Condividi su

Articoli - Archivio

01/03/2019
Il "cuore" digitale dell'officina

Gestionali

 

Viviamo in un’epoca in cui tutto è digitale e connesso. Nella cassetta degli attrezzi del gommista non può più mancare un software gestionale specifico

Nicoletta Ferrini

“Oggi si può parlare di onlife, perché tutto è connesso”. In queste poche parole del sociologo Francesco Morace, docente di social innovation presso il Politecnico di Milano e presidente di Future Concept Lab, sono sintetizzati il presente e il futuro di tutti gli schemi sociali globali, della stragrande maggioranza dei settori industriali e anche, nel suo “piccolo”, dell’aftermarket automotive. Di fronte “non a un’epoca di cambiamento ma un cambiamento d’epoca”, come lo ha definito lo stesso Morace, è fondamentale anche per i gommisti far evolvere il proprio quotidiano operativo in un “unicum” digitale. Industria 4.0, big data, Internet of things sono i termini concettuali attraverso cui si esprime il futuro. Anche quello dell’aftermarket automobilistico. Il primo fondamentale passo verso questo domani, ad alto contenuto digitale e connesso, è l’implementazione di un software attraverso cui realizzare, pianificare e monitorare tutta la propria attività di vendita e assistenza. Un gestionale ormai non è più un “plus”, quanto piuttosto una “conditio sine qua non” per offrire al cliente un servizio tempestivo e di qualità e rimanere competitivi. Ma cos’è un software gestionale? In che modo può rendere più semplice e connessa l’attività del rivenditore specializzato o del grossista di pneumatici? Cosa ci si può fare?

Ormai davvero quasi tutto; qualsiasi attività che non veda necessario l’uso di un cacciavite o di un ponte sollevatore, ma in compenso trovi una sua ragione d’essere all’interno di un computer può diventare materia per un sistema software gestionale: dal preventivo all’ordine, dall’accettazione alla fatturazione elettronica, dal monitoraggio degli stock all’ordine per approvvigionamento, dalla gestione delle anagrafiche alla contabilità, dal conto deposito alla gestione dei pneumatici fuori uso (Pfu), fino alla possibilità di realizzare analisi anche complesse relative all’andamento e alla gestione della propria attività. Tutto questo diventa vitale in un’epoca in cui al gommista non basta più essere un bravo artigiano, ma è chiamato a diventare un imprenditore capace e lungimirante. Laddove i margini provenienti dal business sono sempre più risicati, lo strumento che non può più mancare nella cassetta degli attrezzi dell’operatore aftermarket è un programma informatico capace di realizzare efficienze e rendere l’attività più attenta, dinamica – in una parola – digitale.

A sentirne l’esigenza è, per altro, un numero crescente di piccoli gommisti, oltre che di grandi centri per la vendita e l’assistenza. Attualmente sul mercato sono disponibili diversi prodotti in grado di rispondere a questa domanda. La cosa più complessa è selezionare, all’interno della pletora di soluzioni specifiche, pensate per tutte le esigenze e anche un po’ per tutte le tasche offerte, quella più adatta al proprio business, più aderente all’attuale contesto di mercato e potenzialmente in grado di evolvere insieme al settore. Si compra un prodotto e con esso anche chi lo vende e deve quindi garantire formazione, assistenza e continuità di servizio nel tempo.

 

Esapneus

Sviluppato da X-Data, azienda italiana che nel 2019 celebra i 40 anni di attività, il sowftware gestionale Esapneus è attualmente utilizzato da oltre 450 tra rivenditori specialisti e grossisti di pneumatici, presenti sull’intero territorio nazionale. Implementato in ambiente Windows e disponibile come soluzione “stand alone” o “cloud”, Esapneus prevede una ampia gamma di funzioni, che possono essere modulate in base alle esigenze specifiche dell’utilizzatore, accompagnando l’azienda cliente nel percorso di crescita dell’attività. In questa gamma di funzioni si possono individuare alcuni punti di forza del prodotto, quali per esempio i moduli di gestione evoluta del negozio, dagli appuntamenti al conto deposito stagionale, il modulo di contabilità integrata, supportata da funzioni di business intelligence, o il servizio di distribuzione puntuale dei listini. Tutti i moduli di Esapneus, sono direttamente sviluppati da X-Data, tenendo conto, fin dalla prima progettazione, delle specifiche esigenze del settore. I prezzi per una soluzione Esapneus partono da poche migliaia di euro, ma possono arrivare a superare anche le decine di migliaia, a seconda del livello di personalizzazione, di profondità delle funzionalità scelte e del numero di licenze acquistate.

