Condividi su

Articoli - Archivio

27/04/2012
FLEET PORTAL UNISCE I SERVIZI FLOTTE

PIRELLI E RHIAG INSIEME SUL WEB

È online il portale che consente ai fleet manager l’accesso unificato a pneumatici, ricambi, servizi di manutenzione e riparazione resi disponibili dai 1.200 centri Driver e Key Point e dalle 1.900 officine “a posto”, nel quadro di un processo di gestione integrato, teso a minimizzare tempi e costi

Mino De Rigo

NOZZE SUL WEB tra Pirelli e Rhiag che, con il lancio dell’inedito sito Fleet Portal, unificano l’accesso ai servizi offerti alle flotte aziendali dalle rispettive reti di gommisti e officine: un punto d’ingresso online univoco per i gestori di parchi veicoli aziendali, al quale possono ricorrere per pneumatici e ricambi, manutenzione e riparazione meccanica e di carrozzeria. Il primo risultato di questa integrazione virtuale tra il gruppo della Bicocca e una delle principali realtà europee nella distribuzione di componenti e ricambi consiste nel semplificare e velocizzare le attività dei fleet manager. Dice Alessandro D’Este, direttore di Pirelli Tyre Europa: “Nel mercato delle flotte siamo protagonisti con una quota superiore al 40% del totale, in virtù di una consolidata storicità e degli accordi con 85 società di leasing, 12 delle quali in esclusiva. L’iniziativa concretata dal nuovo Fleet Portal colma una lacuna, poiché non esisteva un sito che, combinando pneumatici, ricambi e componenti, potesse garantire un’offerta completa, composta da oltre 100mila referenze, dedicata ai parchi veicoli aziendali”, e alla quale si associano le pratiche connesse: preventivazione, preautorizzazione online, verifica immediata delle disponibilità, fornitura di prodotti e servizi nel quadro degli accordi con le flotte e fatturazione centralizzata.

 

Due network capillari

All’altro capo del web si trovano i 1.200 centri Driver e Key Point cui s’aggiungono le oltre 1.900 fra officine e carrozzerie multimarca affiliate a Rhiag con il logo “a posto”, nonché i ricambisti e i rettificatori, specializzati nei pezzi più costosi e di più difficile reperibilità come i motori. E il sistema è già pronto per accogliere altri partner così da ampliare in futuro il novero dei prodotti e dei servizi: dalla riparazione dei vetri alle assicurazioni, passando per le stazioni di rifornimento. “Inoltre – aggiunge Luca Zacchetti, ceo di Rhiag – attorno al portale gravitano una squadra di oltre 40 addetti sul campo a supporto dell’intero network e delle flotte, un call center dedicato, una rete di distribuzione capillare estesa sull’intero territorio nazionale e un servizio di banche dati tecniche e tempari a disposizione anche di chi gestisce l’authority per le flotte”. E, ancora, l’intesa tra Pirelli e Rhiag porta con sé pure un programma di corsi tecnici, marketing e gestionali mirato al continuo aggiornamento professionale dei due network. Che, per inciso, non dovrebbero accusare sovrapposizioni, né, perlomeno a breve termine, imboccare il percorso di un’eventuale fusione. “Anche per i gommisti – spiega D’Este – la piattaforma rappresenta un’opportunità in più, con un duplice beneficio: da un lato, la possibilità di estendere più facilmente la propria attività alla meccanica, ovviando così alla stagionalità del lavoro nonché alla controffensiva dei concessionari attrezzatisi per il service sui pneumatici”.

