Condividi su

Pneurama Weekly - Archivio

03/03/2020
Goodyear presenta la sua idea innovativa di penumatici

Goodyear tra concept e realtà. La casa del piede alato ha presentato oggi in conferenza stampa il presente e il futuro dei suoi pneumatici. Arrivato sul mercato da poco, EfficientGrip Performance 2 è un pneumatico ad alte prestazioni premium pensato per vetture, dalle media alle berline, con cerchi da 15-18 pollici. L’elevata elasticità e flessibilità del battistrada aiutano a ridurre l’usura del pneumatico causata da condizioni stradali difficili, senza compromettere le prestazioni su asciutto e bagnato. Gli intagli più lunghi, abbinati a una mescola meno rigida rispetto al predecessore, migliorano l’evacuazione dell’acqua e riducono gli spazi di frenata sul bagnato, mentre le larghe costolature al centro del battistrada assicurano una maggiore rigidità e permettono di aumentare la stabilità in situazioni di emergenza. Se l’EfficientGrip Performance 2 rappresenta il presente di Goodyear, l’azienda è già da tempo a lavoro per realizzare dei nuovi modelli adatti ai veicoli elettrici. Goodyear sta infatti sviluppando per la serie Pure Etcr, di cui è fornitore ufficiale, un prodotto in grado di far fronte all'erogazione istantanea di potenza delle vetture da turismo elettriche offrendo elevata aderenza e trazione oltre a una bassa resistenza al rotolamento, per aumentare autonomia ed efficienza. Ma le visioni non si fermano qui. Con reCharge Goodyear presenta un pneumatico concept rivoluzionario, in grado di adattarsi e modificarsi per soddisfare le esigenze di mobilità di ogni automobilista. Il concept reCharge è dotato di una mescola del battistrada biodegradabile che può essere ricaricata con singole capsule. Queste capsule, riempite con una mescola liquida personalizzata sulle esigenze dell’automobilista o della flotta di veicoli, permettono al battistrada di rigenerarsi, adattandosi alle condizioni climatiche, all’area geografica. Ogni automobilista potrebbe avere un proprio profilo, continuamente aggiornato da un’intelligenza artificiale, per raccogliere le informazioni con cui poi andare a personalizzare una mescola su misura. La mescola sarebbe realizzata con un materiale biologico, rinforzato con fibre ispirate a uno dei materiali naturali più resistenti al mondo, la seta di ragno, che la renderebbe estremamente resistente e biodegradabile al 100%. Si tratta di una costruzione sottile e robusta, che richiede poca manutenzione e che eliminerebbe i problemi legati alla foratura e ai cali di pressione.

 - Archivio

torna all'elenco