 

StudioPneus

StudioPneus è, invece, il gestionale specifico per rivenditori di pneumatici firmato Arcadia, società di servizi in ambito informatico con una più che ventennale esperienza nel settore dei software per gommisti. Sul mercato dal 1997, conta più di 100 installazioni in tutt’Italia, a cui si possono idealmente aggiungere anche quelle relative al software Fintyre Pos Manager, il gestionale sviluppato da Arcadia nel 2011 per l’omonimo gruppo. StudioPneus è progettato e realizzato con il contributo di numerosi operatori attivi nel settore per soddisfare molte delle esigenze specifiche del rivenditore: dalla gestione delle anagrafiche al magazzino, dagli acquisti alle vendite, dal conto deposito ai richiami, dalla gestione dei veicoli e delle flotte alla fatturazione elettronica, passando per alcune funzionalità ulteriori come la gestione dei Pfu e dei dati di etichettatura, la possibilità di comunicare con i clienti via sms o e-mail per pianificare interventi e inviare promozioni e sconti dedicati, la contabilità completa e anche alcuni strumenti di business intelligence come la realizzazione di statistiche evolute e chart grafiche sul venduto/acquistato. StudioPneus è immediatamente disponibile in tre versioni – basic, medium e professional – che comprendono ciascuna funzioni specifiche via via più sofisticate a seconda del pacchetto scelto. Ognuno di questi ultimi può, tuttavia, essere personalizzato dall’aggiunta di funzioni e moduli non presenti nella proposta standard. StudioPneus è attualmente venduto come soluzione “stand-alone”, ma nei prossimi mesi sarà disponibile anche la versione “in cloud”. I prezzi di listino per StudioPneus oscillano tra i 1.000 euro per la versione basic standard e i 2.000 per il pacchetto completo professional.

 

Pneus Suite

Pneus Suite è invece la soluzione proposta da Ntc Informatica, società con altre trent’anni di esperienza nello sviluppo di sistemi gestionali per il settore pneumatici. Lanciato nel 2003, Pneus Suite è stato sviluppato sulla piattaforma Team System (azienda che realizza soluzioni e servizio gestionali per aziende) in ambiente Windows. Ogni installazione Pneus Suite è il frutto di un progetto molto sartoriale per confezionare una soluzione realmente tagliata su misura del business del cliente.

L’offerta Pneus Suite prevede un pacchetto base, che comprende funzionalità generiche per la gestione delle attività di vendita e assistenza (Pneus Prime), che può essere completato dall’integrazione di alcuni moduli molto specifici: Pneus Change per la gestione del deposito gomme stagionale; Pneus Optima per la manutenzione programmata dei pneumatici (ma è anche utile per quei gommisti che offrono meccanica leggera); Pneus Plan che consente di gestire le prenotazioni per gli interventi in officina (il planning è alimentato sia dai dati che inserisce il gommista, sia da quelli veicolati tramite l’app), Pneus Flotte per la gestione manutentiva delle flotte. Il tutto può essere completato e ulteriormente migliorato dall’utilizzo della funzione My Pneus App, una piattaforma digital mobile attraverso cui è possibile anche per il cliente finale consultare o prenotare cambi gomme e manutenzioni, tenere traccia degli interventi del veicolo, ricevere e gestire comunicazioni in tempo reale. A oggi hanno già scelto soluzione Pneus Suite circa 25 realtà sparse in tutt’Italia le quali, però, contano in totale oltre 180 utenti. Pneus Suite può essere installata “stand alone” o in “cloud dedicato”. I costi variano a seconda della configurazione moduli/utenti scelta. Pneus Suite è un prodotto in continua evoluzione: il prossimo passo sarà interfacciare il programma con i sistemi a bordo veicolo e le attrezzature 4.0 in officina.

 

MaxGest

Frutto della collaborazione avviata una decina di anni fa tra il distributore Maxtyre (gruppo Univergomma) e la software house Dalt, Maxgest è un prodotto “ad hoc”, che consente ai gommisti una gestione completa dell’attività (gestione clienti e fornitori, contabilità, gestione flotte, conto deposito, scadenzari, preventivi, fatture, ricevute fiscali, buoni di lavoro ecc.). Punti di forza di Maxgest sono l’estrema semplicità d’uso – può essere utilizzato in piena autonomia dopo appena poche ore di formazione – e il prezzo davvero molto competitivo – poche centinaia di euro per l’acquisto dell’unica licenza necessaria a far girare il programma su tutti i computer di uno stesso punto vendita, compresa l’installazione e la manutenzione annuale –. Maxtyre offre comunque il prodotto ai propri clienti anche nell’ambito di programmi incentive e quindi collegandolo al raggiungimento di specifici obiettivi di acquisto.

Oltre alle funzioni standard previste da qualsiasi altro gestionale, Maxgest offre molteplici vantaggi in particolare ai clienti Maxtyre, come per esempio la visione immediata del magazzino virtuale, una più rapida gestione della documentazione, l’aggiornamento automatico dei listini, dei costi Pfu, delle informazioni sui nuovi prodotti. Nonostante questa “corsia preferenziale”, il prodotto non chiude le proprie porte ad altri fornitori. La sola differenza per l’utente è che i dati di terzi devono essere caricati manualmente nel sistema. Con Maxgest, inoltre, è possibile importare i dati dei vecchi gestionali utilizzati dal cliente. Da quest’anno, infine, è stata introdotta la gestione dei codici a barre. Maxgest è proposto principalmente come programma residente, e quindi “stand alone”. È tuttavia possibile richiedere un’installazione “in cloud”. A oggi, i clienti Maxtyre che hanno scelto Maxgest sono circa 200, prevalentemente distribuiti nel centro-sud Italia, area di competenza del distributore. Tuttavia, le qualità del prodotto e i suoi vantaggi competitivi hanno alimentato un notevole passaparola e spinto quindi anche diversi gommisti del nord Italia a richiederne l’installazione. La stessa Univergomma ha arricchito il ventaglio delle proprie offerte verso i propri clienti con l’introduzione di MaxGest. La distribuzione del prodotto ha così raggiunto una copertura nazionale.

torna all'archivio