Condividi su

Letto per voi - Archivio

02/01/2020
Il marciapiede auto-riparante

Uno studente messicano ha inventato un tipo di marciapiede formato da un composto di polverino di gomma e additivi chimici che permettono all’asfalto di auto-ripararsi a contatto con la pioggia. L’esperimento è nato studiando le insidiose pozze e crepe formate dall’acqua piovana sul manto stradale; l’acqua filtra fino alla base del marciapiede, causando prima l’indebolimento e poi il cedimento dell’asfalto. L’invenzione dello studente sfrutta l’acqua come catalizzatore: riscaldando il polverino di gomma e gli additivi si ottiene una specie di stucco che, a contatto con l’acqua piovana assorbita dal marciapiede, forma dei silicati di calcio che vanno a riempire le crepe, riparando l’asfalto danneggiato.

FONTE: E-NEWS TYRE & RUBBER RECYCLING 7/11/2019

 

torna all'archivio