Condividi su

Articoli - Archivio

20/12/2011
DUE RUOTE IN MOSTRA

EICMA 2011

In uno scenario che vede il netto calo dell'immatricolato, il Salone milanese ha testimoniato l'attivismo dei produttori di due ruote, presenti al completo con numerose novità; nonostante alcune defezioni di peso, sono diverse le anteprime degne di nota proposte dai costruttori di pneumatici

Mino De Rigo

Da un lato un Salone Internazionale del Motociclo dai grandi numeri, che, in una 69ma edizione capace di riaffermare il ruolo di riferimento dell'Italia per l'intero settore, dispensa un ottimismo di maniera; dall'altro un mercato interno delle due ruote a motore avvitato su se stesso, che, tra restrizioni al credito, caro polizze e calo dei consumi, vede scendere di oltre il 16% le immatricolazioni di ciclomotori e motocicli nei primi nove mesi dell'anno rispetto allo stesso periodo del 2010. Con l'inevitabile ombra che si allunga anche sul business dei componenti, degli accessori e dei ricambi. Va meglio oltreconfine, se è vero che l'export dell'industria nazionale di settore tiene ancora, con una crescita del 6%. Nel mezzo, la necessità di un comparto, cui si ascrivono un fatturato di circa 5 miliardi di euro e un complesso di 90mila addetti nella filiera produttiva e commerciale, di continuare a rinnovarsi guardando alle sfide della sicurezza e del rispetto ambientale, nonché, in modo altrettanto urgente, di riavvicinare i giovani alle due ruote, facendo leva al tempo stesso su razionalità e contenuti emozionali, ciò che trasforma uno strumento ideale per la mobilità quotidiana in un oggetto di passione. Che le nuove generazioni vadano riconquistate lo dimostrano le cifre del venduto, con gli scooter over 50 cc a costituire il segmento più colpito dalla contrazione, nel contesto di una crisi che ha cancellato un quarto dei volumi raggiunti nel 2008. Ecco allora il Salone Eicma, luminosa e ammiccante vetrina di 58mila mq distribuiti su 7 padiglioni della Fiera di Milano (il 15% in più rispetto alla scorsa edizione), ai quali aggiungere ulteriori 80mila mq ricavati nell'area esterna MotoLive per ospitare gare ed esibizioni. Una rassegna animata da 1.462 espositori, 804 dei quali stranieri in arrivo da 43 paesi, con le presenze di gruppo americana, cinese e pachistana, a consolidare la valenza globale dell'appuntamento. Che nessuna delle grandi case costruttrici ha voluto disertare, presentandosi con una nutrita serie di novità. Dalla Vespa Quarantasei, fascino retrò e soluzioni hi-tech, alla rinnovata Guzzi V7 e alla compatta e aggressiva Aprilia SR Motard, passando per il nuovo Beverly Sport Touring, primo scooter dotato di Abs e Asr. E poi, dalle nuove Ducati 1199 Panigale, telaio in fibra di carbonio e 195 cv, e Streetfighter 848, agli inediti maxi scooter Bmw C600 Sport e C650Gt e al moto-scooter Honda Integra, prototipo di un nuovo sottosegmento, dalla Husqvarna Nuda 900, prima stradale del marchio, alla maxi-enduro Triumph Tiger Explorer e alla più piccola e leggera Ktm 350 Freeride, 99 chili a secco. Defezioni di rilievo, invece, si sono registrate tra i produttori di pneumatici, mentre il Salone ha visto il ritorno di Bridgestone e la ribadita partecipazione diretta di Continental, nonché le presenze di Goldentyre (marchio della pisana Buymec), della tedesca Heidenau e della slovena Sava, nonché dei principali brand taiwanesi Cheng Shin e Maxxis (entrambi proprietà della stessa famiglia di industriali), Kenda e Duro, tutti già importati in Italia.
La consistenza del mercato dei pneumatici per le due ruote a motore e mezzi assimilati dovrebbe restare sostanzialmente invariato anche quest'anno. Da un lato ci sono i segmenti di prodotto in crescita, innanzitutto i radiali per le enduro, più ancora delle omologhe coperture per i maxi scooter e di quelle dedicate alle moto sport touring, cui corrisponde una fascia di mercato dove la competizione sui prezzi si è fatta particolarmente accesa; dall'altro sono invece in calo, stando alle rilevazioni condotte dagli analisti di settore, sia le gomme tassellate, sia le full race (slick e rain), mentre segnano decisamente il passo non solo le coperture hypersport ma anche i pneumatici convenzionali per gli scooter di piccola e media cilindrata. Una lettura verosimile dell'andamento che caratterizza le due tipologie di pneumatici destinati a sportive, naked e moto stradali over 600 cc, indica un travaso di volumi crescente dal segmento hypersport a quello corrispondente alle sport touring: a motivare il passaggio, la maggiore durata media del prodotto dalle prestazioni meno esasperate, comunque in grado di soddisfare anche le velleità più sportive dei tanti che, magari alle guida di una nuda e sentendosi un po' Valentino Rossi, alla fine si stanno facendo convincere dal portafoglio a preferirlo alla gomma ipersportiva. Proprio l'incremento prestazionale dei pneumatici sport touring è uno degli aspetti di tendenza che accomuna l'innovazione dei principali brand, seguendo direttrici di sviluppo che guardano a un prodotto stradale sportivo più versatile, più sicuro sul bagnato, e pure capace di percorrere più chilometri. E se sicurezza e durata rappresentano anche il leit motiv dell'evoluzione delle gomme per scooter, tra nuovi materiali, mescole e processi di fabbricazione, gli accenti sui parametri prestazionali sono diversi per cross, supermoto ed enduro, in virtù di una segmentazione sempre più spinta, legata alla specificità piuttosto che all'utilizzo prevalente. Passando infine alle novità in rassegna al Salone milanese, ciò che segue è una breve panoramica di prodotto, parziale eppure significativa cartina di tornasole degli sviluppi del mercato.