 

Un plus per i gommisti

“Dall’altro, di godere dell’incremento dei volumi di vendita che potremo ottenere convincendo un numero sempre maggiore di operatori di leasing e noleggio a usare il nuovo portale e a sfruttarne i servizi”. Perché le flotte rappresentino per Pirelli e Rhiag un target particolarmente appetibile è facile da comprendere: i circa 700mila veicoli dei parchi aziendali registrano una percorrenza media annua attorno ai 35mila km, contro una media generale del circolante italiano di circa 12.500 km e, soprattutto, una spesa media prossima ai 1.200 euro l’anno per i servizi di manutenzione: un valore più che doppio di quanto ascritto al resto del parco vetture. Peraltro, risulta più alta pure la componente premium legata alla tipologia delle auto assegnate in benefit dalle aziende ai propri dipendenti e questo aspetto si riflette direttamente anche sui pneumatici che utilizzano. “Una volta messo a punto il modello – afferma D’Este – poiché entrambi vantiamo una presenza internazionale, potremo replicarlo anche all’estero, forti dell’esperienza consolidata”. Il raggio d’azione di Rhiag, che dal mercato italiano trae oltre la metà del proprio fatturato, include Svizzera, Romania, Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria e Ucraina, con reti distributive che si avvalgono di 10 magazzini centrali e 170 depositi periferici al servizio di oltre 60mila clienti professionali. 

 

Più servizi, meno costi

Quanto a Pirelli, il network commerciale con cui opera abbraccia oggi oltre 160 paesi in tutto il mondo. Sottolinea Zacchetti: “La nostra gamma di prodotti, che annovera ricambi di qualità originale o equivalente, copre in modo trasversale l’intero parco circolante: gestiamo oltre 500mila codici di magazzino, aggiungendone ogni anno circa 10mila legati alle novità dell’industria automotive. Inoltre, attraverso il network di affiliati multimarca, che rappresenta una valida alternativa alle reti delle case automobilistiche, possiamo rendere un numero maggiore di servizi a costi inferiori”. Dagli interventi di manutenzione eseguiti secondo gli schemi originali delle case auto al supporto software per il dialogo con i sistemi informatici usati dalle società di leasing e di noleggio. Rhiag, inoltre, assicura ripetuti controlli sugli standard qualitativi delle officine attraverso un apposito team di service manager. “Mettiamo tutto questo a disposizione delle flotte di grandi dimensioni, da 100 a 100mila veicoli, che, attraverso il nuovo Fleet Portal, possono lavorare in modo più efficace ed efficiente risparmiando sugli oneri di gestione. Questa iniziativa, che non comporta alcun aumento di costo per i clienti, offre loro l’opportunità di ridurre utilmente il numero di interlocutori, contenere gli spostamenti, i tempi di attesa e i fermi tecnici, con chiari vantaggi anche per i driver, e di pianificare al meglio ogni intervento, minimizzando le emergenze cui sono sempre connesse le maggiori spese”.

 


• Viaggio nel portale all inclusive

Un unico login, all’indirizzo www.fleetportal.it, per accedere a una moltitudine di servizi, concepiti per semplificare i processi di gestione delle flotte, soddisfacendo le diverse necessità legate alla fornitura di pneumatici, ricambi e componenti, e alla manutenzione e riparazione dei veicoli. “La soluzione integrata resa disponibile da Fleet Portal – dice Paolo Vuillermin, direttore servizi e reti officine di Rhiag – è stata sperimentata da alcuni gestori di flotte che, come clienti pilota, ci hanno aiutato a configurare il servizio”. Con Tokheim Italia, Bbva e Avis a formare l’avanguardia degli utilizzatori. “Il sito fornisce la georeferenziazione congiunta delle due reti di Rhiag e Pirelli e presenta un cruscotto unificato attraverso il quale visualizzare e accedere in modo del tutto integrato alle pratiche aperte con entrambe. Una sezione specifica del portale è dedicata alla documentazione tecnica, ai tempari e alle informazioni correlate agli aggiornamenti. Ai servizi informatici, di authority e di reportistica si affiancano la preventivazione e la fatturazione centralizzata”, con resoconti unici, settimanali o mensili, cumulativi o per singolo intervento. “È un servizio all inclusive – osserva Giuseppe Marrara, direttore mercato Italia di Pirelli Tyre – che capitalizza sul viatico di entrambi i gruppi e il cui valore risulta di gran lunga superiore alla semplice somma dei rispettivi network”. 


torna all'archivio