Condividi su

Pneurama Weekly

30/06/2020
Diagnosi Fca illimitate con Texa Security Access

Dal 2017 il Gruppo Fca ha introdotto misure di protezione informatica per i propri veicoli, volte a trasferire informazioni potenzialmente sensibili a un maggiore livello di sicurezza, che di fatto però hanno inibito ogni intervento da parte delle officine indipendenti. Texa ha affrontato il problema, confrontandosi con le istituzioni europee e nazionali al fine di ottenere la massima collaborazione da parte di Fca. La Texa comunica che da giugno 2019 la sua strumentazione può operare anche sulle vetture del Gruppo torinese. L’ultima novità introdotto dall’azienda trevisana in questo ambito è un nuovo servizio, Texa Security Access, che permette a tutti i suoi clienti di effettuare diagnosi illimitate, sicure e ufficiali sui veicoli equipaggiati con il Secure Gateway (Sgw), il modulo di protezione da attacchi informatici, che intercetta la comunicazione verso il veicolo e preclude le operazioni sulle centraline elettroniche. Sottoscrivendo il nuovo abbonamento, le soluzioni Texa, tramite connessione internet, gestiscono automaticamente l’autenticazione nei server Fca e procedono in modo sistematico allo sblocco del modulo Sgw. Nella nota diffusa dalla Texa, l'azienda precisa che le fasi della diagnosi saranno semplici come per qualunque altro marchio, senza dover più accedere, di volta in volta, al portale ufficiale Technical Information per acquistare i crediti necessari ad ogni singola operazione. Tra i veicoli sui quali, grazie a Texa Security Access, è possibile effettuare diagnosi complete, ci sono modelli come Alfa Romeo Giulia e Stelvio, Fiat Tipo, 500, 500L e 500X, Jeep Renegade, Compass, Wrangler e Grand Cherokee.

 - Archivio

torna all'elenco