diablo Rosso III sono il posteriore bimescola con elevate percentuali di silice che fornisce grip in tutte le condizioni e un chilometraggio di riferimento nel segmento pneumatici supersport, i profili di derivazione racing e il battistrada che presenta un disegno evoluzione del simbolo del flash già presente sul Diablo Supercorsa. 

 - Archivio

torna all'elenco