Condividi su

Pneurama Weekly

20/05/2021
Falken impiega il supercomputer "exascale" Fugaku per sviluppare i pneumatici del futuro

La società madre di Falken, Sumitomo Rubber Industries, Ltd. (Sri) ha annunciato di accedere al nuovo supercomputer "exascale" Fugaku così da espandere le capacità di simulazione dei materiali a livello di particelle più piccole, per sostenere lo sviluppo di pneumatici di lunga durata necessari per la mobilità futura. Il Fugaku – che è in grado di eseguire circa 442 quadrilioni di calcoli al secondo – sarà decisivo nel supportare il progresso chimico necessario per la prossima generazione di "pneumatici intelligenti" efficienti e durevoli, sviluppati in risposta ai requisiti di cui i veicoli connessi, autonomi ed elettrificati hanno bisogno per contribuire alla mobilità del futuro. Un'ulteriore applicazione chiave di Fugaku sarà il progresso della Performance Sustaining Technology (Pst). La Pst è la tecnologia che previene il declino delle prestazioni dei pneumatici nel tempo a causa dell'usura; questo permette così ai pneumatici di mantenere più a lungo prestazioni simili a quelle di un prodotto nuovo. Una delle maggiori sfide nello sviluppo di questa tecnologia è che rende indispensabili una comprensione precisa dei cambiamenti chimici che avvengono all'interno della gomma a livello molecolare durante l'uso del pneumatico, in modo che questi cambiamenti chimici possano essere controllati. L'accesso a Fugaku e alle sue 158.976 unità di elaborazione centrale (cpu) è stato finora riservato alla ricerca scientifica, compreso l'esame dell'effetto delle mascherine sulla diffusione del coronavirus Sars-CoV-2. Da marzo 2021, lo Sri sarà uno dei primi utenti aziendali per questa macchina, che prende il nome dal Monte Fuji.

 - Archivio

torna all'elenco