 

Bridgestone Battlax Hypersport S20

Protagonista di uno stand totalmente dedicato alla novità che questo pneumatico rappresenta, l'inedito Battlax Hypersport S20 si annuncia come una gomma sportiva da usare tutto l'anno. Rispetto al predecessore Bt-016 Pro, che resta comunque a catalogo con un pricing più aggressivo, il nuovo pneumatico è accreditato di una migliore aderenza sul bagnato e una maggiore durata. Prodotto usando una doppia mescola per fascia centrale e lati esterni del battistrada, ottimizzata per entrare più in fretta in temperatura, l'S20 si avvale della tecnologia usata in Moto Gp e adotta una cintura monospirale concepita per aumentare l'area di contatto in tutti gli angoli di piega.

 

Continental ContiSportAttack 2

Destinato al segmento supersport, il nuovo ContiSportAttack 2, già omologato come primo equipaggiamento sulla Bmw S 1000 Rr 2012, rappresenta il perfezionamento del predecessore, con un'enfasi dichiarata sulla maneggevolezza e sulla sicurezza. A vantaggio della marcia sul bagnato è stata aumentata la quantità di silice nella mescola del battistrada, mentre l'adozione della tecnica cosiddetta Traction Skin, che rende ruvida la superficie del battistrada (grazie a stampi di produzione particolari) va a beneficio dell'aderenza meccanica sin dai primi metri. Inoltre, il multimescola progressivo modula la durezza del compound tra spalle e centro per elevare il grip senza penalizzare la resa chilometrica.

 

Goldentyre Gt201

La pisana Buymec, proprietaria del marchio GoldenTyre, propone un articolato ventaglio di novità, prima fra tutte la copertura on-off Gt201 per i grossi enduro: di nuova concezione sono sia la disposizione dei tasselli, concepita per coniugare al meglio l'aderenza in fuoristrada e su asfalto (con una dichiarata resistenza all'aquaplaning), sia la carcassa rinforzata per elevare comfort, aderenza e stabilità a pieno carico. Totalmente rinnovata la linea cross, tradizionale cavallo di battaglia con i disegni Gt230, 232 e 213, gli altri inediti comprendono la gomma Gt523, anello di congiunzione tra cross ed enduro estremo, e il radiale da 15" e 16" per maxi scooter Gt070.

 

Heidenau K40 Classic

Piccolo produttore tedesco specializzato in coperture per due ruote, kart e usi speciali, Heidenau si presenta con un quintetto di novità, tra cui si segnala innanzitutto la gomma K40 Classic, disegno d'antan e tecnologia odierna, disponibile sia in versione stradale che racing nella misura 2.50-18 45S Tt; e a fare il paio c'è la copertura K28 per sidecar (4.00-18 70P Tt). Il terzetto di restanti inediti vede la supersport K80 nelle dimensioni 120/70-17 58H e 160/60-17 69H, la tuttoterreno K60 Scout, candidata al montaggio su enduro come Bmw 1200Gs, Yamaha Xt1200Z o Honda Xl700V, e le nuove misure per cerchi da 15", 16" e 17" del pneumatico convenzionale scooter K66.

 

Sava Terracross Sx11

Novità principale della slovena Savatech, titolare del marchio Sava e fornitore dei campionati italiani Mini Gp, Minibike Motard e, tra gli altri, del Trofeo Polini, è il pneumatico per motocross Terracross Sx11, una gomma specialistica tuttoterreno (130/80-18) omologata anche per la strada e ottimizzata per l'uso tipicamente enduro. La progettazione si è concentrata sulla resistenza alle forature, sul comfort di guida, grazie a particolari scanalature ammortizzanti, e sulla trazione, con una nuova forma dei tasselli. Dimensioni aggiuntive, invece, sia per la gomma da maxi scooter Mc38 per cerchi da 14", che per la sportiva Mc50 M-Racer indicata per stradali di piccola e media cilindrata con cerchi da 17".

 

Cheng Shin, Maxxis, Kenda e Duro

Concentrati soprattutto su pneumatici convenzionali per scooter e per quad, i nuovi cataloghi delle aziende taiwanesi puntano sull'ampliamento e la diversificazione crescente dell'offerta. Così, si va da nuove varianti e misure per scooter e atv proposte da Cheng Shin e dalla sorella Maxxis (proprietà della medesima famiglia d'imprenditori) ai nuovi modelli motocross e quad di Kenda, capace di vendere lo scorso anno in Italia circa 50mila pezzi, passando per una manciata di modelli inediti siglati Duro per scooter e cross.

torna all'archivio