Condividi su

Letto per voi - Archivio

25/10/2012
Cresce la richiesta di silice

Secondo studi della società di ricerca Freedonia Group, la richiesta di silice, in tutte le sue varianti, aumenterà a un tasso del 5,6% annuale fino a raggiungere 2,8 milioni di tonnellate nel 2016. Alla base dell’incremento sarà il crescente impiego di silice nei battistrada e ai livelli superiori di produzione dei pneumatici. La silice precipitata, il prodotto di punta del mercato, continuerà a costituire gli oltre due terzi della richiesta globale fino al 2021, soprattutto grazie all’impiego dei “pneumatici verdi” in Nord America e nella regione Asiatico-Pacifica. In Europa, Giappone e Corea del Sud l’adozione del labelling sui pneumatici nuovi farà aumentare la richiesta di silice precipitata per ridurre la resistenza al rotolamento, migliorare il risparmio energetico e l’aderenza sul bagnato del battistrada.


Fonte: RUBBER WORLD 8/2012

torna all'archivio